Francesco Messina – Digital people

Specchia - 22/07/2015 : 23/08/2015

Palazzo Coluccia, in collaborazione con Circoloquadro, prosegue la sua stagione espositiva dedicata a giovani artisti italiani. Apre Digital people, mostra personale di Francesco Messina, artista siciliano che ora vive e lavora a Milano.

Informazioni

  • Luogo: DONNA BIANCA - PALAZZO COLUCCIA
  • Indirizzo: via Matteotti 41 - Specchia - Puglia
  • Quando: dal 22/07/2015 - al 23/08/2015
  • Vernissage: 22/07/2015
  • Autori: Francesco Messina
  • Curatori: Arianna Beretta
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: tutti i giorni dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 18.30 alle 23.30
  • Telefono: +39 3273817220
  • Email: donnabianca@outlook.it
  • Patrocini: In collaborazione con Circoloquadro, Milano Con il patrocinio del Comune di Specchia

Comunicato stampa

Palazzo Coluccia, in collaborazione con Circoloquadro, prosegue la sua stagione espositiva dedicata a giovani artisti italiani. Apre il 22 luglio, Digital people, mostra personale di Francesco Messina, artista siciliano che ora vive e lavora a Milano.

Per Digital People, Messina presenta una serie di opere realizzate in digital media e stampate su materiali eterogenei (carta lambda e wind).
Le opere esposte, a cui l'artista siciliano lavora da circa un anno e che hanno già ricevuto un grande apprezzamento sia all'estero che in Italia, si concentrano su un tema forte, quello della spersonalizzazione dell'individuo

I suoi soggetti, giovani uomini barbuti, sono affascinanti nella loro bellezza, immersi in un ambiente bidimensionale che con i suoi colori e suoi pattern esalta la fascinazione che esercitano su chi li osserva. Ma, a ben guardare, nulla li contraddistingue, niente dice chi sono, cosa fanno, cosa pensano. Sono tutti simili nella loro perfezione.
Lo sfondo, su cui si trovano a vivere, è un racconto della nostra società ipertecnologica, pop, chiassosa e, soprattutto, spersonalizzante. Sono i colori, e il loro ritmo, cifra stilistica di Francesco Messina, a raccontare, a dare senso e profondità sia alla narrazione sia alla figurazione.

Scrive Arianna Beretta: “Quello che interessa a Messina è sempre e comunque l’uomo nella sua più intima essenza e nel suo sentire profondo. La miriade di elementi che si affastellano nelle sue carte trova una sintesi e una quiete nel pensiero dominante della sua poetica: l’esigenza di raccontare, di narrare – come in una nuova mitologia contemporanea – il cammino di cambiamento e di trasformazione che l’essere umano subisce o, al contrario, di cui è assoluto protagonista attivo.”

***

Francesco Messina, nato a Catania nel 1979, dopo anni di cantieri di restauro e insegnamento in corsi di tecniche grafiche e pittoriche e storia dello spettacolo, ha deciso nel 2013 di trasferirsi a Milano, dove vive e lavora. Ha esposto in mostre collettive a Catania, Taormina, Milano, Gourin (Francia) e in mostre personali a Milano, Messina, Bologna e Amsterdam.