Ezio Ferreri – In Sicilia. Cronache del paesaggio ultimo

Palermo - 27/11/2014 : 20/12/2014

La mostra è un viaggio per immagini, una cronaca geologica a più livelli, un diario con lo scopo di rintracciare i punti di snodo tra il paesaggio naturale e quello urbano.

Informazioni

  • Luogo: GALLERIA X3
  • Indirizzo: Via Catania 35 - Palermo - Sicilia
  • Quando: dal 27/11/2014 - al 20/12/2014
  • Vernissage: 27/11/2014 ore 18
  • Autori: Ezio Ferreri
  • Curatori: Salvatore Davì
  • Generi: fotografia, personale
  • Orari: mar/sab 10.30 - 12.30 / 16.30 - 19.30 chiuso dom/lun

Comunicato stampa

Il 27 novembre 2014, la Galleria X3 inaugura IN SICILIA. CRONACHE DEL PAESAGGIO ULTIMO, mostra fotografica di Ezio Ferreri, a cura di Salvatore Davì. Il progetto precedentemente presentato in Bulgaria, presso la Biblioteca Comunale di Sofia, con la collaborazione dell’Istituto Italiano di Cultura di Sofia, ripercorre trent'anni di storia naturale e paesaggistica della Sicilia in quaranta fotografie; la mostra è un viaggio per immagini, una cronaca geologica a più livelli, un diario con lo scopo di rintracciare i punti di snodo tra il paesaggio naturale e quello urbano

Come nel diario di viaggio di Bruce Chatwin, In Patagonia, la terra attraversata da Ezio Ferreri è anche territorio etnografico, spazio di studio antropologico, nonostante la presenza dell’uomo sia solamente accennata da alcuni elementi (castelli, trazzere, ecc.) che però sembrano seguire l’erosione e l’andamento delle forme naturali mettendo in risalto il permanente confronto-scontro tra wilderness e paesaggio pianificato. Il percorso espositivo comincia dal vulcano Etna, luogo depositario di un immaginario mitologico sedimentato da millenni. Dall’Etna ci si sposta alle cave di Favignana e Lipari, fino ai campi arati, alle rocce e ai costoni montuosi, alle masserie, ai castelli e alle strade; luoghi immersi nella natura e spazi carichi di un potenziale leggendario che l’uomo sembra non aver alterato in maniera irreversibile. Le fotografie di Ezio Ferreri si mostrano come icone dell’ultimo paesaggio naturale che affida il bisogno primario d’orientarsi alle nostre capacità proiettive; immagini che sintetizzano il bisogno di recuperare un cammino cinestetico più profondo, al di fuori del contesto urbano.

IL FOTOGRAFO:

Ezio Ferreri [1955] è attivo in Sicilia dall’inizio degli anni Settanta, vive e lavora a Palermo; insegna Fotografia all’Accademia di Belle Arti di Foggia ed Elaborazione digitale dell’immagine, all’Accademia di Belle Arti di Palermo.
Ha esposto in Italia e all’estero partecipando a mostre collettive a Madrid, Rio de Janeiro, Arles, Milano e Londra;
principali mostre personali:
Miniere di Sicilia [Gibellina, 2013 – Palermo 2014]
Ritorno alla vita / I fantasmi di Poggioreale [Ruderi di Poggioreale, 2012]
I luoghi/ I fantasmi di Poggioreale [Gibellina, 2012]
Metropolis/ São Paulo [Palermo, 2010]
Trazas de juegos sobra de antigua piedras [Buenos Aires, 2000]
I fantasmi di Poggioreale [Palermo, 1999-2000]
Gelatine [Palermo, 1996]
I teatri di Palermo [Palermo, 1994]
Masserie e case rurali [Basel, 1988]
Ville di Bagheria e dintorni [Bagheria, 1984]
La condizione degli emigrati italiani [Frankfurt am Mein, 1973]