Fosco Valentini & Paola Wu Min Yi – Fresh garbage

Torre-Blenio - 27/01/2018 : 11/02/2018

Rassegna Engagè con la presentazione del video “Fresh garbage, sospesi tra il mangiare e il sognare”, una favola contemporanea di Fosco Valentini & Paola Wu Min Yi

Informazioni

  • Luogo: LA FABBRICA DEL CIOCCOLATO
  • Indirizzo: Strada Vecchia 100 CH-6717 - Torre-Blenio
  • Quando: dal 27/01/2018 - al 11/02/2018
  • Vernissage: 27/01/2018 ore 16
  • Autori: Fosco Valentini, Paola Wu Min Yi
  • Generi: video
  • Orari: dal mercoledì al sabato, dalle ore 14:00 alle 19:00 o su appuntamento

Comunicato stampa

ell'ambito dell’inaugurazione della rassegna Engagè, la fondazione La Fabbrica del Cioccolato presenta il 27 gennaio come prima tappa del percorso annuale, “Fresh Garbage”, un video di Fosco Valentini e Paola Wu Min Yi
Il video Fresh Garbage é stato realizzato con tecnologia obsoleta anche per manifestare lo spreco tecnologico contemporaneo, per l'appunto con materiali e tecniche in disuso e riciclate, vecchie videocamere analogiche, cellulari e PC superati fuori uso e messi da parte, cassette, nastri e programmi di montaggio recuperati dall'oblio, Croma kei e tecniche di ripresa e montaggio sepolte nella memoria digitale, spezzoni in super 8 e 35mm , diapositive, pellicole analogiche eliminate e dal colore vintage rifilmate e digitalizzate, vecchie lampade di ripresa a incandescenza, fotografie di giornali buttati, pupazzi e burattini trovati nella spazzatura e nei charity shop , strumenti abbandonati e riutilizzati, vecchie registrazioni sonore , spazzatura, cartoline, adesivi e figurine d'epoca per bambini cercate in vecchi cassetti, collage trovati in strada e nelle pattumiere, resti di cibo, animali, attori, danzatori, artisti, migranti e profughi cercati nei centri di accoglienza, esseri umani autentici abbandonati ed emarginati.
Nella metà degli anni ‘60 del secolo scorso il gruppo californiano degli Spirit compose il primo inno jazz pop rock sul tema ecologico emergente dello spreco e dei consumi superflui. La critica al consumismo smodato iniziava già dal titolo della canzone ‘ Fresh garbage’ e arrivava già nel primo inciso :
" Una di queste mattine guarda sotto il tuo coperchio e vedi quello che hai sprecato! Il mondo è un bidone per la tua spazzatura fresca ?!"
Fosco Valentini e Paola Wu Min Yi conoscendo già nei primi anni ‘70 il messaggio degli Spirit, con il video Fresh Garbage comunicano il richiamo universale alla fuga, in un turbinio di immaginazione, di diritti universali, di diritti al sogno, al sogno ad occhi aperti, dove il figlio dell'uomo non ha un posto su cui posare la testa e non é a casa in ogni luogo. Cercando quell'aforisma che é esagerazione, linguaggio stravagante, ironico e grottesco. Una via dell'eccesso in una forma spezzata... dal sogno e dai disegni animati, come qualcosa di improvviso, diseguale. Un discorso spezzato per lasciare che entri il silenzio che è simbolismo. Una circolazione nello spazio cosmico, come in un labirinto dove siamo tutti nello stesso corpo, animali, donne, bambini, uomini di ogni etnia, cultura e ideologia, migranti, profughi, che si dirigono verso lune, pianeti , galassie, viaggiando dentro una caverna cosmica che racchiude il senso dello spazio, che é fatto di sentieri, spirali, labirinti e dedali che sono anche una danza, la danza della vita. L' idea è di portare via i piedi dalla terra per dissipare la gravità, l'oscurità della materia con il corpo cosmico che prende il volo per il cielo, verso la luna. Sapendo che ogni cosa é soltanto una metafora, abbiamo tentato di ridare alle parole e alle immagini il loro pieno significato come nei sogni; ridurle a nonsenso, trascendendo quindi l'antinomia di senso e non senso come fanno i sogni e raccontare in questa favola contemporanea il " verbum infans," la parola infante o ineffabile.
In questo video parole e frasi sono la traduzione di una strofa di fresh garbage degli Spirit e la traduzione di due Haiku. Una strofa tradotta da un Haiku di Jorge Luis Borghes.

