Gianluigi Toccafondo – Visioni di San Marino

Dogana - 28/11/2015 : 13/12/2015

Una mostra che ha come protagonista un intero paese, la più antica repubblica del mondo, la Repubblica di San Marino, ritratta e riscoperta dall’occhio e dalla mano di Gianluigi Toccafondo.

Informazioni

  • Luogo: VILLA MANZONI
  • Indirizzo: Via 3 settembre 254 - Dogana
  • Quando: dal 28/11/2015 - al 13/12/2015
  • Vernissage: 28/11/2015 no. apertura ore 15
  • Autori: Gianluigi Toccafondo
  • Generi: personale, disegno e grafica
  • Orari: Per tre week end, dal 28 novembre al 13 dicembre. 28/29 novembre 5/6 dicembre 12/13 dicembre 2015 dalle 15.00 alle 19.00, ingresso libero
  • Biglietti: ingresso libero
  • Sito web: http://www.ecf.sm/toccafondo
  • Telefono: +39 0549950125
  • Email: info@ecf.sm

Comunicato stampa

Una mostra che ha come protagonista un intero paese, la più antica repubblica del mondo, la Repubblica di San Marino, ritratta e riscoperta dall’occhio e dalla mano di Gianluigi Toccafondo. La mostra si svolge a Villa Manzoni, nella Repubblica di San Marino per tre week end, dal 28 novembre al 13 dicembre 2015



La mostra nasce dalla collaborazione avviata tra la fondazione Ente Cassa di Faetano – Fondazione Banca di San Marino e l’artista per il progetto Storia dei Castelli della Repubblica di San Marino, una prestigiosa collana editoriale che esplora la storia sammarinese attraverso quella delle comunità che la compongono. Toccafondo, chiamato a realizzare l’opera originale per la copertina del settimo volume Serravalle, ha voluto invece ritrarre tutti i Castelli di San Marino, restituendoci un ciclo di vedute molto suggestivo, nel quale immagini storiche vengono riportate a nuova vita, ed elementi della leggenda e della storia fanno per la prima volta la loro apparizione. La bellezza e l’abbondanza del materiale prodotto dall’artista hanno spinto quindi la fondazione a condividerlo in un’esposizione pubblica. Toccafondo compariva già nella rosa degli artisti che la fondazione desiderava coinvolgere nella Storia dei Castelli, e che conta già nelle sue fila artisti come Tullio Pericoli, Tonino Guerra e Marcello Jori, solo per citarne alcuni. “Siamo stati contentissimi – ha affermato il Presidente dell’Ente Maurizio Zanotti - che Toccafondo abbia accettato l’invito a lavorare su Serravalle ed eravamo certi che ci avrebbe realizzato qualcosa di entusiasmante. Ma devo ammettere che mai ci saremmo aspettati un lavoro così ampio e bello. Un altro bell’aspetto da ricordare è che Toccafondo è nato proprio qui a San Marino, e forse questo ha fatto la differenza.”

Toccafondo racconta: “Quando mi è stato proposto di realizzare i disegni per il progetto “Storia dei Castelli della Repubblica di San Marino” e in particolare per il Castello di Serravalle, inizialmente pensavo di rielaborare gli stemmi; ero rimasto molto affascinato dai colori e dagli elementi popolari come il lupo, la torre rossa, l’albero, la penna… Ma una volta ricevuta la documentazione con leggende, storie e foto di primo novecento come l’olmo in mezzo alla piazza di Montegiardino con i contadini attorno e sopra l’albero, la folla brulicante del mercato di Borgo Maggiore, il trenino che arriva dal mare, i bambini attorno alla fonte di Acquaviva, mi sono appassionato alla vita reale delle varie municipalità ed ho svolto approfondimenti attraverso libri di vecchie cartoline e documentazione sulle trasformazioni di San Marino e i suoi Castelli.” Continua l’artista “Ho cominciato così a lavorare fotocopiando, ingrandendo, manipolando quel materiale fotografico a cui aggiungevo un lupo nei boschi di Domagnano, l’atterraggio dell’aviatore triestino nel 1913 sul pianoro di Fiorentino, elementi magici come il granchio di fiume nell’acqua di Gorgascura a Chiesanuova, ho fatto rivivere il trenino che arriva dal mare e attraversa il castello rosso di Serravalle… La leggenda rappresentata diventa reale e la realtà disegnata diventa leggenda.”

Oltre ai 27 disegni originali realizzati da Toccafondo, la mostra ospita anche un suggestivo “film di carta” realizzato dal Massimo Salvucci e tutti gli “elementi” che compongo progetto Storia dei Castelli: la serigrafia dell’artista, il libro di Serravalle ed il calendario dedicato.



L’artista
Pittore, illustratore, cineasta, Gianluigi Toccafondo (San Marino, 1965) e si presenta come il capofila di quella generazione di pittori prestati all’animazione che sta caratterizzando la scena italiana. Un artista a tutto tondo, innamorato dell’arte grafica, del cinema e delle rispettive ibridazioni e trasformazioni. I personaggi nei suoi disegni e nei suoi video si trasformano, si allungano, si deformano. Toccafondo ci mette poesia e riesce a raccontare con piacevole leggerezza un mondo che vive. Nell’ambito dell’animazione d’autore il suo nome occupa un posto di particolare rilievo. Nel mondo della pubblicità e per la televisione ha realizzato sigle per programmi di successo (Tunnel, Avanzi, Carosello), il logo e la sigla di Fandango, i titoli d’apertura di produzioni cinematografiche d’oltreoceano come Robin Hood di Ridley Scott (2010). Portano la sua firma anche campagne pubblicitarie rimaste famose come quelle per la Sambuca Molinari e per la Levi’s. E’ stato aiuto regista di Matteo Garrone per il film Gomorra. I suoi quadri e disegni “in movimento” sono frutto di una tecnica mista: prima l’immagine viene fotografata dal video, poi ingrandita e distorta con la fotocopiatrice, infine essa diventa supporto per la realizzazione pittorica. Toccafondo dà così corpo a un concetto d’arte multimediale, dove con uno stile e una tecnica raffinata, le forme diventano oggetti fluttuanti, avvolgenti, in un contesto dalle valenze surreali e oniriche. Ha esposto le sue opere in importanti mostre e collabora a riviste culturali e d’arte.


Il progetto Storia dei Castelli della Repubblica di San Marino
Storia dei Castelli della Repubblica di San Marino è un progetto promosso da Ente Cassa di Faetano, Banca di San Marino e Leasing Sammarinese: una collana che vuole delineare - forse per la prima volta, in modo così ampio e sistematico - la storia di San Marino non nella sua forma statuale ma nella fattispecie delle diverse comunità̀ che lo compongono. Il progetto è curato Girolamo Allegretti, accreditato storico del Montefeltro, ed arricchito dal contributo di prestigiosi artisti ai quali viene di volta in volta commissionata un’opera originale che rappresenti il Castello oggetto di studio. Ad oggi gli artisti che hanno collaborato alla Collana sono Tullio Pericoli, Luca Alinari, Marcello Jori, Tonino Guerra, Ubaldo Bartolini, Antonio Possenti e Gianluigi Toccafondo.
La Collana è stata inaugurata nel 2009 con e verrà completata nell’arco dei prossimi due anni.
Altre informazioni sono disponibili sul sito www.ecf.sm

SPOT video realizzato da Massimo Salvucci: canale ECF su Youtube
https://www.youtube.com/watch?v=sz_wTOkkBuY