Eva Reguzzoni – ER. Il mito dell’interiorità

Castano Primo - 10/05/2014 : 18/05/2014

Eva Reguzzoni sviluppa la propria ricerca artistica approfondendo la tematica dell’esperienza introspettiva e della vita interiore. Questa indagine l’ha portata a sperimentare il proprio linguaggio attraverso una gestualità molto intima che ricorre al ricamo e al disegno nel realizzare installazioni autentiche e di grande coinvolgimento emotivo.

Informazioni

Comunicato stampa

Premio Arte Rugabella propone ER. Il mito dell’interiorità a cura di Fabio Carnaghi, prima mostra personale di Eva Reguzzoni, a conferma dell’attenzione del Premio verso i nuovi linguaggi emergenti.
Il titolo della mostra prende spunto dal mito di Er, attraverso un gioco di ambiguità con le iniziali dell’artista. Er, guerriero di Panfilia, nel decimo libro della Repubblica di Platone, racconta la sua esperienza nell’Ade e svela la vita dell’anima dopo la morte. L’artista realizzerà un progetto site specific di dialogo con lo spazio storico, ricreando un percorso che individuerà nel tema dell’interiorità il suo punto di svolgimento centrale

L’interiorità è indagata in una coesa compenetrazione tra dimensione visionaria e carnale. Eva Reguzzoni lavora con carta, filo e inchiostri, operando attraverso l’impressione, il ricamo, il disegno. Questi gesti diventano così evocativi dei processi mnemonici e cognitivi, oltre che fisici e sensibili. Le installazioni che nascono da questo progetto coinvolgono il metabolismo umano e naturale, dalle dinamiche cerebrali a quelle del nutrimento, della crescita e dell’evoluzione. Alimentare il corpo e l’anima è l’esperienza che riporta a un viaggio viscerale e allo stesso tempo ancestrale, senza categorie di tempo e di spazio. Il bianco dei supporti prediletti da Reguzzoni funge da tabula rasa su cui si innesta il nero di un’atavica opposizione che descrive traiettorie fisiologiche che equivocano con forme vegetali, organi anatomici o sostrati preesistenti. Il supporto neutro diventa un ricettore piuttosto che un filtro, che attrae e somatizza l’intervento dell’artista, la quale agisce per sedimentazione quasi naturale. Il viaggio si sposta in territori misteriosi, ribadendo il significato dell’interiorità come luogo dell’imperscrutabile, dove la conoscenza umana può solo tentare l’immaginazione.
Le opere di Eva Reguzzoni per ER, il mito dell’interiorità saranno inedite e appositamente realizzate per la mostra. A completamento della mostra verrà pubblicato da MEB Arte Studio un catalogo curato da Fabio Carnaghi che documenterà il dialogo delle opere con lo spazio e che verrà presentato in un evento successivamente dedicato.
La mostra ER. Il mito dell’interiorità è promossa da Premio Arte Rugabella in collaborazione con arteCa e Proloco di Castano Primo con il patrocinio di Regione Lombardia, Provincia di Milano, Città di Castano Primo, UNESCO, Mab - Man and Biosphere, Parco del Ticino con il sostegno di Navigli Lombardi, Consorzio Est Ticino Villoresi, Ecoistituto della Valle del Ticino. Special Partner dell’iniziativa è MEB Arte Studio.
ER. Il mito