Her/Him

Bari - 06/10/2011 : 27/10/2011

Uno dei temi più antichi e sfruttati dellʼarte: il nudo. Lʼindividuo spogliato, il corpo senza abiti, quello che siamo abituati a vedere tutti i giorni, ma che rimane sempre un insuperabile tabù, carico comʼè di pudore e di vergogna, di intimità e distanza. Tre artisti mettono in mostra la loro visione della nudità.

Informazioni

Comunicato stampa

Uno dei temi più antichi e sfruttati dellʼarte: il nudo. Lʼindividuo spogliato, il corpo senza abiti, quello che siamo
abituati a vedere tutti i giorni, ma che rimane sempre un insuperabile tabù, carico comʼè di pudore e di
vergogna, di intimità e distanza.
Tre artisti mettono in mostra la loro visione della nudità:
Hernan Chavar disegna mutazioni teriomorfe, metamorfosi da umano in animale in un erotico e violento
movimento di corpi. La bestialità delle persone e lʼumanità degli animali si confondono in figure troglodite e
carnali, che si accoppiano e si mostrano in volgari e deliranti pose


Konstantinos Karapidakis scioglie la figura femminile in una energica pittura espressiva, colate di colore e
gesti visibili traducono la delicatezza delle forme in forza emotiva. Il corpo di donna liquefatto dal colore
riconduce allʼantico legame tra liquidità e femminilità, che inquieta e seduce.
Katina Petrova fotografa giovani artisti italiani immersi nella loro poetica, gli elementi del lavoro artistico
diventano location per ritratti che parlano della persona e dellʼarte. Lʼintimità della nudità e lʼappartenenza
emotiva al proprio lavoro artistico, diventano opera di “un altro” che attraverso la foto si appropria di una
soggettività fisica e mentale.
La scelta di un tema classico della storia dellʼarte, ma anche una riflessione sul corpo e sulla persona, sul
nostro stato primordiale, sullʼapparenza ingannevole che si abbandona mettendosi completamente a nudo.
Una mostra che raccoglie foto e disegni, lasciando tracce di una contemporaneità fatta di ricerca e analisi, tre
artisti che sono anche tre diverse nazionalità, unʼincontro di stili e di culture, di origini e di modi di affrontare la
stessa universale tematica.