Ettore Favini – You certainly took your sweet time

Torino - 20/09/2014 : 30/10/2014

L’artista presenta la sua prima mostra personale negli spazi di CO2, invadendoli con un’installazione unica, utilizzando campioni di tessuti sartoriali per generare la facciata della sua opera.

Informazioni

  • Luogo: CO2
  • Indirizzo: Via Arnaldo da Brescia 39, 10134 - Torino - Piemonte
  • Quando: dal 20/09/2014 - al 30/10/2014
  • Vernissage: 20/09/2014 ore 18
  • Autori: Ettore Favini
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: Giovedì – Sabato 15 > 19
  • Biglietti: ingresso libero

Comunicato stampa

ETTORE FAVINI
You certainly took your sweet time



- Ettore, per quando possiamo fissare la tua personale?
- Ho già alcune idée, sto prendendo le misure, ci vorrà solo un po’ di tempo per metterle in pratica.
Ma nel frattempo CO2 si è spostata da Roma a Torino, gli spazi sono cambiati e il progetto precedente non era adattabile.
- Allora Ettore, hai qualche idea sul progetto a cui stavi lavorando? Noi siamo pronti


- Si, il progetto anche è pronto ma mi serve un altro po’, questione di mesi, sto lavorando sul tempo, su di noi, noi siamo il nostro tempo, il tempo è sempre stato generoso con noi.
- Certo, prenditi il tempo che ti serve, siamo il risultato del nostro tempo.

Questo è il metodo di lavoro di Ettore Favini (Cremona, 1974), artista poliedrico che spazia dall’azione concettuale alla scultura, passando per quello che più gli appartiene: la natura e lo spazio intorno ad essa. Parte dal vuoto, ci si relaziona in modo personale, dialogandoci con rispetto, per poi cambiargli i connotati.

Il progetto You certainly took your sweet time è stato elaborato in due anni di pensiero e due ore di lavoro. E’ una riflessione sullo scorrere del tempo e l’importanza che esso assume nelle vite umane, dopo diversi sopralluoghi, dopo aver visto la galleria funzionare e mutare per circa un anno.

L’artista presenta la sua prima mostra personale negli spazi di CO2, invadendoli con un’installazione unica, utilizzando campioni di tessuti sartoriali per generare la facciata della sua opera. Un oggetto non più propedeutico alla sua funzione ma vera e propria scultura di tessuto, tenda, che nello svolgere il suo antico ruolo di divisorio amplifica la potenza di quello che si cela al suo interno.
Tre orologi, capovolti, faccia alla parete, nella condizione di non potere più assolvere alla loro funzione, come se l’osservatore per una volta fosse alle loro spalle, ingannando lo scorrimento delle lancette. Orologi che recuperano l’arcana funzione della mediana, dove la luce entra in relazione con il tempo, azionando il movimento di un’ombra che ne svela l’ora esatta, ma mai precisa. Come se i secondi non avessero più senso e la porzione di tempo tra le 10.10 e le 10.20 non fosse più in diretta relazione con la realtà. Come se il tempo, per un volta, non potesse più influire sulle vite umane.




Ettore Favini (1974, Cremona, IT) vive e lavora in Italia.
Mostre personali (selezione): 2014 - You certainly took your sweet time, CO2, Torino (IT); 2013 - Verdecuratoda...voi, Fondazione Pastificio Cerere, Roma (IT); Nella Terra di Mezzo, Villa Panza di Biumo, Varese (IT); 2012 - The Sun behind the clouds, PAV, Torino (IT); Sun Ra, Marsèlleria, Milano (IT); 2011 - All in a good time, David Adamo & Ettore Favini, Basilica Maggiore, Bergamo (IT); Paesaggio da bere, PPS/Meetings#2, Museo Riso, Palermo (IT); 2010 - Walden Method, MAR, Ravenna (IT); La Verde Utopia, PAV, Torino (IT)

Mostre collettive (selezione): 2014 - Non siamo mai stati moderni, SongEun ArtSpace, Seoul (ROK); 2013 - The cock-crow, CO2, Torino (IT); Milano e oltre, Triennale, Milano (IT); 2012 - Fuoriclasse, Galleria D'Arte Moderna, Milano (IT); Metamorphosis, Museo D'Arte Moderna, Udine (IT); Hidden Place and Identity, Genk, (BE); Family talk, Futura Project, Praga (CZ); Epipedon, CO2, Roma (IT); Take the leap, Peep Hole, Milano (IT); 2011 - Time to be green, MART, Rovereto (IT); Il Teatro delle Esposizioni, Villa Medici, Accademia di Francia, Roma (IT); UN'ITA, Industria Gallery, New York (USA); 2010 - Moroso Award, GC AC, Monfalcone (IT); Metodo Walden, Villa Contarini, Piazzola sul Brenta (IT); Words/Billboard, public project, Padova/Praga, (IT/CZ); Effetto Stalker, Galleria dell'Arco, Palermo (IT)