Gola Hundun – Intelligenza Vegetale

Bologna - 20/02/2016 : 18/03/2016

La mostra presenta una serie di dodici dipinti ad acquarello, alcuni dipinti su tela e una grande opera di cm 200 x 150. Tutte le opere sono inedite e realizzate appositamente per questa esposizione.

Informazioni

  • Luogo: PORTANOVA12
  • Indirizzo: Via Porta Nova 12 - Bologna - Emilia-Romagna
  • Quando: dal 20/02/2016 - al 18/03/2016
  • Vernissage: 20/02/2016 ore 18
  • Autori: Gola Hundun
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: Lunedì - Sabato 16.30 - 19.30

Comunicato stampa

TESTO CRITICO

Quello che sto per dirti può sconvolgerti ma dovrai accettarlo, che ti piaccia oppure no. E’ un fatto puro e semplice: gli umani non sono le creature più evolute del pianeta Terra.

Credimi, è la verità. Ci sono altri organismi che abitano questo mondo, diffusi intorno a noi in ogni angolo del globo e adattati a habitat estremi o inospitali, da cui dipendiamo in ogni aspetto della nostra esistenza



Questi esseri hanno più di cinquecento milioni di anni di evoluzione alle spalle, hanno organi di senso infinitamente più sviluppati e possono contare su una rete globale di informazioni al cui confronto Internet è solo un giocattolo difettoso.

No, non sono strane creature aliene o entità interdimensionali, sto parlando delle piante.

Basandosi sul testo di Sandro Mancuso e Alessandra Viola “Verde brillante”, che raccoglie e analizza le ultime scoperte in materia di funzioni intellettive del mondo vegetale, Gola Hundun cerca di tradurre in immagini le capacità strabilianti della vita arborea per portarle alla tua conoscenza.

Metti da parte il tuo antropocentrismo e lasciati accompagnare tra messaggi chimici e radici neurali, alleanze di insetti e funghi, muffe in codice e moduli frattali nella vita sconosciuta delle piante.

Non ve ne pentirete e quando ne uscirete non sarete più quelli di prima. (M.Pollan)

Antonella Perazza

GOLA HUNDUN – BIO

Gola Hundun, nato a Cesena nel 1982, indaga nel suo operare il rapporto tra umanità e biosfera. La sua scelta vegetariana, iniziata fin dall’età di sedici anni, lo accosta, insieme al suo operare, più alla sfera animale che a quella umana.

I suoi interessi sono rivolti al confronto tra collaborazione e dominazione, in ambiti che coinvolgono lo sciamanismo, un ritorno alla terra, il vegetarianismo, le energie e la spiritualità.

Ancor prima dell’apprendistato artistico di Gola, presso il Liceo Artistico di Ravenna, già all’età di dodici anni inizia la sua attività di street-artista quale esecutore di graffiti con la tecnica del lettering sui muri della sua città, per rivolgersi ben presto, a partire dai quattordici anni, ad un’attività artistica privata rivolta ad una ricerca illustrativa e pittorica.

Successivamente si iscrive all’Accademia di Belle Arti di Bologna ove consegue la Laurea nel 2006.

Dal 2004 si trasferisce a Barcellona (ove vive e lavora) dove viene influenzato dagli artisti locali che operano nell’ambito della street art e che lo inducono a riprendere la sua originaria attività di artista muralista.

Il primo decennio degli anni 2000 rappresenta per lui un periodo di ricerca e di crescita che lo vede muoversi tra Italia, Spagna e tutta Europa, fino al 2010, quando trascorre un semestre di residenza in Quebec. Da lì la sua attività si espande in senso globale portando la sua presenza in Brasile (2010), Palestina (2011), Russia e Giappone (2012), Kazakistan (2013) e U.S.A. (2014).

Da questi suoi viaggi e permanenze ha tratto stimoli per accrescere i suoi rapporti con le culture locali e l’attenzione per la sacralità, la zoologia e la personalità psicologica delle diversità antropomorfiche, animali e vegetali.



