Eugenio Pacchioli – I turchesi cavalli di Turkassia

Torino - 07/05/2014 : 17/05/2014

Dipinti di grande formato (100 x70) - acrilici, tecnica mista, collage - con unico soggetto il cavallo, ispiratore di percorsi e variazioni sul tema che, in un sostanziale rispetto delle forme, si aprono a tutte le possibili fantasie del colore e dell’invenzione.

Informazioni

  • Luogo: MUTABILIS
  • Indirizzo: Via Dei Mille 25/c - Torino - Piemonte
  • Quando: dal 07/05/2014 - al 17/05/2014
  • Vernissage: 07/05/2014 ore 18,30
  • Autori: Eugenio Pacchioli
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: da martedì a venerdì 15.30-19.30; sabato 10.30-19.30. Lunedì chiuso.
  • Email: ocralabtorino@gmail.com

Comunicato stampa

TRE PARETI COME PIAZZE, popolate di rimandi letterari, suggestioni poetiche, fascinose citazioni storiche. Questo l'allestimento singolare della Personale di EUGENIO PACCHIOLI I TURCHESI CAVALLI DI TURKASSIA – 77 Dipinti “sul bello del cavallo”, che inaugura mercoledì 7 maggio alle 18:30 negli spazi di Mutabilis, in via dei Mille 25/c a Torino, fra gli eventi di Salone OFF -Circoscrizione 1, collaterali al Salone Internazionale del Libro, in permanente fino al 17 maggio


Dipinti di grande formato (100 x70) - acrilici, tecnica mista, collage - con unico soggetto il CAVALLO, ispiratore di percorsi e variazioni sul tema che, in un sostanziale rispetto delle forme, si aprono a tutte le possibili fantasie del colore e dell’invenzione. Questo il corpus omogeneo eppure mai monotono, che si configura agli occhi del visitatore: combinazione e scomposizione continua di elementi formali e contenutistici, sequenza-collezione che non racconta edificanti quadretti di vita equestre, bensì storie e pensieri forti dove il cavallo, empaticamente partecipe alla vicenda dell’uomo, è anche docile alle invenzioni estetiche; stretto al suo territorio, è il protagonista di poetiche fantasiose ambientazioni.
Spiega PACCHIOLI: “L’allestimento - nella stretta e continua sequenza dei dipinti presentati in tre grandi spazi, compatti ma di forte movimento, offre il fascino di un cangiante teatro popolato da cavalli, ognuno depositario di una storia, ognuno orgoglioso della propria sorprendente identità. “

Il rimando al mondo letterario non è nuovo né poco familiare a EUGENIO PACCHIOLI che, in OLIVETTI fin dai primi Anni Settanta, assume infine il ruolo di Direttore dell'Archivio storico, di cui cura il prezioso riordinamento e valorizzazione.
La passione e il talento per PITTURA e LETTERATURA si coniugano naturalmente nella sua ARTE, rendendola magica, profonda, speciale.
Dice l'Artista: “Che senso ha la mia pittura...? La vera rivoluzione si fa nell'esistenza quotidiana più che sopra un metro quadro di tela. Mi accontento di qualche ragione leggera. Ho la pretesa di far allargare la visione, far correre la fantasia, magari prendendola in giro, creare echi, suggerire l'impossibile.”

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Ci ospita fino al 17 maggio lo spazio essenziale di Mutabilis, in via dei Mille 25/c- www.mutabilislab.com
Orari Mostra: da martedì a venerdì 15.30-19.30; sabato 10.30-19.30. Lunedì chiuso.

Organizza OCRA Lab idee per comunicare – Torino
Per informazioni: Cristina Ballerini tel 347 0346303 mail [email protected]

EUGENIO PACCHIOLI - Roma (1941)
Origini abruzzesi, adozione piemontese.
Spende la sua vita professionale per la storica azienda OLIVETTI di Ivrea dove dalla fine degli Anni Novanta è Direttore dell’Archivio Storico, di cui cura il prezioso riordinamento e valorizzazione.
LA PITTURA. Indipendente da correnti e condizionamenti stilistici ama definirsi “Artigiano della visione”
A partire dagli anni ’70 produce oltre 15.000 “carte”: I DIPINTI; I LIBRI MANOSCRITTI (30 esemplari unici, manoscritti -testi e illustrazioni-); I CICLI (oltre 20 grandi composizioni monotematiche); APPUNTI DI VIAGGIO (migliaia di disegni realizzati durante i numerosi viaggi nei vari continenti); VIGNETTISTICA di politica e società; STAMPE (litografie su aspetti della storia, della tradizione, del territorio eporediese o su ambienti di invenzione) .Una cinquantina le mostre allestite negli anni: a Torino, Ivrea, Portovenere, Buenos Aires, Milano, Lugano, Genova, Imperia, Belgioioso, Palermo, Como, Monza, Montalto, Città Sant'Angelo (Pe).
ALTRI LAVORI: Cura 10 edizioni (2004-2014) del Carro 25 Imperatori per il CARNEVALE STORICO DI IVREA. Dipinge SCENE per il Teatro. Esegue PERFORMANCE, teatrali e di pittura. Nella Estemporanea con reading, che presenta con successo da anni con il contributo di attori professionisti, Pittura e Letteratura si incontrano in unico affascinante spettacolo. E' ideatore e curatore di una miscellanea di racconti che esce annualmente con il titolo Gli Spaesati.
PACCHIOLI dipinge:
l’uomo, il teatro, il paesaggio, il mare, il viaggio, la Bibbia e i suoi protagonisti, erbari. La “carta” è il supporto di eccellenza. Chine, pastelli a olio, acrilici, matite grasse i suoi “mezzi”.
PACCHIOLI dice:
“A volte qualcuno mi chiede: cosa dipingi? che filone segui? sei un paesaggista? fai nature morte? Credo di poter dire con molta tranquillità di essere un pittore libero.”

Ocra lab idee per comunicare
E' un laboratorio creativo nato nel gennaio di quest'anno, da esperienze e competenze pluriennali nei settori arte e editoria. Le sue tante idee a volte restano “fuffa”, altre diventano realtà. I progetti si traducono in azioni; i contenuti si riversano in eventi che li possano raccontare.
Ci piace pensare alla CREATIVITA' come a un mezzo per avvicinare le persone alla conoscenza, per creare occasioni in cui accendere desideri, farsi domande, diffondere il virus della curiosità.