Festival Movi|mentale 2011

Napoli - 20/10/2011 : 23/10/2011

Iv edizione dal titolo Visioni contemporanee. Un programma di incontri, performances, workshops ospitati dal Lanificio 25 e dall'Istituto Francese Grenoble di Napoli, sotto la direzione artistica di Antonello Tudisco.

Informazioni

  • Luogo: LANIFICIO25
  • Indirizzo: Piazza Enrico De Nicola 46 - Napoli - Campania
  • Quando: dal 20/10/2011 - al 23/10/2011
  • Vernissage: 20/10/2011 istituto grenoble ore 18.00 apertura al pubblico lanificio25 ore 21,00
  • Generi: performance – happening, incontro – conferenza
  • Biglietti: 7 € intero 5 € ridotto ( fino a 25 anni)
  • Sito web: www.movimentale.it

Comunicato stampa

Dal 20 al 23 ottobre 2011 ritorna il festival Movi|mentale - visioni contemporanee Ideato e organizzato da Interno5 con la direzione artistica di Antonello Tudisco, dedicato alla fusione tra la danza ed i linguaggi contemporanei. Un programma di incontri, performances, workshops ospitati dal Lanificio 25 e dall'Istituto Francese Grenoble di Napoli, partner e sostenitori della manifestazione insieme a France Danse progetto del ministero della cultura francese ed al webmagazine arteatro.eu

Il festival totalmente autoprodotto e senza alcun finanziamento pubblico giunge quest'anno alla sua quarta edizione e fa della collaborazione tra realtà della cultura e dell'arte nazionali ed internazionali la sua forza.

Protagonisti di questa edizione i danzatori e coreografi Héla fattoumi et Eric lamoureux, la compagniaTeacnologia Filosofica con Stefano Botti e Aldo Torta, Francesca Cinalli, la compagnia Macelleria Ettore_teatro al kg, Tarek Assam e Mirko Hecktor. E con l'associazione Aste e Nodi,si è dato il via NomiDanzeCittà, un percorso interattivo con perfomance site specific in alcuni luoghi simbolo di Napoli, Party di apertura il 20 alle ore 21.00 al lanificio 25. E’ previsto anche un incontro al Grenoble il giorno 20 con gli artisti francesi presenti al festival e un inconro sul tema delle arti performative e linguaggi contemporanei. I partner del progetto sono strettamente legati al territorio, nell’ottica di favorire le realtà locali ponendole in relazione con altre realtà nazionali e internazionali seconda la logica dello scambio e della collaborazione e non quella, assolutamente negativa a nostro avviso, dell’autoisolamento.