Franco Ferrero – Chairs 1984-2014 con Undesign: Tipi seduti

Torino - 31/10/2014 : 21/12/2014

La mostra, a cura di Enzo Biffi Gentili con Lorenza Bessone, è un omaggio a Franco Ferrero, artista conosciuto per la sua appartenenza al gruppo di Eredi Brancusi, ma anche art designer ante litteram, capace con i suoi lavori di attraversare tematiche artistiche e insieme esistenziali.

Informazioni

Comunicato stampa

Un nuovo appuntamento a Torino dedicato all’Art Design inaugurerà al MIAAO di Torino il 31 ottobre. Una mostra che si prefigura come borderline tra generi e ambivalente già dal titolo: Chairs, che in inglese significa “sedie” e in francese “carni”.
La mostra, a cura di Enzo Biffi Gentili con Lorenza Bessone, è un omaggio a Franco Ferrero*, artista conosciuto per la sua appartenenza al gruppo di Eredi Brancusi, ma anche art designer ante litteram, capace con i suoi lavori di attraversare tematiche artistiche e insieme esistenziali

Le sue “sedie” (sculture ferrigne in esemplari unici) sono oggetti simbolici prima che funzionali, ponendosi come provocazioni perturbanti che inducono a riflessioni sull’immaginario del potere e del sesso, su questioni economiche e sociali, punti di difficile “equilibrio” non senza ironia; alcuni esempi ne sono le “culle di Giuda” acuminate, i troni, le cattedre e gli scranni che giocano sul doppio significato di “stallo”, inteso come tipo di seduta ma anche come situazione di blocco.
I lavori dell’artista – quasi completamente inediti, progettati nel corso di circa trent’anni da Franco Ferrero e realizzati artigianalmente, con una maestria che colpisce, da Cesare Dellavalle da Bra – sono opere d’arte fatte a regola d’arte che oggi, sottoposte a quello che il curatore definisce un “positivo revisionismo storico – critico” rientrano a pieno titolo nell’ambito dell’Art Design.
Non è la prima volta che Biffi Gentili indaga le relazioni tra arte, design e arti applicate: già vent’anni fa aveva curato a Torino alla Palazzina di Caccia di Stupinigi, e a Barcellona alla Pia Almoina per la Primavera del Disseny una mostra intitolata La sindrome di Leonardo. Artedesign in Italia 1940-1975; un rapporto, quello tra arte applicata e design, spesso inconsapevole, ma come nel caso di Franco Ferrero di grande interesse critico prima ancora che commerciale.
A corollario della mostra, come hommage dichiarato a Franco Ferrero, lo studio grafico Undesign* ha realizzato un’installazione dal titolo Tipi seduti, ovvero caratteri tipografici/ mobili, un alfabeto che si fa arredo, che dialoga con le sedute di Ferrero, sino a comporre ironicamente le nuove parole di una “arte del sedere”.