Gabriella Crespi – New Bronze Age

Milano - 14/04/2015 : 19/04/2015

In mostra le nuove versioni di alcuni pezzi storici della famosa designer Gabriella Crespi, personalità carismatica che ha lasciato un'impronta indelebile nella cultura contemporanea del design.

Informazioni

Comunicato stampa

In occasione del Salone del Mobile, che si aprirà a Milano il 14 aprile 2015, e nell'ambito delle manifestazioni del "Fuorisalone", la Galleria RITA FANCSALY presenta la mostra "New Bronze Age", una serie di nuove edizioni limitate di pezzi storici della celebre designer GABRIELLA CRESPI.

In un'epoca in cui ben poche erano le donne designer, GABRIELLA CRESPI, con la sua personalità carismatica, ha attraversato gli anni ‘70 e ‘80 del secolo scorso, lasciando, con il suo talento creativo di artista-designer, un'impronta indelebile nella cultura contemporanea del design



Gli studi di architettura presso il Politecnico di Milano, uniti alla sua capacità di isolarsi per coltivare il gusto del silenzio e della riflessione, fecero si che lei seguisse un percorso creativo assolutamente personale, che non aderiva ad alcun movimento in voga, e conferiva al suo lavoro quel rigore minimalista che applicherà sempre nelle sue creazioni, che traggono ispirazione dalla grandiosa bellezza della natura e dalla potenza della luce.

In controtendenza con quelle che erano le produzioni di design più in voga all'epoca, le sue creazioni, frutto della sua filosofia personale, sono generate dall'incontro di opposti: spazi interiori e natura, materiali poveri audacemente mescolati a materiali preziosi, il rigore della geometria accostato alla morbidezza e al calore di superfici splendenti, ergonomia e funzionalità celati in un'apparente semplicità di linee.
In quegli anni i suoi lavori entusiasmano il pubblico di tutto il mondo, ed i suoi pezzi vanno ad arredare le case di personaggi come re Feisal e lo scià Reza Pahlevi, l’armatore greco George Livanos, attrici come Grace Kelly, i suoi show-room a Milano in via Montenapoleone, e a Roma in via Condotti, sono punto d'incontro dei più bei nomi del jet-set internazionale.

Il forte dualismo che caratterizza tutte le sue creazioni, che comunque è parte integrante del suo temperamento, la spingerà, alla metà degli anni '80, a mettere nuovamente tutto in discussione, lasciando la sua attività di designer per intraprendere un percorso di elevazione spirituale che la porterà in India, alle falde dell'Himalaya, dove risiederà per ben 25 anni.

Al suo rientro a Milano, le viene dedicata una grande mostra monografica dal titolo "Il Segno e lo Spirito", che si tiene nel 2011 a Palazzo Reale, dove in un percorso tematico sono esposte tutte le sue creazioni più significative, dagli esordi degli anni '50 sino agli anni '80, comprendendo le sue celebri "Lune", i suoi "Plurimi", mobili tanto ingegnosi quanto funzionali per la loro possibilità di cambiare forma e funzione, le sue sculture zoomorfe in bronzo e legno, i suoi gioielli realizzati a cera persa, e quant'altro da lei disegnato e prodotto in oltre 30 anni di attività creativa.

Grazie all'impegno ed alla collaborazione della figlia Elisabetta, al suo fianco sin dagli anni '70, GABRIELLA CRESPI presenta questo suo nuovo progetto nel prestigioso spazio della Galleria RITA FANCSALY in via Brera 6 a Milano, punto di riferimento da oltre 20 anni per appassionati e collezionisti di tutto il mondo, cornice ideale per presentare il nuovo tavolo "Ellisse" in bronzo, lo scrittoio "Z" in bronzo, il tavolo "Dama" in bronzo e acciaio ed il mobile-bar "Yang-Yin" in bronzo e lacca, tutti in edizioni limitate a 9 esemplari.
Per la prima volta, inoltre, GABRIELLA CRESPI presenterà un lavoro eseguito "a quattro mani", una nuova versione del suo celebre tavolo "Puzzle", il cui piano è composto da formelle in vetro di Murano, pezzi unici concepiti e realizzati dall'architetto Franco Deboni, internazionalmente noto per le sue creazioni in vetro.