Giancarlo Sciannella – Di vulcani e zattere

Montemerano - 22/08/2014 : 21/09/2014

Mostra Giancarlo Sciannella. Di vulcani e zattere, curata da Marilena Pasquali per l’Accademia del Libro e la Pro Loco di Montemerano.

Informazioni

Comunicato stampa

Nell’ambito della seconda edizione de “Le Vie della Ceramica”, promossa dal Comune di Manciano e dal Comitato di Frazione di Montemerano, venerdì 22 agosto alle ore 18 si inaugura la mostra Giancarlo Sciannella. Di vulcani e zattere, curata da Marilena Pasquali per l’Accademia del Libro e la Pro Loco di Montemerano



Dello scultore abruzzese – da molti anni attivo a Roma e che vanta importanti partecipazioni a rassegne di primo piano quali il Concorso Internazionale della Ceramica di Faenza (1965-1985), l’ormai storica mostra Alternative attuali a L’Aquila (1987), la Biennale di Scultura di Gubbio (2008), il Premio Michetti di Francavilla al Mare (2010) e la Biennale di Venezia (2011) – verranno esposte una trentina di terrecotte, tecniche miste e carte della sua più recente produzione, punto di arrivo di un percorso coerente e teso che ha saputo individuare nella ceramica non solo un seducente mezzo espressivo ma un vero e proprio ambito linguistico, spazio e voce di una ricerca che va affinandosi sempre più.

Come scrive Marilena Pasquali ad apertura del catalogo che accompagna la mostra, «Giancarlo Sciannella nasce ceramista e diventa scultore. E si tratta di una conquista non da poco e non di tutti, raggiunta grazie a un tenace lavoro di ricerca e di messa in discussione di se stesso che, nell’approfondimento della poetica e nel perfezionamento del mestiere, non tradisce origini e formazione per esaltarle piuttosto in inediti approdi espressivi».

Un brindisi offerto dal Bar Il Glicine concluderà il momento inaugurale, a cui si affianca nelle vie di Montemerano – proprio in questi giorni entrato nel Club dei “Borghi Più Belli d’Italia” – la manifestazione “Le Vie della Ceramica”, mostra-mercato di ceramiche di Castelli, Faenza, Montelupo Fiorentino e Maremma, a cui partecipano le Ceramiche Simonetti di Castelli; Morena Moretti e Luigi Impieri di Faenza; le Ceramiche d’Arte di Dario Vignozzi e la Galleria di Salvatore Mirenda di Montelupo Fiorentino; il Magazzino Giustacuori “Le Ceramiche” di Pitigliano; la Terracotta Artistica L’Etrusco di Sovana; la Csampai Arte di Montemerano.