Giò Ponti / Roberto Sambonet

Milano - 04/04/2017 : 07/05/2017

Architetto, artista, designer, Giò Ponti è stata una delle figure di riferimento per la cultura architettonica del Novecento; straordinario intellettuale, storico direttore delle riviste “Domus” e “Stile”, ha scandagliato il mondo delle arti con vorace curiosità, spostandone spesso i limiti, intrecciando conoscenze e competenze.

Informazioni

Comunicato stampa

Architetto, artista, designer, Giò Ponti è stata una delle figure di riferimento per la cultura architettonica del Novecento; straordinario intellettuale, storico direttore delle riviste “Domus” e “Stile”, ha scandagliato il mondo delle arti con vorace curiosità, spostandone spesso i limiti, intrecciando conoscenze e competenze. Infaticabile, Ponti ha lavorato sempre con grandissima generosità, intrecciando rapporti con alcune tra le maggiori personalità del mondo dell’arte e dell’architettura, amicizie in molti casi coltivate quasi quotidianamente con messaggi e lettere disegnate capaci di trasmettere nel tratto sintetico e continuo di una linea sottile l’affetto di un semplice pensiero


La mostra allestita nella Casa Museo Boschi Di Stefano, nella sala dedicata alle opere di Lucio Fontana, presenta una raccolta di lettere disegnate indirizzate da Giò Ponti a Roberto Sambonet e provenienti dal fondo Roberto Sambonet depositato presso il CASVA - Centro di Alti Studi sulle Arti Visive del Comune di Milano.
Disegni inediti provenienti dai fondi archivistici del CASVA contribuiscono così a definire un nuovo significativo tassello per una storia, quella artistica e architettonica del secondo Novecento, ancora in gran parte da scrivere.