I Giovedì Della Villa – Questions D’art #16

Roma - 22/12/2016 : 23/12/2016

Folies d’hiver a Villa Medici con gli artisti della mostra curata da Pier Paolo Pancotto per Art Club #16, e incontro con Jean-Paul Goude, il fotografo, illustratore, regista, che con il suo universo androgino e coloratissimo ha sconvolto i codici del linguaggio pubblicitario.

Informazioni

Comunicato stampa

GIOVEDÌ DELLA VILLA - QUESTIONS D’ART #16

22 dicembre 2016

ORE 19 Art Club #12 Folies d’hiver
mostra di Marieta Chirulescu, Nick Devereux,
Masbedo, Nick Oberthaler, Achraf Touloub,
a cura di Pier Paolo Pancotto
allestita fino a venerdì 23 dicembre

ORE 20.30 So far so Goude
incontro con Jean-Paul Goude, fotografo, regista, grafico e illustratore
proiezione del documentario



Diretta FB: https://www.facebook.com/VillaMedici.VillaMedicis

#giovedìdellavilla, #jeudisdelavilla
Live tweet #16giovedì



ingresso gratuito nel limite dei posti disponibili


Giovedì 22 dicembre, Folies d’hiver a Villa Medici con gli artisti della mostra curata da Pier Paolo Pancotto per Art Club #16, e incontro con Jean-Paul Goude, il fotografo, illustratore, regista, che con il suo universo androgino e coloratissimo ha sconvolto i codici del linguaggio pubblicitario.
L’arte non va in vacanza e mantiene inalterata la propria vitalità al di là dei fattori contingenti che regolano l’esistenza quotidiana. Non bada a date e ricorrenze: resta al di sopra delle parti, sospesa nel tempo e nello spazio. Folies d’hiver (inaugurazione alle ore 19) ne è una prova. L’esposizione allinea le prove di autori diversi ma stretti tra loro dalla comune tendenza a ribadire tale concetto trasformando la Villa in un palcoscenico ove esercitare le loro folies. A partire dalla performance dei Masbedo (attivi dal 1999) I Have a dream, yet (2016) che trasforma la Cisterna in uno studio ove mettere in scena l’utopia che alimenta il loro processo creativo. La pittura è al centro delle installazioni Known Unknown (2016) di Nick Devereux (1978) nel Salon des Pensionnaires (una serie di ritratti integrano quelli che già decorano la sala), Sans titre (2016) di Nick Oberthaler (1981) nel Salon de Musique (una serie di dipinti posti in soluzione speculare a determinare un unico impianto cromatico) e Sans titre (2016) di Marieta Chirulescu (1974) nell’ex studio di Balthus (tessuti colorati e, in alcuni casi, segnati da tracce grafiche occupano il pavimento ribaltando la visione tradizionale del piano pittorico). Achraf Touloub (1986) con Sans titre (conditions) (2016) interviene in una stanza dell’Appartamento del Cardinale. In omaggio al recupero degli ambienti storici della Villa compiuto da Balthus e, in tal senso, al suo ruolo di testimone del passato, Touloub depone un manufatto tessile, simile ad un bassorilievo, su un mobile della stanza completando idealmente il processo reintegrativo (tecnico ed intellettuale) avviato dall’artista quand’era direttore dell’Accademia.

Alle ore 20.30, Jean-Paul Goude presenta il documentario So Far So Goude in cui racconta il suo percorso artistico fotografando un’epoca: dalla New York di Andy Warhol a Grace Jones, di cui è stato il pigmalione, dall’eclatante sfilata del bicentenario della Rivoluzione francese alla celebrazione dello “Style Beur”, dalle pubblicità della Kodak a quelle di Chanel. Nel corso dell’incontro che precede la proiezione, il grande maestro della pubblicità ripercorre la sua lunga carriera, rievocando i progetti e gli incontri che l’hanno segnata.

Incontri in italiano con traduzione in francese o in francese con traduzione in italiano.