Fujio Nishida

Milano - 21/01/2020 : 21/02/2020

La mostra vuole celebrare i quarant'anni di attività in Italia dell'artista, che nella lunga carriera ha alternato importanti mostre sia in Italia che in Giappone.

Informazioni

  • Luogo: FEDERICO RUI - ARTE CONTEMPORANEA
  • Indirizzo: via Turati 38 - Milano - Lombardia
  • Quando: dal 21/01/2020 - al 21/02/2020
  • Vernissage: 21/01/2020 ore 18,30
  • Autori: Fujio Nishida
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: su appuntamento

Comunicato stampa

Si inaugura MARTEDI 21 GENNAIO la personale di FUJIO NISHIDA dal titolo Still life, in cui verrano esposte otto tele inedite rappresentative dell'ultima ricerca artistica.

Nato nel 1950 a Kobe, in Giappone, dopo la laurea all'Università d'arte di Kanazawa, si trasferisce nel 1980 a Milano per frequentare l'Accademia di Belle Arti di Brera.
Si trasferisce in Occidente portando tutta la tradizione del Sol Levante, iniziando così un percorso di conoscenza che lo porta a unire la tradizione orientale a quella occidentale


Fujio Nishida dipinge dal vero, crea le sue composizioni in studio, una sorta di teatro della natura e dell'anima che lo porta a dipingere non solamente l'oggetto, ma la poesia dell'oggetto stesso, cogliendone l'intima essenza. Il momento piu’ importante della sua creazione è quello in cui egli “forma” la composizione sul tavolo da lavoro. In quel momento di massima concentrazione egli estrinseca totalmente la sua anima; si tratta per lui di seguire un “cerimoniale” quasi paragonabile alla cerimonia del the che i giapponesi tutt’ora praticano e dove azione e misticismo convergono in un solo momento: il pensiero mistico si confonde con l’atto manuale e quest’ultimo si riempie di misticismo.
La natura morta diventa “viva”, vibrante, pulsante di vita propria; si stacca dalla tela e viene incontro a chi la osserva in un desiderio di contatto umanizzato, in cerca di un rapporto di sentimenti e di uno scambio di spiritualita’ con lo spettatore. Una pittura di rara sensibilità quella di Nishida: ogni suo quadro è un istante che si dischiude come una conchiglia per mostrare la perla rara contenuta e concedendole di entrare a far parte della nostra realtà giornaliera.


La mostra vuole celebrare i quarant'anni di attività in Italia dell'artista, che nella lunga carriera ha alternato importanti mostre sia in Italia che in Giappone, tra cui si ricordano le personali alla Galleria 32 (Milano), alla Fujii Gallery Modern (Tokyo), allo Studio F22 (Palazzolo sull'Oglio), al Palazzo della Permanente (Milano), all'Ikeda Museum of 20th Century Art, Ito (Shizuoka) e a Palazzo Bovara (Milano).