Florian Köhler – Strada facendo

Città del Vaticano - 21/09/2014 : 23/09/2014

In una doppia mostra, prima a Roma e poi a Innsbruck, l’artista presenta una scelta di opere che partono da 240 fra schizzi e bozzetti eseguiti in viaggio e sviluppati in seguito durante il soggiorno a Roma.

Informazioni

  • Luogo: CAMPO SAN TEUTONICO
  • Indirizzo: Via della Sagrestia 17 - Città del Vaticano - Lazio
  • Quando: dal 21/09/2014 - al 23/09/2014
  • Vernissage: 21/09/2014 ore 10
  • Autori: Florian Köhler
  • Generi: fotografia, personale
  • Orari: ore 9.00-18.00

Comunicato stampa

1250 km, 54 giorni, 240 schizzi, questo il riassunto tecnico di un viaggio a piedi da Innsbruck a Roma.

Ma il bello della vita non sono i numeri e questo Florian Köhler lo sa. Il suo progetto “Strada Facendo” è volto a esplorare un approccio alternativo e innovativo alla pittura come medium artistico; con questo intento esce dall’atelier e si confronta con le fatiche fisiche e psichiche del viaggio a piedi


In viaggio sui sentieri dei pellegrini, a metà fra pellegrinaggio e passeggiata romantica, pratica religiosa e attività sportiva il progetto abbatte le barriere regionali e culturali ed esplora non solo il pellegrinaggio, ma anche il viaggio artistico nell’era moderna.

Un’esperienza che permette di apprezzare l’elemento culturale che unisce le varie regioni e di vivere il pellegrinaggio sia come pratica religiosa, che come originaria forma di autorealizzazione.

In una doppia mostra, prima a Roma e poi a Innsbruck, l’artista presenta una scelta di opere che partono da 240 fra schizzi e bozzetti eseguiti in viaggio e sviluppati in seguito durante il soggiorno a Roma.

Tematiche ed evoluzione dei lavori vengono dettati dal cammino e riflettono le particolarità transregionali e interculturali del viaggio. Il cammino diventa così il fattore determinante del ciclo artistico che si presenta in questo modo come testimonianza di una corrente autonoma della pittura moderna.

A tal proposito l’artista stesso: „Cammino e pellegrinaggio sono ricchi di sfaccettature. Ciò che più mi attrae è la loro contrapposizione alla regolare quotidianità e quella spensieratezza con cui ci permettono di attraversare il mondo. Durante il cammino le nostre percezioni cambiano, le cose ricevono valori diversi, la frenesia lascia il passo a una calma confortevole che ci dona nuove prospettive e che ci permette, specialmente nei paesi stranieri, di vedere paesaggi, usi e costumi con occhio diverso. Questi i valori che desidero trasmettere con la mia arte per ampliare l’orizzonte dell’uomo moderno rinchiuso nella società contemporanea”.

Acquarelli e schizzi saranno in mostra presso il Campo Santo Teutonico dal 21 al 23 settembre 2014, prima di proseguire verso Innsbruck.


Florian KÖHLER
Florian Köhler, classe 1984, si forma a Vienna dove consegue sia il diploma all’Accademia di Belle Arti che la laurea in Storia dell’Arte. Finalista nella sezione pittura del concorso „Diesel-New-Art“, riesce a trovare i giusti fondi per la propria produzione artistica e numerose sono le mostre personali già all’attivo. Attualmente concentra la propria produzione artistica su progetti articolati che vertono principalmente sull’arte del camminare confezionando veri e propri reportages artistici.