Giorgio Vazza – Orizzonti

San Pietro di Feletto - 26/09/2015 : 24/10/2015

Vazza presenterà alcune opere pittoriche dedicate ai luoghi visti attraverso memorie di viaggio. È una pittura essenziale, in cui il segno sintetico si accompagna alla morbidezza sfumata dei colori.

Informazioni

  • Luogo: ANTICO EREMO CAMALDOLESE
  • Indirizzo: Rua di Feletto - San Pietro di Feletto - Veneto
  • Quando: dal 26/09/2015 - al 24/10/2015
  • Vernissage: 26/09/2015 ore 17,30
  • Autori: Giorgio Vazza
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: La mostra rimarrà aperta fino a sabato 24 ottobre nei seguenti orari: dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 13.00, martedì e giovedì dalle 14.00 alle 18.30 e sabato dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 18.00.
  • Sito web: http://www.giorgiovazza.com

Comunicato stampa

Sabato 26 settembre 2015 alle ore 17.30 presso l’Antico Eremo Camaldolese Sede Municipale in Rua di Feletto a San Pietro di Feletto TV verrà inaugurata la mostra ORIZZONTI, personale di pittura dell’artista bellunese Giorgio Vazza. L’evento è organizzato dal Comune di San Pietro di Feletto e dall’Assessorato alla Cultura in collaborazione con il Comitato di Biblioteca. La personale curata da Claudia Meneghin verrà presentata dal critico Corrado Castellani.

Vazza presenterà alcune opere pittoriche dedicate ai luoghi visti attraverso memorie di viaggio

E sarà quindi un susseguirsi di montagne imponenti e cieli plumbei, terreni fertili e distese di ghiaccio, luci improvvise e grigi colore. È una pittura essenziale, in cui il segno sintetico si accompagna alla morbidezza sfumata dei colori alla ricerca/riscoperta di un rapporto vero e reale con la Terra. La natura infatti è al centro della rappresentazione con la sua forza, con il ciclo delle stagioni e della vita. E l’uomo? L’uomo è comunque presente. Può essere quella piccola figura in cammino alle pendici di una montagna, oppure un pastore in viaggio con il suo gregge. È un uomo perennemente errante nel suo vivere nel mondo. Ma può essere anche osservatore, perché quello che Vazza propone è un modo di vedere la natura e la vita e le immagini delle sue opere cosa altro sono se non il suo sguardo sul mondo?