Gusto visivo – Elio De Luca

Firenze - 21/01/2022 : 21/03/2022

In occasione del mese in cui si celebra l'amore, le sale del ristorante GROUND, del bar e della hall accolgono la collezione di De Luca, dedicata al Cantico dei Cantici, interpretazione di uno dei testi più lirici e inusuali delle sacre scritture, che narra di una delicata storia d'amore tra due giovani protagonisti.

Informazioni

Comunicato stampa

GUSTO VISIVO

ELIO DE LUCA PER IL PLAZA HOTEL LUCCHESI



A cura dell'Associazione Culturale KEEP ART

Plaza Hotel Lucchesi – Lungarno della Zecca Vecchia, 38 – FIRENZE

Durata mostra dal 21 gennaio al 21 marzo 2022

Ingresso gratuito tutti i giorni



Siamo lieti di invitarvi alla mostra GUSTO VISIVO dedicata all’artista ELIO DE LUCA, progetto culturale che unisce arte e ristorazione, una mixology di forme e colori, che si incontrano attraverso il gusto di una proposta gastronomica creativa, uniti dalla ricerca e il desiderio di regalare emozione



PLAZA HOTEL LUCCHESI sostiene questo progetto basato su un turnover di mostre bimestrali ed una serie di eventi, ad esse dedicati.

In occasione del mese in cui si celebra l'amore, le sale del ristorante GROUND, del bar e della hall accolgono la collezione di De Luca, dedicata al Cantico dei Cantici, interpretazione di uno dei testi più lirici e inusuali delle sacre scritture, che narra di una delicata storia d'amore tra due giovani protagonisti.

De Luca, é un artista italiano da più di venti anni attivo nel panorama dell’arte contemporanea internazionale, da sempre analizza, studia ed esprime grandi temi esistenziali, attraverso la sua arte. Realizza opere di delicata bellezza, figure eteree dalle linee caratteristiche con occhi espressivi, iconici, profondi, frutto di una sensibilità introspettiva.

Le tele, grandi, imponenti, sono realizzate per questa collezione interamente con foglia d'oro, per celebrare la grandezza del Cantico e l'amore nel suo massimo lustro.

L’importanza delle opere di Elio De Luca è stata riconosciuta anche in sedi internazionali, come il M'ARS Contemporary Art Museum di Mosca, il Foreign Art Museum di Riga, il Centro per l’Arte Contemporanea di Miami e quello di Santa Fé e lo Spazio Italia di Pechino. Inoltre una sua collezione di opere del Cantico dei Cantici, è stata selezionata per far parte del Museo San Domenico di Arte Sacra di Prato.