Giorgio Griffa – Un mondo astratto non basta

Genova - 26/02/2021 : 24/04/2021

Genova rinnova il proprio legame con l'artista torinese, tra i più significativi del dopoguerra.

Informazioni

  • Luogo: ABC ARTE
  • Indirizzo: Via XX Settembre 11a (16121) - Genova - Liguria
  • Quando: dal 26/02/2021 - al 24/04/2021
  • Vernissage: 26/02/2021 ore 10.30
  • Autori: Giorgio Griffa
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: su appuntamento

Comunicato stampa

Giorgio Griffa
Un mondo astratto non basta
26 Febbraio – 24 Aprile 2021

catalogo con intervista-dialogo tra Leonardo Caffo e Giorgio Griffa
e saggio critico di Alberto Fiz


Venerdi 26 Febbraio ABC-ARTE apre la nuova stagione con l’inaugurazione della mostra personale di Giorgio Griffa Un mondo astratto non basta.
Genova rinnova il proprio legame con l'artista torinese, tra i più significativi del dopoguerra. Del resto, sono state di particolare rilevanza le sue presenze negli anni ‘70 alla Galleria Bertesca e Samangallery e negli anni '80 alla Samangallery, La Polena e Studio Bonifacio



Un mondo astratto non basta, si pone in continuità con la personale realizzata da ABC-ARTE nel 2015 Esonerare il mondo, a cura di Ivan Quaroni e la collettiva ospitata nel 2018 Absolute Painting. Giorgio Griffa, Tomas Rajlich, Jerry Zeniuk, a cura di Flaminio Gualdoni.

La selezione delle circa quaranta opere si concentra in particolare su un nucleo di lavori storici degli anni '70 dove Griffa, affiancandosi alla Pittura Analitica ed all'indagine dell'Arte Povera, sviluppa un’indagine personale che porta ad un superamento dei concetti tradizionali di pittura, identificando una nuova forma di conoscenza. “Io non rappresento nulla, io dipingo”, è la sua dichiarazione di poetica espressa nel 1972. Da allora, la sua arte non dà certezze ed è un interrogarsi perenne sulla pittura, sulla sua intrinseca intelligenza e sulla sua ridefinizione.

Per Griffa dipingere è un’azione che si pone come la totalità intorno alla quale ragionare, un mezzo non un fine che si relaziona con gli altri campi del sapere quali la filosofia, la scienza o la musica.


In occasione dell'inaugurazione della mostra, viene presentato il nuovo volume monografico dedicato a Griffa edito da ABC-ARTE con un’intervista-dialogo tra l’artista ed il filosofo Leonardo Caffo che nasce da un lungo scambio epistolare (da qui il titolo della mostra) e un saggio critico di Alberto Fiz.




Giorgio Griffa
Un mondo astratto non basta

26 Febbraio – 24 Aprile 2021

ABC-ARTE
Via XX Settembre 11/A Genova
T.010.86.83.884
[email protected]
www.abc-arte.com

















Notizia biografica sintetica dell'artista:

Giorgio Griffa è nato a Torino nel 1936. Vive e lavora a Torino.
Inizia la attività espositiva nel 1968. Collabora con Gian Enzo Sperone sino a quando egli sposta la sua galleria a Roma.

In seguito collabora con altre Gallerie (Sonnabend a New York e Parigi, Martano, Salzano, Biasutti a Torino, Toselli, Ariete, Templon, Lorenzelli, Milione, Guastalla a Milano, Samangallery a Genova, Godel, Primo Piano, Malborough, E.Tre, Mara Coccia, Oddi Baglioni, Marino, Lorcan O'Neill a Roma, Casey Kaplan a New York, eccetera) ed espone in varie manifestazioni, quali Prospect 69 e 73 a Dusseldorf, Processi di pensiero visualizzati al Kunstmuseum di Lucerna 1970, Contemporanea al Parcheggio di Villa Borghese Roma 1973, Biennale di San Paolo 1977, Biennale di Venezia 1978, 1980 e 2017, L’informale in Italia alla GAM Bologna 1983, Un’Avventura Internazionale al Castello di Rivoli 1993, Arte Italiana Ultimi quarant’anni alla GAM Bologna 1998, Le soglie della pittura nella Rocca Paolina Perugia 1999, personale alla GAM di Torino 2001, Time & Place al Moderna Museet Stockholm 2008, MACRO Roma 2011, Trinity College Dublino nel 2014, Centre Art Contemporain Ginevra 2015, Bergen Kunsthall Bergen 2015, Fondazione Giuliani Roma 2016, Fondation Vincent Van Gogh Arles 2016, Museu de Arte Contemporanea de Serralves Porto 2016, Camden Arts Center Londra 2018.


Griffa ha pubblicato vari testi, fra cui: Non c’è rosa senza spine nel 1975, Cani sciolti antichisti nel 1980, Drugstore Parnassus nel 1981, In nascita di Cibera nel 1989, Nelle orme dei Cantos nel 2001, Post Scriptum nel 2005, I flaneur del Paleolitico e Il Paradosso del Più nel Meno nel 2014, Golden Ratio & Shaman nel 2019.


Collezioni pubbliche:

Galleria d'Arte Moderna (GAM), Torino, Castello di Rivoli, Rivoli, Torino, Galleria d'Arte Moderna, Roma, Museo d'Arte di Gallarate, Gallarate, Museo del Novecento, Milano, Gallerie d'Italia - Piazza Scala, Milano, Museo di Arte Contemporanea di Roma (MACRO), Roma, Tate Modern Gallery, Londra, Museo Cantonale d'Arte, Lugano, Dallas Museum of Art, USA, Fundacao de Serralves, Porto.