Extra DRY – Invernomuto

Milano - 07/07/2015 : 28/09/2015

In mostra la video-installazione di Invernomuto, nuova tappa del progetto Extra DRY, nato dalla collaborazione tra Peep-Hole e DRY Cocktails & Pizza.

Informazioni

Comunicato stampa

Extra DRY è un progetto di collaborazione tra Peep­Hole e DRY Cocktails & Pizza che nasce dal desiderio comune di portare l'arte contemporanea fuori dai suoi luoghi deputati.

L'invito dei fondatori di DRY, appassionati d'arte, a immaginare un progetto che porti l'arte all'interno del locale è per Peep­Hole un'occasione per sperimentare nuove modalità di relazionarsi a un pubblico allargato e di avvicinarlo alla ricerca artistica contemporanea. L'alta qualità, la contemporaneità e l'accessibilità che contraddistinguono DRY divengono le linee guida di Extra DRY, che consiste in un programma di proiezioni video iniziato nel 2013



Nella nuova stagione di Extra DRY vengono presentati i video di Marco Belfiore, Antonio Rovaldi, Moira Ricci e Invernomuto. A ogni artista è dedicata una presentazione della durata di tre mesi.

I video, installati nei diversi ambienti in cui si articola il locale, sono visibili durante gli orari regolari di apertura mettendo così in campo un'altra modalità di fruizione dell'opera. DRY diventa così una vetrina sull'arte contemporanea per un pubblico eterogeneo e allargato.


Invernomuto
The Celestial Path, 2013
Video CGI, 9’

The Celestial Path è un video monocanale che segue un doppio tracciato di ricerca: da un lato la figura di Emma Kunz (1892­1963), ricercatrice, naturopata, guaritrice, artista e la scoperta della pietra curativa AION A, dall’altro la teoria del multiverso, uno dei concetti più radicali emersi nella fisica degli ultimi decenni, che considera la possibilità di un insieme di universi coesistenti e alternativi al di fuori del nostro spazio­tempo. Il lavoro cerca di sondare ciò che si cela nelle retrovie della nostra realtà, una ‘realtà nascosta’, creando un ponte tra il passato arcaico e spirituale e il presente proiettato al futuro delle più recenti scoperte scientifiche, combinando tour virtuali all’interno della Emma Kunz Grotto e la voce narrante di Brian Greene, uno dei principali studiosi della teoria del multiverso.

Con The Celestial Path Invernomuto ha vinto nel 2013 la prima edizione del MERU ART*SCIENCE AWARD, promosso dalla Fondazione Meru, la GAMeC – Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Bergamo e l’Associazione BergamoScienza.

Wishes of a G, 2014 V
Video Hi8, 6'

Wishes of a G è un ritratto ossessivo della Wishing Well (Fontana dei desideri) di Chinatown, Los Angeles. Il monumento è intitolato Seven Star Caverns — in riferimento alle montagne di Seven



Star, in Cina, dove, secondo la tradizione locale, vanno a rifugiarsi gli immortali. L’artista americano Mike Kelley considerava la Wishing Well di Chinatown l’unica opera di arte pubblica di rilievo a Los Angeles e ne ha tratto una scultura dal titolo Framed and Frame, nel 1999. Il video, costruito su piani fissi della Wishing Well e girato con una telecamera analogica Hi8, è un personale tributo a Mike Kelley ­ scomparso nel 2012 ­ e al tempo stesso un’analisi affettiva di una porzione di territorio losangelino. Un memoriale etereo, sciolto nella grana delle immagini in movimento.


Invernomuto è un duo formatosi nel 2003 da Simone Bertuzzi e Simone Trabucchi, artisti con base a Milano. Oltre al mezzo d’elezione che è il suono e l’immagine in movimento, Invernomuto sperimenta la propria ricerca nella scultura, nelle pubblicazioni e nelle azioni live. Tra le mostre e performance recenti: The Celestial Path (GAMeC, Bergamo 2013), I­Ration (ar/ge kunst, Bolzano, 2014), Negus – Far Eye (Museion, Bolzano 2014; Marsèlleria, Milano, 2014), Anabasis Articulata (Triennale di Milano, 2014), ArtSpeak (Vancouver, 2015) e Wondo Genet (AuditoriumArte, Roma, 2015).

Peep­Hole è un centro d'arte contemporanea con sede a Milano. Il suo obiettivo è invitare a uno sguardo più attento verso le pratiche artistiche contemporanee attraverso un programma articolato di mostre, lectures, seminari, pubblicazioni ed eventi. All’attività espositiva che si svolge principalmente nello spazio situato presso la sede della storica Fonderia Battaglia, si affiancano una serie di attività e progetti che si estendono fuori dai confini della sua sede con eventi organizzati in collaborazione con istituzioni nazionali e internazionali.