Giuliana Bruno – Atlante delle Emozioni

Firenze - 05/06/2015 : 05/06/2015

Giuliana Bruno, autrice del volume edito da Johan & Levi "Atlante delle emozioni", racconta questo volume che è un viaggio visivo fra le arti, in cui il voyeur diventa voyageur mentre erompe con forza la connessione fra corradicali sight e site, motion ed emotion. Con lei l'artista Anna Franceschini e la curatrice di eventi di architettura Emilia Giorgi.

Informazioni

Comunicato stampa

Giuliana Bruno, autrice del volume edito da Johan & Levi "Atlante delle emozioni", racconta questo volume che è un viaggio visivo fra le arti, in cui il voyeur diventa voyageur mentre erompe con forza la connessione fra corradicali sight e site, motion ed emotion. Con lei l'artista Anna Franceschini e la curatrice di eventi di architettura Emilia Giorgi



Che cos’è la “geografia emozionale”? È questa la domanda a cui Giuliana Bruno risponde attraverso le pagine del suo Atlante delle emozioni, un sapiente e avvincente excursus che va dalla geografia all’arte, dall’architettura al design e alla moda, dalla cartografia al cinema, avventurandosi in un paesaggio vario e incantevole nel tentativo assolutamente originale di condensare in un’unica mappa la storia culturale delle arti visive e dello spazio. Vedere e viaggiare – sostiene l’autrice – sono inseparabili, e lo dimostra grazie a un montaggio evocativo di parole e immagini che trasformano il voyeur in voyageur, rivelando che non solo sight (vista) e site (luogo), ma anche motion (moto) ed emotion (emozione), sono irrevocabilmente connessi.
Trasportandoci attraverso movimenti artistici, traiettorie storiche e memorie culturali, Bruno dischiude il mondo delle immagini emozionali. Nel farlo, ci parla del lavoro di artisti come Gerhard Richter, Annette Messager, Rachel Whiteread, Louise Bourgeois; di architetti come Daniel Libeskind e Jean Nouvel; dell’opera di numerosi cineasti tra cui Peter Greenaway e Roberto Rossellini, Chantal Akerman e Jean-Luc Godard, Michelangelo Antonioni e Pier Paolo Pasolini, Wim Wenders e Wong Kar-wai; dell’architettura del cinema e dei suoi precursori: gabinetto delle curiosità, museo delle cere, teatro anatomico, lanterna magica, georama e panorama, design di giardini, vedutismo, le arti della memoria e della mappatura; e dei suoi stessi viaggi in Italia, il paese in cui è nata.
L’affascinante e ardito viaggio visivo in cui Giuliana Bruno ci fa da guida propone a ogni svolta viste e interpretazioni inedite. Atlante delle emozioni è una mappa affettiva che ci mette in contatto con i paesaggi mentali e i mondi interiori di quella che l’autrice ha battezzato “geografia emozionale”, una pregnante categoria interpretativa ripresa dagli studiosi di tutto il mondo.

Giuliana Bruno, nata a Napoli, dal 1980 vive a New York. Emmet Blakeney Gleason Professor of Visual and Environmental Studies presso l’Università di Harvard, è autrice di numerosi saggi tra cui il pluripremiato Rovine con vista. Alla ricerca del cinema perduto di Elvira Notari (1995) e Pubbliche intimità. Architettura e arti visive (2009). Il suo ultimo libro, Surface (2014), ha ricevuto numerosi riconoscimenti.