Fosco Valentini (Roma 1954) si é formato a Roma negli anni del grande dibattito tra pittura, arte povera e concettuale. L'amicizia e la stretta collaborazione con Alighiero Boetti e con Aldo Braibanti hanno favorito una concezione dell'arte che si apre a 360 gradi sugli aspetti del sapere, sulle matrici segniche del linguaggio, sia in chiave di comunicazione che di un sostrato archetipico/magico di segni e immagini. Recenti mostre e installazioni "Sopra l'orizzonte terra" installazioni di Fosco Valentini e Luigi Puxeddu a cura di Giovanna Dalla Chiesa: Palazzo Sforza Cesarini Genzano 2015Wopart Lugano 2017 Art 51 gallery "Insieme in Silenzio" a cura di Zerynthia galleria Pieroni Roma 2017.
Paola Wu Min Yi nasce a Roma nel 1956 da noti cantanti lirici cinesi. Proviene dall'Accademia di Belle Arti. Performer, regista e co-autrice, con l'artista Fosco valentini, di cortometraggi di video-arte caratterizzati dalla contaminazione di più generi artistici . Come performer utilizza improvvisazioni sonore con voce, body percussion e flauto traverso, insieme alla danza movimento e al taiji quan. Il pensiero analogico e sistemico cinese è al centro delle sue tematiche, con uno sguardo al sociale e all'ambiente in un risvolto onirico.

La fondazione La Fabbrica del Cioccolato ha in carico l’attività culturale nell’ex complesso industriale Cima Norma. Nel 2016, primo anno di attività, viene lanciato il programma foreignness, un progetto curatoriale, ideato dal direttore artistico Franco Marinotti, che si estrinseca quale progetto tematico di analisi sull’interazione tra arte, nelle sue diverse forme espressive, e territorio, inteso come patrimonio culturale, sociale, politico in divenire.

Engagè …dal dizionario francese : Engagé est aussi qui est engagé dans un endroit et ne peut en être retiré facilement. Qui prend position, en vertu de ses convictions profondes, sur les problèmes sociaux, politiques ou religieux de son temps.
Il progetto Engagé nasce da un dialogo tra Fosco Valentini e Franco Marinotti in merito alla assenza o alla rarità nell’ espressione artistica contemporanea socialmente impegnata, ( Arte Politica, Arte sociale ecc.) di quelle libertà essenziali immaginative, inconsce, simboliche, poetiche ironiche, sognanti, trascendenti, iridescenti, spirituali, per illuminare e ventilare le problematiche emergenziali del nostro mondo, che viviamo come incubi che ci affliggono nel caos dell’eterno terreno della creazione. Niente che ci opprima allora, per tornare a sognare a occhi aperti, risessualizzare pensieri e parole ritrovare il marchio di Eros. Dobbiamo superare i significati stabiliti che si sono trasformati in pietre e ritrovare il significato transitorio che é nel gioco, o reciproca azione della luce. Lo spazio Engagé propone di sviluppare un percorso collaterale e sinergico al programma della fondazione Fabbrica del Cioccolato, in controtendenza espressiva quindi con quelle “artistizzazioni” mutuate dai media che mirano invece a drammatizzare le emergenze ecologiche, sociali e politiche, esasperando il masochismo comunicativo. Engagé vuole dare spazio alle metodologie espressive dell’ Arte Contemporanea, a quei mondi dell’Arte, della Politica, dell’Etica e dell’Estetica che vogliono indagare in questa direzione ” Dionisiaca”, intendendo simbolicamente le scelte artistiche-estetiche che liberano l’eccesso metaforico, l’esuberanza ironica, l’ebbrezza poetica, l’aforisma dell’esagerazione e del grottesco, sapendo che sia nell’arte sia nella natura umana non esiste una cosa chiamata soddisfazione, non esiste un abbastanza, ma vi é piuttosto un bisogno innato di eccesso, di sfavillio, di esagerazione. La ragione per cui non possiamo vivere senza immaginazione, senza adornare ed esagerare la nostra stessa vita.

La fondazione La Fabbrica del Cioccolato ha come sponsor istituzionali: Repubblica e Cantone Ticino, DECS-Fondo Swisslos; Comune di Blenio; Comune di Serravalle; Comune di Acquarossa; Ente Regionale per lo Sviluppo Bellinzonese e Valli; Organizzazione Turistica Regionale Bellinzonese e Alto Ticino. Come sponsor generale e sponsor tecnici: Banca dello Stato del Canton Ticino; Winteler & Co SA; Dazzi SA, tipografia; Cham Paper Group; Assimedia, servizi assicurativi; Giardini Toschini; Laube SA; Fausto Bizzini Giardini; Degiorgi &Vitali, trasporto contenitori. Come Media partner: Plug-in, contemporary art and culture; Ticino Finanza e Metalocus revista-magazine.

Eventi in corso presso la fondazione La Fabbrica del Cioccolato: Paper Building, di Daniel González, visibile sulla facciata esterna dell’edificio principale della fabbrica, e CacaoCollective di Ivo Rovira e Ana Ponce, visitabile presso le cantine della fabbrica dal mercoledì al sabato, dalle 14:00 alle 19:00. Si consiglia comunque di annunciarsi sempre scrivendo a: [email protected]

La programmazione di eventi de La Fabbrica del Cioccolato nell’ambito del progetto curatoriale “foreignness” proseguirà con: “Wasteland”, viaggio tra i paesaggi minerari (10 febbraio 2018) ; Walkabout #01/foreignness incantamento (07 aprile 2018)
Gli aggiornamenti del programma sono disponibili sul sito internet www.chocfact.ch