Flavio Lucchini – Ricomincio da 90

Milano - 27/10/2018 : 30/11/2018

I 90 anni di Flavio Lucchini e il suo lungo percorso nella moda come creatore delle più importanti testate, art director, editore, artista.

Informazioni

Comunicato stampa

FLAVIO LUCCHINI
“RICOMINCIO DA 90”

I 90 anni di Flavio Lucchini
e il suo lungo percorso nella moda come creatore
delle più importanti testate, art director, editore, artista.

TRIENNALE DI MILANO
Salone d’Onore
Viale Alemagna 6, Milano
Sabato 27 ottobre 2018, ore 21.00 (Su invito)

Verranno presentati: il video-racconto LA MODA IN ALTRO MODO immagini e testimonianze sugli anni d’oro della moda italiana di cui Lucchini è stato artefice e protagonista, con il contributo di Oliviero Toscani e Giovanni Gastel

Progetto di Gisella Borioli, regia di Giovanni Gastel; il libro IL DESTINO - DOVEVO FARE IL CONTADINO MA HO INCONTRATO LA MODA (E NON SONO UNO STILISTA) autobiografia di Flavio Lucchini; l’installazione GHOST, quattro sculture nel giardino della Triennale di Milano (fino al 30 novembre).

AL SUPERSTUDIO
via Tortona 27, Milano
dal 15 ottobre fino al 21 dicembre (ingresso libero)

La galleria MyOwnGallery di Superstudio presenta dal 15 ottobre al 21 dicembre la mostra con 90 opere di Lucchini. Asta finale per raccogliere i fondi che serviranno all’avvio di una attività per avvicinare all’arte ragazzi “special needs”.
In occasione di BookCity (16-18 novembre 2018) proiezione quotidiana, ore 16.00, del filmato “La moda in altro modo” come racconto visuale e complementare dell’autobiografia “Il Destino”. Visitabile su appuntamento anche l'Undergallery, l’imponente archivio-galleria dell’artista, sempre al Superstudio Più di via Tortona 27 Milano.



Da sin. a ds,: copertina Vogue Italia con Twiggy 1967; Yves Saint Laurent con Lucchini Parigi 1971; prima copertina di Donna 1980 foto di O.Toscani; G.Gastel con Lucchini nell’archivio galleria dell’artista al Superstudio Più; Gianni Versace e Lucchini Londra 1983; la copertina del libro Il destino; Lucchini con Toscani al Superstudio 13; Dress Memory in gesso 2004.




“Con Flavio Lucchini ho avuto la grande fortuna di collaborare e quindi di imparare, contribuendo con il mio lavoro alla nascita di tutte le famose testate di Condé Nast Italia, Vogue, L’Uomo Vogue, Lei, ecc. e poi a Donna, Mondo Uomo, Moda e tutte le altre innumerevoli riviste delle quali Flavio Lucchini è stato ideatore e fondatore. Flavio Lucchini è stato il responsabile della promozione della moda e del design nel mondo, lui è il vero inventore e creatore del Made in Italy, nato e cresciuto grazie a lui e alla spinta dei giornali di quel tempo.” Oliviero Toscani

Flavio Lucchini è nato il 4 ottobre 1928. 90 sono i suoi anni conquistati in piena forma fisica e intellettuale. Negli anni ‘90 ha iniziato la sua ricerca artistica, 90 sono i capitoli del suo nuovo libro cui ha affidato i ricordi della sua vita. 90 le opere in mostra al Superstudio e battute all’asta a fine anno per un articolato progetto charity.

Alla Triennale di Milano una notte dedicata al compleanno di Lucchini, “Ricomincio da 90”, celebra la fecondità e la continua attenzione creativa di un innovatore che ha lasciato il segno nel mondo della moda a Milano. Sabato 27 ottobre dalle ore 21.00 si festeggia nel Salone d’Onore con il filmato LA MODA IN ALTRO MODO e la presentazione del libro IL DESTINO alla presenza di molti testimonial famosi. A fare gli onori di casa Stefano Boeri, Presidente della Triennale accanto a tutti i grandi protagonisti le cui storie personali devono molto al talento e all’intuito di Lucchini.

Un omaggio di Milano a un protagonista e a un anticipatore della cultura dell’editoria e della moda degli anni 60/70/80 che negli ultimi trent’anni si trasforma in un raffinato artista.
Dopo gli studi di Architettura a Venezia e Arte all’Accademia di Brera di Milano, fin da giovanissimo Lucchini si mette in mostra per l’audacia e la modernità del suo lavoro grafico. Trasferitosi a Milano, crea e porta al successo le più importanti e innovative riviste di moda Italiane (da Amica a Vogue Italia, Lei/Glamour, Moda, Donna, Mondo Uomo e molte altre), scopre i nuovi talenti della fotografia, della grafica, del giornalismo e tiene a battesimo sui suoi giornali tutti i più grandi stilisti. Nel 1983 fonda Superstudio 13, primo centro per la fotografia e l’immagine cui aggiunge, nel 2000, Superstudio Più, grande complesso dedicato a moda, arte, design e comunicazione.
Nel 1990, abbandona tutti i suoi incarichi per dedicarsi esclusivamente all’arte. Con una mission particolare: togliere il sospetto di effimero alla moda e renderla eterna, esplorando, indagando, attraverso la sua Dress Art il mistero dell’abito femminile.


