Forum Unesco delle città creative

Fabriano - 21/06/2014 : 24/06/2014

Si incontreranno a Fabriano i rappresentanti di Santa Fe (New Mexico – USA), Aswan (Egitto), Kanazawa (Giappone), Icheon (Sud Corea), Hangzhou (China) e Paducah (Kentucky, USA) e Bologna, l’altra città italiana che ha ottenuto l’importante riconoscimento.

Informazioni

  • Luogo: PIAZZA DEL COMUNE
  • Indirizzo: Piazza del Comune - Fabriano - Marche
  • Quando: dal 21/06/2014 - al 24/06/2014
  • Vernissage: 21/06/2014
  • Generi: incontro – conferenza
  • Uffici stampa: SPAINI & PARTNERS

Comunicato stampa

Dal 21 al 24 giugno 2014 Fabriano ospiterà il Forum UNESCO delle Città Creative.
La città marchigiana è stata, infatti, riconosciuta come una delle Città Creative UNESCO nella sezione “Craft and Folk Arts”.

Si incontreranno a Fabriano i rappresentanti di Santa Fe (New Mexico – USA), Aswan (Egitto), Kanazawa (Giappone), Icheon (Sud Corea), Hangzhou (China) e Paducah (Kentucky, USA) e Bologna, l’altra città italiana che ha ottenuto l’importante riconoscimento



Il network "Città Creative", promosso dall’UNESCO, ha come obiettivo la creazione di un legame tra città in grado di sostenere e di fare della creatività culturale un elemento essenziale per il proprio sviluppo economico. Attraverso questa rete, divisa in sette aree corrispondenti ad altrettanti settori culturali (Musica, Letteratura, Folk Art, Design, Media Arts, Gastronomia, Cinema) le Città possono condividere le reciproche, valorizzando capacità ed incrementando la presenza dei propri prodotti culturali e non sui mercati nazionali ed internazionali.

Il Forum di Fabriano è articolato in incontri istituzionali, manifestazioni pubbliche(seminari, convegni) ed occasioni di incontro con i rappresentanti del mondo dell’economia e della cultura.

Obiettivo di questo primo Forum è di strutturare un rapporto stabile tra le città che appartengono al network delle città creative UNESCO, in particolare tra quelle della sezione dell'artigianato e delle arti popolari. Rapporto che dovrebbe portare ad una fattiva collaborazione intorno a progetti specifici che sostengano e valorizzino le imprese artigiane e le loro sapienze creative, così presenti e ricche nel territorio marchigiano. La comunità internazionale che aderisce alla rete UNESCO guarda, infatti, con grande interesse alla città di Fabriano e ai prodotti del comparto artigiano, primo tra tutti la carta.

Un momento importante di riflessione all’interno del Forum riguarderà la città. L’idea è quella di provare a costruire i presupposti per una Città Ideale. Quel luogo cioè in cui si possono vincere le sfide più importanti del nostro tempo: nuova occupazione, nuovi flussi turistici, nuove attività commerciali, nuove imprese operanti nel settori culturali e creativi, base e condizioni per un nuovo sviluppo del territorio.
In questa Città Ideale cultura materiale e immateriale, turismo, artigianato, memorie e saperi, territorio e terra devono costituire la base per restituire fiducia e slancio dopo anni di crisi durissima. A questo tema sarà dedicata in particolare la giornata del 22 giugno: intellettuali, artisti, giornalista racconteranno la loro idea di città ideale, in un percorso che si snoda lungo diversi luoghi della città.

Con l’occasione saranno anche inaugurate le “Residenze d’artista”, progetto che trasformerà Fabriano in officina di cultura a cielo aperto aprendo la città per lunghi periodi all’accoglienza di importanti artisti che ne faranno sede per la loro attività creativa. Ad inaugurare le “residenze” sarà Cristiano de Andrè che a Fabriano allestirà il suo nuovo tour. Durante la sua permanenza in città Cristiano de Andrè ed i suoi musicisti incontreranno la cittadinanza in più occasioni. La sua permanenza si concluderà con il concerto offerto da De Andrè, domenica 22 giugno, nella piazza principale della città.