Forests for Fashion – Fashion for Forests

Genève - 21/03/2014 : 15/04/2014

L'installazione di Michelangelo Pistoletto, i materiali della piattaforma Fashion B.E.S.T e gli abiti e accessori realizzati rimarranno in esposizione presso la Sala dei passi perduti.

Informazioni

Comunicato stampa

Quest'anno la celebrazione della Giornata Internazionale delle foreste sarà incentrata sulle fibre innovative ricavate dalle foreste, e su come queste possono divenire parte dell'industria della moda e del ciclo di produzione e vendita.
L'evento include una serie di attività tra cui una performance artistica, una conferenza e una esposizione di capi realizzati da giovani stilisti secondo i principi della moda sostenibile.
Il messaggio basilare è che con le nostre scelte, anche con la scelta di cosa indossare, possiamo scegliere la via della sostenibilità e del consumo responsabile


Forest for fashion - Fashion for forests vuole dimostrare che la sostenibilità è realizzabile.

I temi toccati nell'ambito delle iniziative della giornata hanno visto la co-progettazione da parte di Cittadellarte – Fondazione Pistoletto, la cui vision strettamente legata al Terzo Paradiso di Michelangelo Pistoletto si traduce in concreto impegno per la trasformazione sociale responsabile.
“Il simbolo del Terzo Paradiso è una riformulazione del segno matematico di infinito . I due cerchi opposti significano natura e artificio, l'anello centrale è la congiunzione dei due e rappresenta il grembo della rinascita”

La giornata-evento Forests for Fashion – Forests for Fashion vuole segnalare la possibilità di ripensare alle attività umane all'interno di un nuovo panorama di rinascita globale in equilibrio col pianeta, dimostrando come tanto le attività umane quanto l'ecosistema abbiano da guadagnare in questo nuovo rapporto rappresentato dal Terzo Paradiso.

Alle 18.00 verrà inaugurata una grande installazione di Michelangelo Pistoletto nella Sala dei Passi Perduti e si svolgerà la performance che presenterà gli abiti prodotti da giovani stilisti utilizzando tessuti ricavati da cellulosa del legno prodotto da aziende parte della piattaforma Fashion B.E.S.T., secondo processi di lavorazione sostenibili ed etici.
L'installazione di Michelangelo Pistoletto, i materiali della piattaforma Fashion B.E.S.T e gli abiti e accessori realizzati rimarranno in esposizione presso la Sala dei passi perduti fino al 15 aprile 2014.
PROGRAMMA

10.00 – 12.00 | Plaine de Plainpalais
"The Third Paradise", performance di Michelangelo Pistoletto (con la partecipazione del Centro d’Arte Contemporanea di Ginevra)

In occasione dei 40 anni del Centro d'Arte Contemporanea di Ginevra verrà realizzata una performance che vedrà la partecipazione di più di 500 studenti.
Nel 2014 Michelangelo Pistoletto ritorna a lavorare con il Centro nell'ambito della collaborazione tra Cittadellarte - Fondazione Pistoletto e le Nazioni Unite per l'evento Forest for fashion - Fashion for forests. Pistoletto presenterà una performance dal titolo "Il terzo Paradiso" realizzata da studenti coordinati dalla coreografa ginevrina Prisca Harsh.

14.00 – 17.00 | Palais de Nation, Room XIV
"Forest for fashion - Fashion for forest", working conference

Conferenza incentrata sulla tematica dello scambio reciproco tra il settore moda e le foreste. Si indagherà come le foreste possano essere utili alla creazione di una moda più sostenibile e come l'industria della moda possa seguire i principi della sostenibilità.
La conferenza coinvolge tutti gli attori che prendono parte della filiera, dai forestali ai produttori e ai distributori degli abiti. Questi discuteranno delle sfide e delle opportunità della produzione sostenibile e dell'uso delle fibre provenienti dalla cellulosa nell'industria tessile.

Tavola rotonda “Forests for Fashion - Fashion for Forests” con l’intervento di personalità di alto livello del settore privato, inclusi i rappresentanti di aziende di moda e delle NGO chiamati a promuovere la moda sostenibile

18.00 – 19.30 | Palais de Nation, Salle des pas perdus
Exhibition opening. Fashion show/performance.

Oggetto della mostraa saranno abiti realizzati in materiali sostenibili e fibre provenienti dale foreste, creati appositamente per l’evento da giovani stilisti. Main partner è Cittadellarte - Fondazione Pistoletto con il progetto Fashion Bio Ethical Sustainable Trend (B.E.S.T).

“Forests for Fashion Talk” conversazione con Michelangelo Pistoletto (Cittadellarte – Fondazione Pistoletto) e Livia Firth (Direttore Creativo di EcoAge), moderata da Paola Deda.

Cittadellarte Fashion B.E.S.T. è un'officina operativa che dal 2009 si dedica allo sviluppo della sostenibilità bio-etica nell'ambito del settore tessile e riunisce in una piattaforma decine di aziende produttrici di tessuti, filati e accessori ecosostenibili.
Cittadellarte Fashion B.E.S.T. realizza incontri ed eventi di sensibilizzazione al consumo sostenibile, partecipa a gruppi di lavoro internazionali e organizza seminari e approfondimenti formativi. Grazie al progetto, materiali e prodotti tessili ecosostenibili vengono presentati nell'arco dell'anno sia in forma espositiva sia nell'ambito delle maggiori fiere nazionali e internazionali, sviluppando iniziative pubbliche di sensibilizzazione al consumo responsabile.

I fashion designer selezionati per l'occasione da Cittadellarte Fashion B.E.S.T. :
Marta Forghieri, Italia
Stefano Ughetti, Italia
Silvio Betterelli, Italia
Serienumerica, Italia
Natures of Conflict, Austria
Flavia La Rocca, Italia
Silvia Massacesi, Italia
Tiziano Guardini, Italia
Marita Huurinainen, Finlandia




With the support of: the Permanent Mission of Italy to the United Nations Office and other international organizations in 
Geneva, the Permanent Mission of the Russian Federation to the United Nations Office and other international organizations in 
Geneva and the Permanent Mission of Switzerland to the World Trade Organization (WTO) and the European Free Trade Association (EFTA).

Scientific advice and artistic direction: Cittadellarte - Fondazione Pistoletto and Bio Ethical Fashion Trend (B.E.S.T) fashion platform
Partners: Federal Office for the Environment, Switzerland (FOEN); Federal Department of Foreign Affairs, Switzerland (EDA); Centre d'Art Contemporain Genève; Lenzing AG; Centre de formation professionnelle, nature et environnement; R V R Service AG, Clean Forest Club; Bern University of Applied Sciences with its School of Agricultural, Forest and Food Science (HAFL)