Fruit Exhibition 2018 – Burst. A book explosion

Bologna - 01/02/2018 : 09/02/2018

Il titolo della mostra – l’unica tra le sei esposizioni organizzate da Fruit Exhibition che si svolge al di fuori delle mura di Palazzo Re Enzo – può suggerire tante possibilità di lettura: esplosione, scoppio, raffica, scatto, rottura, squarcio. In tutte però è presente l’idea di un’energia che muta la sostanza di qualcosa.

Informazioni

  • Luogo: CAPODILUCCA
  • Indirizzo: Via Capo Di Lucca 12A - Bologna - Emilia-Romagna
  • Quando: dal 01/02/2018 - al 09/02/2018
  • Vernissage: 01/02/2018 ore 19.00 colazione in terrazza 2 febbraio ore 11.00
  • Generi: arte contemporanea
  • Orari: Venerdì 2 Febbraio Apertura ore 17.00 / Chiusura ore 24.00 Sabato 3 Febbraio Apertura ore 15.00 / Chiusura ore 01.30 Domenica 4 Febbraio Apertura ore 12.00 / Chiusura ore 20.00 Lun 05/02 – Ven 09/02 – su appuntamento
  • Biglietti: 6€ valido per le tre giornate, escluso: NIGHT JUICE | white night party | sabato 3 febbraio dalle ore 21.00
  • Sito web: http://www.fruitexhibition.com

Comunicato stampa

Fruit Exhibition


BURST. A BOOKS EXPLOSION

Più di 50 autori reinterpretano il concetto di “libro”



a cura di Chippendale Studio

in collaborazione con Capodilucca Creative Hub



inaugurazione 1 febbraio ore 19.00

colazione in terrazza 2 febbraio ore 11.00

2 | 3 | 4 febbraio 2017

Capodilucca Creative Hub

Via Capo di Lucca 12-12a, Bologna



La mostra BURST

A BOOKS EXPLOSION inaugura giovedì 1 febbraio 2018 alle ore 19.00, a Bologna, presso Capodilucca Creative Hub, anticipando di un giorno l’apertura di Fruit Exhibition, il market internazionale dell’editoria d’arte indipendente (2-4 febbraio 2018).



Domenica 4 febbraio 2018 alle ore 11.00 presso Un Altro Studio (via Capodilucca, 12a), nell’ambito della mostra, si terrà una “Colazione in terrazza" aperta al pubblico.



Il titolo della mostra – l’unica tra le sei esposizioni organizzate da Fruit Exhibition che si svolge al di fuori delle mura di Palazzo Re Enzo – può suggerire tante possibilità di lettura: esplosione, scoppio, raffica, scatto, rottura, squarcio. In tutte però è presente l’idea di un’energia che muta la sostanza di qualcosa.

Burst è anche un termine utilizzato in ambito scientifico per indicare un rapido temporaneo aumento del valore di una grandezza variabile nel tempo. Un picco, un’oscillazione. È quello che fanno gli autori dei libri presentati, selezionati fra quelli realizzati durante il workshop Dummy Photobook di Chippendale Studio: oscillano fuori dagli schemi prestabiliti del linguaggio editoriale e scompongono - fanno scoppiare - i propri progetti in molteplici possibilità di fruizione.



I manufatti in mostra non sempre perdono le caratteristiche che contraddistinguono l’oggetto-libro: l’essere fatto essenzialmente di carta e composto da fogli assemblati attraverso una rilegatura. Spesso, tuttavia, esso viene reinterpretato a tal punto da trasformarsi in un ibrido in bilico fra il libro tradizionale e l’opera d’arte. Del primo condividono, nella maggior parte dei casi, il supporto cartaceo e la dimensione ridotta; dell’opera la possibilità di essere allestita dinamicamente all’interno di uno spazio.

Anche le tirature scelte dagli autori - sempre molto limitate e, in diversi casi, in copia unica - rispecchiano questa duplice natura, inserendoli a pieno titolo nella sfera d’interesse di un collezionismo attento a vie alternative di diffusione del linguaggio fotografico.



All’interno dell’antico mulino medievale Leone Aposa, oggi sede di diverse realtà che operano nel campo della progettazione grafica, web e multimediale, è stata così messa in scena una metaforica esplosione di libri molto differenti fra loro, disseminati per i tre piani dell’edificio. L’esplosione diventa quindi metafora anche dell’allestimento espanso, che occupa i tanti interstizi del luogo in cui avviene, oltre che delle modalità di progettazione degli oggetti in mostra, svincolati dalle loro stesse regole di costruzione.

È la libertà che caratterizza il libro d’artista a permettere l’utilizzo di sovracopertine in grado di aprirsi e trasformarsi in poster, di rilegature che scompaiano a favore di pagine libere da allestire a parete, oppure che la componente scultorea dei libri diventi talmente centrale da richiedere supporti costruiti appositamente per esporli.



Per ulteriori informazioni e per consultare il programma aggiornato visitare il sito www.fruitexhibition.com



_________



Fruit Exhibition è un progetto di Crudo con il sostegno del Comune di Bologna e della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, e segnalato da ART CITY Bologna 2018. www.fruitexhibition.com

Immagine in apertura; Rui Wu, retro del dummy 10&20, 2016