Fashion at IUAV 2017

Venezia - 30/06/2017 : 30/06/2017

evento curato dai corsi di laurea in design della moda dell’Università Iuav di Venezia a chiusura dell’anno accademico.

Informazioni

Comunicato stampa

Venerdì 30 giugno si tiene a Venezia FASHION AT IUAV 2017, evento curato dai corsi di laurea in design della moda dell’Università Iuav di Venezia a chiusura dell’anno accademico.

Alle ore 20.30 del 30 giugno, nell’area della Stazione marittima antistante ai Magazzini Ligabue (fermata San Basilio), si terrà il Graduation Show, sfilata che presenta le migliori collezioni di abiti e accessori realizzate dai laureandi del corso triennale e del corso magistrale, coordinati dai designer Veronika Allmayer-Beck, Arthur Arbesser, Fabio Quaranta


La regia del Graduation Show è di Mario Lupano e Cristina Zamagni, la regia dei movimenti di Gina Monaco, il sound di Federico Gabrielli e di Letizia Renzini - dj molli.
​ ​L​a sfilata ospita, inoltre, un intervento sonoro e performativo di Furtherset a cura di Codalunga​.

I laboratori di progettazione della triennale e della magistrale si avvalgono inoltre dei designer Silvano Arnoldo, Michel Bergamo, Maria Bonifacic, Carlo Contrada, Patrizia Fiorenza, Samanta Fiorenza, Leonora Jakovljevic, Anthony Knight, Paulo Melim Andersson, Marta Sambin, Mariavittoria Sargentini, Cristina Zamagni, Sergio Zambon.

FASHION AT IUAV 2017 si caratterizza quest’anno per tre elementi di novità: l’occupazione di una nuova area, l’introduzione di un titolo e una preview su invito il giorno prima della sfilata.

Il luogo del Graduation Show è l’area San Basilio, tra Arterminal e l’area Ex Magazzini Frigoriferi, occupata in occasione delle due edizioni precedenti, nel 2015 e nel 2016. Si tratta di un luogo prossimo alla sede dei corsi di laurea in moda, fruito quotidianamente dagli studenti: guardato dai ballatoi o calpestato durante le pause tra una lezione e l’altra. È l’area a ridosso del canale della Giudecca, cento metri di asfalto che corrono lungo un muro di rete che apre gli occhi sulla laguna.

Il titolo L’innocenza del muro è preso a prestito, nella sua traduzione in italiano, dalla ricerca di Simone Gobbo confluita in una tesi di dottorato in architettura e design discussa ad aprile 2017 all’Università degli Studi di Genova. Fin da subito è sembrato perfetto per rivelare un modo di stare dentro le cose, fragile e ostinato, per fotografare una generazione di giovani designer che nell’arco di una sera progetta e racconta il proprio mondo.

Il giorno prima, giovedì 29 giugno, dalle ore 18 alle ore 22, è prevista un’anteprima su invito: una visita guidata all’interno degli spazi di studio e lavoro dei corsi in moda, attraversati da una mostra temporanea, per conoscere da vicino e in anteprima le collezioni che sfileranno e immergersi nell’atmosfera e nel fermento della scuola.
La mostra include ritratti fotografici inediti degli studenti
​ ​designer realizzati da Augusto Maurandi.