eXXXcited – Collezioni erotiche

Genova - 04/03/2022 : 02/04/2022

L’arte è sempre erotica, si potrebbe affermare. È sempre infatti un moto dell’animo attivo e caldo verso il mondo e verso l’altro da sé, verso gli altri – e verso questi, in ultima analisi, anche un tentativo di seduzione.

Informazioni

  • Luogo: PRISMA STUDIO
  • Indirizzo: Vico dei Ragazzi 14R - Genova - Liguria
  • Quando: dal 04/03/2022 - al 02/04/2022
  • Vernissage: 04/03/2022 no
  • Curatori: Ferruccio Giromini
  • Generi: arte contemporanea, collettiva
  • Orari: dal giovedì al sabato dalle 16.00 alle 19.00 e/o su appuntamento contatti: [email protected]

Comunicato stampa

L’arte è sempre erotica, si potrebbe affermare. È sempre infatti un moto dell’animo attivo e caldo verso il mondo e verso l’altro da sé, verso gli altri – e verso questi, in ultima analisi, anche un tentativo di seduzione.

Il nudo cuore degli artisti brucia, e soprattutto questo loro vogliono far sapere.


Ma esiste un’arte ancora più precisamente erotica, quella che si dedica a rappresentare e interpretare e suscitare, con mirata attenzione, le pulsioni del desiderio sessuale



È a queste forme d’arte, che non temono talvolta di sfidare le regole del comune senso del pudore (ma esiste, poi, un senso del pudore comune?) che questa esposizione vuole rendere uno spigliato omaggio.


Si tratta di fotografie in dimensioni piccole e grandi, disegni in bianconero e a colori, dipinti su tela e immagini digitali, sculture in marmo statuario e in resina, cartelle di stampe e interpretazioni umoristiche, per ogni tipo di valore e di prezzo, ma tutte opere sicuramente stuzzicanti per il cervello, che com’è noto è l’organo sessuale principale dell’essere umano.


A raccogliere da diverse collezioni private questi materiali, spesso di difficile visibilità pubblica, in questo caso è stato il critico e storico dell’immagine Ferruccio Giromini, che in decenni di collaborazioni con le più prestigiose riviste italiane consacrate alle arti visive, da Zoom a Blue, da Bizarre a X Comics, da Exibart ad Artribune (in questi ultimi due casi con le sue arcinote rubriche fisse “Sexybart” e “Opera Sexy”), si è guadagnato, con speciale divertimento, anche fama di erotologo. Non si contano più le sue collaborazioni e curatele per esposizioni sui temi dell’eros.


Per risultato, ecco allora che una ventina di artiste e artisti italiani, tra nomi noti e pure anonimi, qui si denudano di ogni pudore agli occhi dei visitatori, per offrir loro un’animata incursione nel mondo dei sensi più accesi.


Si rivelerà intrigante, dunque, la passeggiata tra queste opere allegramente provocatorie, che si offrono di passare di mano in mano, di collezione in collezione, per sostenere e diffondere tra gli audaci spettatori il piccolo grande gusto di possedere immagini del desiderio, deputate a suscitare e rinnovare le fantasie dei collezionisti vecchi e nuovi e delle loro amicizie più strette e complici.



oggi più che mai:

MAKE LOVE NOT WAR!