Una mostra collettiva di sei giovani artisti della Void Art School di Derry (Irlanda del Nord) e di sei fotografi provenienti dall'Istituto Superiore di Fotografia e Comunicazione Integrata di Roma.

Informazioni

Comunicato stampa

Il 22 settembre inaugura nei nuovi spazi dell’ISFCI HOMECOMING, una mostra collettiva di sei giovani artisti della Void Art School di Derry (Irlanda del Nord) e di sei fotografi provenienti dall'Istituto Superiore di Fotografia e Comunicazione Integrata di Roma. Le opere sono state realizzate nel corso di due workshop guidati, a Derry, da Paola Bernardelli e Damien Duffy e, a Roma, da Ottavio Celestino in collaborazione con Andrea Calabresi



La mostra è la fase conclusiva del secondo ciclo del progetto triennale The Trilogy curato da ALA Accademia Libera delle Arti e nato nel giugno 2013 dalla collaborazione tra l’ISFCI e la VOID Art School con l’obiettivo di vivere un’esperienza formativa e artistica basata sul confronto e il dialogo tra culture e discipline diverse.

Le opere in mostra sono frutto di una riflessione corale e individuale sull’idea del ritorno alle nostre radici, agli affetti originari, a un luogo fisico / mentale conosciuto, amato, odiato, sognato, rimosso. Nell’idea del ritorno c’è la possibilità di un cambiamento avvenuto o prossimo, uno scarto tra passato e presente che determina il volgersi degli eventi.
I giovani artisti Eliana Bambino, Joe Carlin, Shauneen Colhoun, Eoghan Deane, Gianmaria De Luca, Vincent Fahy, Giorgia Fanelli, Pierpaolo Lo Giudice, Andrea Musicò e Niamh Roberts hanno utilizzato diversi approcci espressivi per dare forma al proprio percorso creativo. Ai loro lavori si aggiungeranno quelli di Agnese Sbaffi ed Emma Nicholas che hanno partecipato alla prima edizione.

Come per l’anno precedente, nel mese di dicembre la mostra verrà allestita alla Void Gallery a Derry.


ALA Accademia Libera delle Arti è una piattaforma di educazione e arte contemporanea che elegge gli artisti come figure centrali del processo di apprendimento e di insegnamento inteso come spazio di libertà creativa. Gli artisti invitati da ALA sperimentano azioni educative nei diversi contesti con l’obiettivo di produrre immaginari sociali alternativi e attivare un cambio di prospettiva che permetta di condividere modelli positivi e democratici di diffusione del sapere attraverso l’arte contemporanea. www.alagroup.org
ISFCI – 
Fondato a Roma nel 1985, nello storico quartiere di San Lorenzo, l’Istituto Superiore di Fotografia e Comunicazione Integrata si è presto imposto come importante riferimento didattico nella formazione di fotografi professionisti.
Da sempre la missione della scuola è quella di fornire agli studenti strumenti professionali aggiornati per l’inserimento nel mondo del lavoro insieme alla capacità di sviluppare autonomamente il proprio talento creativo, mantenendo sempre alta l’attenzione nei confronti dei linguaggi fotografici contemporanei, in grado di attraversare culture, frontiere, mercati. www.isfci.com
VOID Art School
è stata fondata nel 2006 in concomitanza al programma di residenza d’artista di Damien Duffy. Modello educativo innovativo e autonomo, la scuola opera al di fuori dei programmi scolastici prestabiliti e dell’istruzione formale, offrendo a giovani artisti la possibilità di formarsi in un ambiente di apprendimento positivo, sperimentale e rigoroso. Nata originariamente con l’intento di introdurre studenti dell’ultimo anno di liceo alla pratica dell’arte contemporanea, Void Art School ha ampliato la sua sfera di competenza includendo giovani artisti provenienti dai licei o dalle università, nonché artisti a inizio carriera. La scuola ha sviluppato un rigoroso programma didattico basato sull’esperienza pratica; i progetti, di carattere appunto pratico, vengono elaborati durante tutorial individuali e gli artisti incoraggiati ad adottare un approccio critico rispetto al proprio lavoro e al lavoro altrui. www.derryvoid.com
Si ringrazia il British Council in Irlanda del Nord per il supporto dato all’iniziativa