I giovedì della Villa – Haffner | Claire Fontaine | Meurisse

Roma - 23/06/2016 : 23/06/2016

L’Accademia di Francia a Roma presenta un programma di musica, arte contemporanea e racconto a fumetti, che ospiterà la pianista Caroline Haffner, il collettivo artistico Claire Fontaine, e Catherine Meurisse, disegnatrice del settimanale satirico Charlie Hebdo.

Informazioni

Comunicato stampa

ACCADEMIA DI FRANCIA A ROMA – VILLA MEDICI

I giovedì della Villa
Questions d’art

Giovedì 23 giugno 2016

19.00 - Piano recital, concerto di Caroline Haffner
Brani di:
Fryderyk Chopin Nocturne no.1 op. 48, Ballade no. 4, op

52
Franz Liszt Cahiers d'Italie, Venezia e Napoli
Claude Debussy Préludes, La sérènades interrompue, La fille aux cheveux de lin, L'isle joyeuse

20.30 - Art Club #6 - installazione performance di Claire Fontaine
a cura di Pier Paolo Pancotto

21.30 - La Légèreté incontro con Catherine Meurisse,
disegnatrice del settimanale Charlie Hebdo


ingresso gratuito nel limite dei posti disponibili


Giovedì 23 giugno l’Accademia di Francia a Roma presenta un programma di musica, arte contemporanea e racconto a fumetti, che ospiterà la pianista Caroline Haffner, il collettivo artistico Claire Fontaine, e Catherine Meurisse, disegnatrice del settimanale satirico Charlie Hebdo. È il penultimo appuntamento del ciclo I giovedì della Villa - Questions d’art, che si concluderà il 30 giugno con il Teatro delle esposizioni #7, mostra dedicata ai borsisti attualmente in residenza.

Apre il programma alle ore 19 la virtuosa del pianoforte Caroline Haffner che eseguirà il Nocturne no. 1, op. 48 e la Ballade no. 4, op. 52 di Frydeyk Chopin, Venezia e Napoli, dai Cahiers d’Italie di Franz Liszt, e brani dal repertorio di Claude Debussy, tra cui i celebri Préludes. Discendente del borgomastro salisburghese dedicatario della celebre sinfonia mozartiana, Haffner è stata allieva di Alfred Cortot, Samson Francois e Pierre Sancan. Oltre il repertorio classico, l’artista interpreta regolarmente brani di musica contemporanea (Yves Prin, Renaud Gagneux, Philippe Fénelon).

Alle 20.30 l’appuntamento conclusivo della rassegna Art Club curata da Pier Paolo Pancotto è dedicato al collettivo artistico Claire Fontaine. Il progetto concepito per l’Accademia di Francia a Roma si ispira al contesto storico e culturale dell’Istituzione e si articola in una serie di interventi che coinvolgono l’intero complesso architettonico di Villa Medici. Il progetto si basa su uno dei sistemi espressivi più ricorrenti nel percorso creativo di Claire Fontaine, il ready made, rielaborato e sviluppato in considerazione delle specifiche esigenze imposte dal luogo. Comune denominatore sarà un altro leitmotiv nella ricerca del collettivo, l’analisi dell’individuo condotta in relazione alle evoluzioni culturali e sociali del suo tempo, sia passato (la storia) che prossimo (la cronaca).

Alle 21.30, Catherine Meurisse presenterà il suo ultimo libro La légèreté (edito in Francia da Dargaud). Il 7 gennaio 2015 Catherine Meurisse è scampata per un banale ritardo alla strage che ha decimato la redazione del settimanale satirico Charlie Hebdo, amici e colleghi con i quali lavorava da oltre dieci anni. In seguito al trauma la disegnatrice perde la voglia di disegnare e la leggerezza del vivere, fino a intuire che la ricerca della bellezza può essere per lei un’àncora di salvezza. Catherine parte in Normandia sulle tracce di Proust, torna a guardare il mare e a camminare nei boschi; infine vola a Roma, e si rifugia a Villa Medici, “un luogo che incarna la bellezza, le arti e la memoria”, dove finirà per trascorrere l’autunno. La légèreté racconta il ritorno al disegno e alla vita, di pari passo alla riappropriazione dei ricordi precedenti l’attentato. Le diverse tecniche di disegno variano di pagina in pagina ritrovando gradualmente i colori, come la ricerca di rinascita procede di pari passo alla ricerca di una nuova scrittura in forma di fumetto.