ALCUNE MOSTRE PERSONALI

2015: Olio Santo, Pigment Workroom, Bari
2013: Animalismo Magico, Santarcangelo di Romagna
2012: Flow Master, Gorky Park, Mosca
2011: Vegetacao, Tag & Juice, San Paolo, Brasile; Hibrido (con Paulo Auma), CCC, Curitiba, Brasile
2010: Adventure Beyond of Ultra World (con Kenor), Base Elements, Barcellona
2009: Il Sogno dell’Arcigufo, 36A Space Gallery, Bellaria, Rimini


COLLETTIVE

2015

“Evolucion”, Honeycomb Gallery, Buenos Aires; “Strett Meet”, Wurzburg, Germania; “Subsidenze”, Bonobolabo, Ravenna; “Restart”, Imola; “Viavai Exhibition”, Don Gallery, Milano; “Eurotopia”, La Escocesa, Barcellona

2014

“4 Seasons Projects”, Amsterdam; “Biennale del Disegno, Museo della Città, Rimini; “Scrittura disegnata”, Musas, Sant’Arcangelo di Romagna; “Mucchio Selvaggio III”, D406, Modena; “Viavai Project”, Imperial Town, Casarano (Lecce); “Dolomiti Contemporanee”, Nuovo Spazio Espositivo, Casso (Belluno); “Sagra della Street Art”, Reggio Emilia

2013

“Cash Cans and Candy”, Hilger Brotkunst Halle, Vienna, “Artbat Fest”, Almaty, Kazakistan; “Icone 5.9”, D406, Modena

2012

“Nuiguru”, Uma et Merdre, Tokyo; “Suburban2”, Bunker, Torino; “Outer Space Festival”, Poznan, Polonia; “Las Paredes Hablan”, Mutuo, Barcellona

2011

“Barcelona Finest”, Celal Gallery, Parigi; “La Memoria Non Si cancella”, SS9 Teatro, Reggio Emilia; “Artaq 1 Bruxelles”, Espas-art22, Bruxelles; “Artaq 1 Lyon”, Galerie Confluence, Lione

2010

“Artaq 1 Berlin”, Stattbad Wedding, Berlino; “Artaq 1 Paris”, Espace Beaurepaire, Parigi; “Pintalla”, Antigua Casa Haiku, Barcellona; “Ritual, Red Magic”, complesso case popolari, Reggio Emilia; “Hello Nasty, infart”, Castello degli Ezzelini, Bassano del Grappa; “Invasioni e Terapie”, Palazzo Fogazzaro, Schio, Vicenza; “Gasbukn”, Morgan Bridge, Quebec City; “Artaq Prize”, Angers; “Save Our Skiers”, LAB 610 XL, Feltre; “Ritual”, Aperitivos Visuales, Tenerife

2009

“(H)earth 2nd”, Art-Port, Udine; “400ML 2”, Chateau des Izards, Couloinieix-Chamiers; “Degli uomini selvaggi e d’altre forasticherie”, LAB610 XL, Servo di Sovramonte, Belluno; “400ml 2”, Maison des Metallos, Parigi; “Pop Up!”, MAC, Ancona; “Digital is Human-Digital Entertainment”, Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia, Milano; “Street Without Wall”, Museo della Misericordia, Firenze; “Europa Underground”, Club Studio Gallery, Lodi; “My Place”, Milano

2008

“Spray contra la Fam”, Miscelanea, Barcellona; “Sketchel Group Show”, Mondo Pop, Roma; “Sparrow Group Exhibition”, Kiev; “400ml”, Maison des Metallos, Parigi; “Grafiteros and Dj contra la Fam”, Los Encantes, Barcellona; “Premio Italian Factory 2008”, Fabbrica del Vapore, Milano; “Tres Amigos Show”, Base Element; Barcellona; “Infart3”, Museo Civico, Bassano del Grappa, Vicenza; “Visual Slang 2008”, Abrons Arts Center, New York; “Manifesta7”, Città al Muro, Trento; “Loop Festival”, Districto Quinto, Barcellona; “Platano Rock”, Tenerife; “Happy Monsters Assault!!”, Pure Evil Gallery, Londra; “Expopo#3”, Café Milans, Barcellona; “ARTshake2”, Galleria civica di arte contemporanea, Termoli;

PREMI E RESIDENZE

2013: Bocanord – premio di arte murale – Barcellona
2011: Poliniza – premio di arte murale – Valencia
2010: Artaq Prize – premio di strett art – Francia; Residenza Est-Nord-Est – semestre primaverile 2010 – Quebec
BIBLIOGRAFIA

“Wild Art”, Phaidon International; “Mammoth Book of Street Art”, edited by Jake, Constable & Robinson (UK); “Graffiti 365”, Jay “j.Son” Edlin (U.S.A.); “Poliniza 2010Y2011”, UPV (Spagna); “Los Nombres Esenciales del Arte Urbano y del Graffiti Espanol”, Mario Suarez (Spagna); “Graffiti Now”, Aooa (Cina); “400ML”, Gautier Jourdan, (Francia); “Pop Up”, Franco Cosimo (Italia); “Artaq Bookzine, 2010”, Ysam Artaq (Francia).