Franco Pagetti – Routine is fantastic. Donne

Milano - 03/12/2013 : 12/01/2014

Il progetto presenta un percorso fotografico attraverso gli scatti realizzati in Albania, Siria, Afghanistan, Pakistan, Myanmar, Iraq, Libano, Somalia, Repubblica Democratica del Congo, Libia, per raccontare la routine delle donne la cui vita è stata travolta dai conflitti e il loro tenace tentativo di ricostruire una normalità anche nelle condizioni estreme dei campi profughi e degli alloggi di fortuna per gli sfollati.

Informazioni

  • Luogo: FONDAZIONE STELLINE
  • Indirizzo: Corso Magenta 61 - Milano - Lombardia
  • Quando: dal 03/12/2013 - al 12/01/2014
  • Vernissage: 03/12/2013 ore 18,30
  • Autori: Franco Pagetti
  • Curatori: Mariachiara di Trapani
  • Generi: fotografia, personale
  • Orari: tutti i giorni dalle 10 alle 20
  • Biglietti: ingresso libero
  • Sito web: www.routineisfantastic.it
  • Email: p.amicucci@inc-comunicazione.it
  • Patrocini: L’iniziativa ha il patrocinio di Regione Lombardia, Provincia di Milano, Comune di Milano.

Comunicato stampa

Nell’ambito della campagna Routine is Fantastic dell’Alto commissariato della Nazioni Unite per i Rifugiati, l’Associazione Donne e Tecnologie ha ideato il progetto Routine is fantastic-DONNE, una mostra fotografica di Franco Pagetti, uno dei più grandi fotoreporter internazionali, che si terrà dal 4 dicembre al 12 gennaio presso la Fondazione Stelline

Il progetto presenta un percorso fotografico attraverso gli scatti realizzati in Albania, Siria, Afghanistan, Pakistan, Myanmar, Iraq, Libano, Somalia, Repubblica Democratica del Congo, Libia, per raccontare la routine delle donne la cui vita è stata travolta dai conflitti e il loro tenace tentativo di ricostruire una normalità anche nelle condizioni estreme dei campi profughi e degli alloggi di fortuna per gli sfollati.
La mostra contribuisce alla campagna di raccolta fondi per le attività dell’UNHCR a sostegno delle donne rifugiate. Attraverso una donazione minima di 300 euro, sarà infatti possibile ricevere la stampa di una delle opere esposte. I fondi finanzieranno interventi per le donne e le bambine rifugiate in settori quali l’istruzione e la formazione professionale, il sostegno all’avvio di attività economiche, la prevenzione e il contrasto della violenza di genere, l’assistenza materiale e medico-psicologica alle vittime di violenza.
L’iniziativa ha il patrocinio di Regione Lombardia, Provincia di Milano, Comune di Milano.