- Proiezione in anteprima del filmato LA MODA IN ALTRO MODO
con il contributo di Oliviero Toscani e Giovanni Gastel.
Progetto di Gisella Borioli. Regia di Giovanni Gastel.

Un viaggio negli anni d’oro della Moda che Lucchini ha profondamente influenzato.
Gli anni ’50 del New Look di Dior: Lucchini crea Fantasia.
Gli anni ’60 tra Alta Moda e Beatles: Lucchini progetta Amica e trasforma Novità in Vogue, in Italia si afferma Gianpaolo Barbieri.
La contestazione degli anni ’70, l’inizio del prêt-à-porter, le rivoluzioni editoriali di Lucchini: arriva l’Uomo Vogue, nasce Lei che diventerà Glamour. Oliviero Toscani interpreta la nuova società.
Gli anni ’80 dell’edonismo e degli status symbol: dalla “scuola” Lucchini escono Fabrizio Ferri e Giovanni Gastel, i nuovi grandi italiani internazionali. Le top model diventano star. Apre il primo Superstudio di via Forcella.
Il minimalismo e l’individualismo degli anni ’90: Lucchini trasforma la moda in arte con la sua Dress Art.
Anni 2000: la moda cambia radicalmente, arrivano le mode di massa, gli e-commerce e la moda fast, nasce Superstudio Più tra moda e design, Lucchini alla biennale di Venezia e nuove iniziative libri mostre e fondazione.






- Presentazione del libro “IL DESTINO - dovevo fare il contadino ma ho incontrato la moda (e non sono uno stilista)”

"Il Destino" è il nuovo libro di Lucchini, questa volta non un libro d’arte ma un’appassionata autobiografia che si legge tutto d’un fiato come un romanzo.
Il lettore è trasportato nel cuore della Milano creativa dal 1960 ad oggi. Un percorso in prima persona attraverso la golden age della moda e gli incontri con i grandi stilisti, gli intellettuali, i famosi fotografi, gli artisti del tempo, il sodalizio artistico con la moglie Gisella Borioli, le rivoluzioni sociali.

Bruno Munari, Alexander Liberman, Irving Penn, Elio Fiorucci, Diane Arbus, Andy Wharol, Marella Agnelli, Ettore Sottsass, Yves Saint Laurent, Giorgio Armani, Gianni Versace, Kenzo, Issey Miyake, Helmut Newton, Franca Sozzani e tanti altri: di loro Lucchini ci racconta inediti retroscena, vezzi e pregi, svelando l’anima creativa di ciascuno, spesso semplice come è per tutti i grandi uomini. Con un fil rouge narrativo che lega ciascuno: il Destino.

C’è una protagonista più nascosta nel libro, in mezzo a set fotografici esotici e grandi metropoli internazionali, la Milano tanto cara a Lucchini e tutti i creativi che l’hanno resa speciale. Ecco come e il perché sono nati dal suo background di giornalista e art director i due grandi hub Superstudio 13 e Superstudio Più, che hanno di fatto cambiato la fisionomia di un intero quartiere (zona Tortona) e contribuito ad affermare un nuovo modo di fare eventi a Milano.

IL DESTINO presentato ufficialmente alla Triennale di Milano, è edito da MyOwnGallery per Superstudio Group, si acquista nelle librerie LaFeltrinelli di tutta Italia, e in versione cartacea e digitale su https://ilmiolibro.kataweb.it/libro/biografia/416082/il-destino-5/ ma anche su amazon.it e sui principali eBookstore internazionali.
Oppure si richiede direttamente a [email protected]


- “RICOMINCIO DA 90” CONTINUA AL SUPERSTUDIO

“Ricomincio da 90” è un palinsesto d’arte lungo un anno dedicato a Flavio Lucchini in occasione del suo novantesimo compleanno e continua per tutto il 2018.

La galleria MyOwnGallery di Superstudio presenta dal 15 ottobre la mostra con 90 opere di Lucchini. Asta finale a dicembre per raccogliere i fondi che serviranno all’avvio di una attività per avvicinare all’arte ragazzi “special needs”.

In occasione di BookCity (16-18 novembre 2018) proiezione quotidiana del filmato “La moda in altro modo” come racconto visuale e complementare dell’autobiografia “Il Destino”.

Visitabile su appuntamento anche l’imponente archivio-galleria dell’artista, sempre al Superstudio Più di via Tortona 27.