Filippo Armellin / Mattia Bosco

Milano - 16/04/2019 : 20/07/2019

Galleria Fumagalli presenta la doppia personale di Filippo Armellin e Mattia Bosco, per la prima volta invitati a confrontarsi con gli spazi espositivi della galleria e a porre in dialogo i propri lavori, fotografici e scultorei.

Informazioni

  • Luogo: GALLERIA FUMAGALLI
  • Indirizzo: Via Bonaventura Cavalieri, 6, 20121 - Milano - Lombardia
  • Quando: dal 16/04/2019 - al 20/07/2019
  • Vernissage: 16/04/2019 ore 18,30
  • Autori: Mattia Bosco, Filippo Armellin
  • Generi: arte contemporanea
  • Orari: Dal martedì al sabato dalle 11 alle 19

Comunicato stampa

FILIPPO ARMELLIN
MATTIA BOSCO

IN | ORIGINE

La mostra sarà accompagnata da un libro con saggio di Angela Madesani


Inaugurazione: martedì 16 aprile dalle 18.30
17 aprile - 20 luglio 2019


Galleria Fumagalli presenta la doppia personale di Filippo Armellin e Mattia Bosco, per la prima volta invitati a confrontarsi con gli spazi espositivi della galleria e a porre in dialogo i propri lavori, fotografici e scultorei

Come suggerisce il titolo, “IN | ORIGINE”, la mostra offre un’esperienza visiva sul tema del principio, sia come formazione e sedimentazione della materia naturale sia come archetipo o forma del pensiero e dell’immaginario umano.

Filippo Armellin realizza immagini di luoghi desertici e disindividualizzati, spazi in assenza temporale, resi al tempo stesso fittizi e reali grazie alla loro natura fotografica. Questi ambienti rappresentano un immaginario nel quale il progresso ha preso il sopravvento sull’uomo e il futuro è giunto a compimento incontrando nuovamente l’origine.

Mattia Bosco ricerca l’origine esplorando i confini del tangibile e gli spazi che superano i limiti del reale, trovando nella pietra il segno di questo principio. La superficie rocciosa è trasformata in scultura dal gesto dell’artista, che ne asseconda il processo naturale portandone alla luce i profili, talvolta anche con l’aggiunta di corpi esterni.

“IN | ORIGINE” è la prima mostra personale che Galleria Fumagalli dedica a Filippo Armellin e Mattia Bosco, coi quali collabora da inizio 2018.


BIOGRAFIE

Filippo Armellin nasce a Montebelluna in provincia di Treviso nel 1982, vive e lavora a Milano. Dopo la laurea in Progettazione e Produzione delle Arti Visive allo IUAV di Venezia, nel 2010 ottiene il diploma in Fotografia presso l’istituto R. Bauer di Milano. Si trasferisce a Roma nel 2007, dove lavora con Joseph Kosuth. Nel 2016 è stato selezionato tra i finalisti del XVII Premio Cairo. Tra le partecipazioni a mostre collettive in istituzioni: Palazzo Reale, Milano (2017), PAN | Palazzo delle Arti, Napoli (2013), Documenta, Kassel (2012), Fondazione Bevilacqua la Masa, Venezia (2007).

Mattia Bosco nasce a Milano nel 1976, vive e lavora tra Milano e le montagne dell’Ossola. Tra i suoi più recenti progetti espositivi: Palazzo Borromeo, Milano (dal 3 aprile 2019), Ex Cimitero San Pietro in Vincoli, Torino (2018), Cascina Maria, Nicoletta Rusconi Art Projects, Agrate Conturbia (2018, 2017), Museo Diocesano, Milano (2015, 2008), Triennale Design Museum, Milano (2013), Limewharf, Londra (2013), Chiesa di S. Stefano, Milano (2007). Nel 2014 è stato tra i finalisti del XV Premio Cairo, e nel 2012 è arrivato secondo ex aequo al Premio Fondazione Henraux.


GALLERIA FUMAGALLI
Via Bonaventura Cavalieri 6, 20121 Milano
Dal martedì al sabato dalle 11 alle 19
Info: +39 02 36799285 | [email protected] | galleriafumagalli.com
Ufficio stampa PCM Studio | +39 02 36769480 | [email protected]




FILIPPO ARMELLIN
MATTIA BOSCO

IN | ORIGINE

The exhibition catalogue, with an essay by Angela Madesani, is in course of publication


Opening: Tuesday 16 April from 6.30 pm
17 April - 20 July, 2019


Galleria Fumagalli presents the double solo exhibition by Filippo Armellin and Mattia Bosco, for the first time invited to invest the gallery's spaces and to bring their own photographic and sculptural works into dialogue. As the title, "IN | ORIGINE", suggests the exhibition offers a visual experience on the theme of the origin, both as a formation and sedimentation of the natural matter and as an archetype or form of thought and human imagination.

Filippo Armellin creates images of desert and disindividualized places, made at the same time fictitious and real thanks to photography. These environments represent an imaginary in which progress has taken over man and the future has come to fruition by encountering the origin again.

Mattia Bosco searches for the origin by exploring the boundaries of the tangible and the spaces that exceed the limits of reality, finding in the stone the sign of this principle. By intervening on mineral aggregates, he transforms the material not only in its conformation but also with the addition of external bodies.

"IN | ORIGINE” is ​​the first solo show dedicated to Filippo Armellin and Mattia Bosco, represented by Galleria Fumagalli since the beginning of 2018.


BIOGRAPHIES

Filippo Armellin was born in Montebelluna in the province of Treviso in 1982, he lives and works in Milan. After graduating in Design and Production of Visual Arts at IUAV in Venice, in 2010 he obtains a diploma in Photography from the R. Bauer Institute in Milan. In 2007 he moves to Rome, where works with artist Joseph Kosuth. In 2016 he is selected among the finalists of the XVII Cairo Prize. Among the participations in group exhibitions in institutions: Palazzo Reale, Milan (2017), PAN | Palazzo delle Arti, Naples (2013), Documenta, Kassel (2012), Fondazione Bevilacqua la Masa, Venice (2007).

Mattia Bosco was born in Milan in 1976, lives and works between Milan and the Ossola mountains. Among his most recent exhibition projects: Palazzo Borromeo, Milan (from 3 April 2019), Ex Cimitero San Pietro in Vincoli, Turin (2018), Cascina Maria, Nicoletta Rusconi Art Projects, Agrate Conturbia (2018, 2017), Museo Diocesano, Milan (2015, 2008), Triennale Design Museum, Milan (2013), Limewharf, London (2013), Chiesa di S. Stefano, Milan (2007). In 2014 he was among the finalists of the XV Cairo Prize, and in 2012 he arrived second in the Henraux Foundation Award.