Generazione anni ’30

Spoleto - 05/04/2014 : 04/05/2014

Si tratta di una generazione, quella degli Anni ’30, caratterizzata da artisti che si sono contraddistinti per la creazione di nuove forme di linguaggio, basate anche sulla ricerca di nuove tecniche e di nuovi materiali, che hanno dato vita e partecipato allo sviluppo di movimenti ed esperienze artistiche, in un clima culturale molto ricettivo e prolifico, tanto da interessare anche il cinema e l’architettura.

Informazioni

  • Luogo: OFFICINA D’ARTE E TESSUTI
  • Indirizzo: Via Plinio il Giovane, 6/8 · 06049 - Spoleto - Umbria
  • Quando: dal 05/04/2014 - al 04/05/2014
  • Vernissage: 05/04/2014 ore 18.30
  • Generi: arte contemporanea, collettiva
  • Orari: 11,00-13,00/ 15,00- 20,00 da sabato a lunedì

Comunicato stampa

Il 5 aprile p.v. l’“Officina d’Arte&Tessuti” di Spoleto inaugura la mostra “GENERAZIONE ANNI ’30 – artisti italiani nati dal 1930 al 1939”, che rimarrà aperta fino al prossimo 4 maggio.
La PRESENTAZIONE sarà fatta dal Prof. Giorgio Di Genova, con la partecipazione anche di alcuni Artisti sabato 5 aprile alle ore 17:00 presso l’HOTEL CLITUNNO, Piazza Sordini, 6 – Spoleto (PG).
L’INAUGURAZIONE si terrà a seguire, alle ore 18:30, presso l’Officina d’Arte&Tessuti, Via Plinio il Giovane, 6-8 – Spoleto (PG)


Si tratta di una generazione, quella degli Anni ’30, caratterizzata da artisti che si sono contraddistinti per la creazione di nuove forme di linguaggio, basate anche sulla ricerca di nuove tecniche e di nuovi materiali, che hanno dato vita e partecipato allo sviluppo di movimenti ed esperienze artistiche, in un clima culturale molto ricettivo e prolifico, tanto da interessare anche il cinema e l’architettura. E’ una generazione che ha vissuto in un contesto storico denso di cambiamenti, novità, provocazioni. Un periodo nel quale sono cambiati i “soggetti” e gli “oggetti”, l’individuo non ha più modo di pensare, i media dettano quotidianamente i tempi, i consumi hanno preso il sopravvento, la fragilità del verbo AVERE ha messo all’angolo la solidità del verbo ESSERE: tutti questi traumi, queste accelerazioni, vengono raccontati con grande lucidità e autentica visione dagli Artisti, anticipando di decenni comportamenti e modalità del vivere quotidiano.
La mostra si presenta come naturale prosecuzione del percorso espositivo delineato nell’ambito della «Rassegna di artisti italiani del Novecento per generazioni». L’iniziativa, nata in collaborazione con la Modern Art consulting di Daniele Taddei, prevede tre appuntamenti con mostre ed approfondimenti riguardanti un periodo della nostra storia fortemente significativo e culturalmente vivace sotto il profilo della creazione artistica, interessando i Maestri del Novecento nati tra il 1920 ed il 1949.