Gianni Moretti – Crisomallo

Todi - 27/08/2017 : 03/09/2017

La scelta di proporre l’artista perugino Gianni Moretti persegue l’intento di Carlo Primieri – ideatore dello spazio e della mostra – di promuovere e valorizzare gli artisti che hanno contribuito allo sviluppo culturale della città di Todi e dell’Umbria, rendendola punto di riferimento e di ritrovo per creativi e intellettuali.

Informazioni

  • Luogo: UNU UNONELL’UNICO
  • Indirizzo: Via Mercato Vecchio, 16 - Todi - Umbria
  • Quando: dal 27/08/2017 - al 03/09/2017
  • Vernissage: 27/08/2017 ore 18
  • Autori: Gianni Moretti
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: dalle h. 10:00 - 12:30, 15:00 - 19:00

Comunicato stampa

Come per le edizioni precedenti, anche quest’anno UNU unonell’unico in occasione del XXXI Todi Festival, con la direzione artistica di Eugenio Guarducci e l’organizzazione a cura dell’Agenzia Sedicieventi, propone la mostra di Gianni Moretti: Crisomallo.

L’esposizione, che sarà visibile per tutta la durata del Festival fino a domenica 3 Settembre, sarà inaugurata Domenica 27 Agosto 2017 alle ore 18:18 presso lo spazio espositivo UNU unonell’unico di via Mercato Vecchio, 16 a Todi (Pg)



La scelta di proporre l’artista perugino Gianni Moretti persegue l’intento di Carlo Primieri – ideatore dello spazio e della mostra – di promuovere e valorizzare gli artisti che hanno contribuito allo sviluppo culturale della città di Todi e dell’Umbria, rendendola punto di riferimento e di ritrovo per creativi e intellettuali.

L’installazione site specific prende corpo dal mito greco di Crisomallo, ariete alato capace di volare e di comprendere il linguaggio umano, il cui vello d’oro arrecava ricchezza e potenza a chi lo possedeva diventando poi oggetto delle imprese di Giasone e gli Argonauti. Moretti reinterpreta questa mitologia inserendo un nuovo elemento al suo “Bestiario”. Un mantello dorato in carta velina trova rifugio e protezione in età contemporanea nell’ambiente voltato del fornice di epoca romano-medievale del peculiare spazio espositivo. Il Crisomallo, custodito tra le solide mura che sorreggono la città, sprigiona luce dorata fra le ombre delle proprie pieghe e quelle generate dalle irregolarità delle pietre in calcarenite infondendo un senso di potenza, sicurezza e preziosità oggi quanto mai necessarie.

Il tema della protezione, si intreccia alla poetica del frammento, dell’indugio, della delicatezza dei materiali e dell’apparente silenzio caratteristici della ricerca artistica di Gianni Moretti che afferma:

“Una volta, scherzando, mi è stato detto che mi sarei lasciato sbranare da un leone che si fosse trovato per caso di fronte a me. Non l’avrei visto perché completamente catturato dal procione che gli stava accanto, acquattato nella sua ombra.

Tutte le mie attenzioni sono sempre andate a quei frammenti, quei residui nascosti nell’ombra. Una sineddoche protettiva in grado di guidarmi all’esplorazione del tutto, dato e cercato solo per piccole parti, meno abbaglianti e dallo statuto incerto”.


Catalogo in galleria con testo di Bruno Ceccobelli.



Gianni Moretti, nasce a Perugia nel 1978. Vive e lavora tra Milano e Berlino.
Nel 2005 si diploma presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna. Dal 2005 la sua ricerca artistica è esposta in mostre personali e collettive in Italia e all’estero, tra le quali: Mongin Art Space, Seoul (South Corea); Museo MAR, Ravenna (I); Museum of Contemporary Art, Lissone (I); Museo di Palazzo Poggi, Bologna (I); Palazzo della Penna, Perugia (I); Werkstatt der Kulturen, Berlino (D), Mestna Galerija, Nova Gorica (SLO); Palazzo Zenobio, Venezia (I); I.S.C.P., New York (USA).

Nel 2008 ha realizzato le scenografie per la “Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi” (Milano). Ha partecipato a due Eventi Collaterali della Mostra Internazionale d’Arte - La Biennale di Venezia: “Round the Clock” nel 2011 e “M-O-D-U-S” nel 2017.

Tra le Residenze Artistiche: Harlem Studio Fellowship, New York (USA), Mongin Art Center, Seoul (ROK), GlogauAir, Berlin (D), C.A.R.S., Omegna (I), Museo CAOS, Terni (I).

Tra i riconoscimenti ottenuti: Nel 2013, Finalista Premio terna 05, Roma; Premio SetUp 2013, Bologna (primo premio); Premio d’Arte Rugabella 2011, Milano (primo premio); Premio San Fedele 2007, Milano (menzione speciale); XXIII Premio Oscar Signorini 2006, Milano (primo premio); Premio Accademia Olimpica Nazionale 2006, Roma (primo premio); Premio Iceberg 2005, Bologna (primo premio); Premio Nazionale delle Arti 2003, Roma (primo premio).

Nel 2015 è nominato Accademico di Merito dall’Accademia di Belle Arti di Perugia.

Dal 2015 è docente di “Anatomia dell’immagine” presso LABA (Libera Accademia di Belle Arti), Brescia.

Il suo lavoro è presente in collezioni private e pubbliche: Museo di Palazzo Poggi, Bologna (I), Museo d’Arte Contemporanea, Lissone (I), Museo MAR, Ravenna (I), Museo dell’Accademia di Belle Arti, Perugia (I)