Federica Valabrega – Daughters of the King

Roma - 26/11/2013 : 14/01/2014

La mostra traccia un percorso, tanto artistico quanto personale della giovane fotografa. Daughters of the King, che in ebraico suona come “Benot Melech” è un work in progress atto ad esplorare, attraverso decine di scatti fotografici, il ruolo delle donne ebree ortodosse all’interno delle loro comunità.

Informazioni

Comunicato stampa

“L`orgoglio di una Figlia di D-o si annida nelle più segrete venature della sua anima” / “Col cavuda Bat Melech Pnima” / “The pride of a Daughter of the King resides in the most secret depths of her soul”


Martedì 26 novembre, dalle ore 18.30, la Ermanno Tedeschi Gallery di Roma ospita la mostra fotografica di Federica Valabrega dal titolo Daughters of the King.

La mostra traccia un percorso, tanto artistico quanto personale della giovane fotografa

Daughters of the King, che in ebraico suona come “Benot Melech” è un work in progress atto ad esplorare, attraverso decine di scatti fotografici, il ruolo delle donne ebree ortodosse all’interno delle loro comunità. I luoghi fino ad ora visitati dall’artista sono: America (New York – Brooklyn), le città sacre di Israele (tra cui Gerusalemme), Francia (Parigi), Tunisia (Gerba) e alcune città del Marocco (tra cui Casablanca).

Col suo occhio-obiettivo Valabrega ci restituisce una visione diversa dagli stereotipi a cui siamo abituati; le sue fotografie ci permettono di vedere queste donne in un altro modo, pur non trascurando mai la loro carica spirituale. “Daughters of the King – spiega l’artista – è un cammino tramite il quale, dopo tre anni di scatti, di incontri e di amicizie, ho avuto modo di conoscere nel profondo la bellezza spirituale di queste donne così preziose e segrete, seppur all’interno di una società estremamente rigida e regolata da leggi severe sulla privacy e sul rispetto dell’immagine sacra”.

Le fotografie di Valabrega si presentano come interviste mute che vanno ad imprimersi lungo le pareti della galleria. L’artista si attiene a scelte interpretative che le permettono di raccontarci, attraverso una costruzione d’immagini popolata da dettagli, momenti “rubati” da un contesto privato, intimo, quanto lo può essere il rapporto tra una persona e la propria religione. Così nascono le sue fotografie, caratterizzate anche da un sapiente uso di luci essenziali laddove il flash imprime sulla carta fotografica una visione secca dell’immagine che diventa luogo, o meglio “lo specchio” dove riconoscere non una nuova realtà ma un’apparizione autoreferenziale. È così che le immagini di Federica Valabrega ci parlano sostanzialmente di lei e delle sue sensazioni, della riscoperta delle sue radici ebraiche attraverso la storia e le tradizioni di un popolo millenario che vive ancora la quotidianità con devozione.

In occasione dell’inaugurazione si terrà la presentazione dell’omonimo libro Daughters of the King, a cura di Diego Orlando e Annalisa D’Angelo, con testi di David Alan Harvey (fotografo della Magnum Photo Agency e di National Geographic), Maurizio Molinari (giornalista de “La Stampa”), Ermanno Tedeschi, Diego Orlando, Annalisa D’Angelo e Federica Valabrega (Burn Books, 2013, Ingl/Ita, b/n, 96 pagine).

Federica Valabrega, è nata a Roma nel 1983. Vive e lavora tra Roma e New York. Dopo un master in Giornalismo presso l'American University di Washington DC nel 2008, l’anno dopo comincia ad intraprendere la carriera di fotoreporter freelance. Le sue fotografie sono apparse anche sul “New York Times Magazine”, sulla rivista online “Burn Magazine”, su “The Jewish Week”, sulla rete televisiva “JNOne” e sui più importanti quotidiani italiani, tra cui “La Repubblica”, “Il Corriere della Sera” e “La Stampa”.