Extra moenia

Campobasso - 15/06/2013 : 30/06/2013

Venticinque artisti della provincia italiana, due critici, un grande artista a supporto, due organizzatori – la Palladino Company di Campobasso e l’Associazione Pescara Art Evolution – e un’unica location: la sala Azienda per le Arti di Campobasso.

Comunicato stampa

Collettiva “Extra moenia”, alla Palladino Company
la rivincita della provincia sui grandi centri
Inaugurazione sabato 15 giugno, ore 19, Sala Azienda per le Arti, Cb

Venticinque artisti della provincia italiana, due critici, un grande artista a supporto (il prof. Paolo D’Orazio), due organizzatori – la Palladino Company di Campobasso e l’Associazione Pescara Art Evolution – e un’unica location: la sala Azienda per le Arti di Campobasso.
Questa la robusta sintesi di Extra moenia, la mostra collettiva che sarà inaugurata sabato 15 giugno alle 19 nell’open space della Palladino Company in via Colle delle Api a Campobasso


“Un evento di grande interesse – spiega l’organizzatore Giancarlo Costanzo, Presidente della Pae di Pescara – perché oltre a presentare i lavori di artisti impegnati e affermati lancia un gruppo di giovani che hanno il futuro e la qualità dalla loro parte”.
Fotografia, pittura, performance e incisione: il mix è completo e ben bilanciato. Tante le opere esposte, tra le quali un sentito omaggio a Raimondo Cardelli, che la critica ha etichettato anche come ‘lo Chagall italiano’, morto nel 2008 ma sempre saldamente posizionato nell’immaginario ideale degli appassionati e dei cultori veri e propri.
Nei lavori della collettiva campobassana la provincia si prende la sua sospirata e meritata rivincita sui centri che vanno, anzi andavano, per la maggiore. “E’ una provincia intesa quale fertile laboratorio inteso ‘Extra moenia’ delle grandi città ormai ridotte a periferie del mondo - spiega il prof. Paolo D’Orazio, già ospite della Sala Axa per la bipersonale di Giuliano Cotellessa e Leonardo Santoli – Questa mostra vuole anche essere un momento di riflessione fra giovani artisti che si misurano fuori dall’assurdo narcisismo egocentrico che regna nelle grandi città e che rende tutti invisibili”. Belle parole per l’arte e anche per la Palladino Company di Campobasso che si sta affermando quale contenitore d’arte su misura, veicolo di sfogo di tanti interpreti vivi e pronti a scommettere esclusivamente sul proprio lavoro.
Nel catalogo spiccano i testi di Pia Piscitello, critica e storica dell’arte, secondo la quale ‘L’artista deve tornare a misurarsi con gli altri artisti attraverso la stima degli stessi” e di Enrico Borgatti, critico e performer che, per l’occasione, presenterà gli artisti e fungerà da prezioso megafono di una serata che prevede anche una breve esibizione dei musicisti Aldo Ferrantini al flauto e Davide Di Ienno alla chitarra.
Eccoli allora i venticinque protagonisti di Extra moenia (Emilia, Abruzzo, Puglia e Molise le regioni rappresentate): Giorgio Acerra, Gino Berardi, Barbara Birindelli, Enrico Borgatti, Bruno Colalongo, Giancarlo Costanzo, Rossano Costanzo, Giuliano Cotellessa, Chiara Crisologo, Paolo De Felice, Yuri Di Blasio, Ileana Di Damaso, Claudia Di Marco, Bruno Di Pietro, Matteo Fusco, Marilù Giannantonio, Nadia Mancinelli, Marco Romoli, Francesca Quintilio, Leonardo Santoli, Andrea Salvio, Mila Sprecacenere, Vittorio Verderosa e gli ottimi ‘molisani acquisiti’ Danilo Susi e Mario Serra.
Extra moenia: dal 15 al 30 giugno, inaugurazione sabato 15 giugno alle 19, Sala Axa Palladino Company, via Colle delle Api, Campobasso.