Ettore de Conciliis – Acque e terre dipinti e land-art

Venezia - 20/09/2021 : 24/10/2021

Un’esposizione di Ettore de Conciliis alla VIU Venice International University nell’isola di San Servolo per i 1600 anni di Venezia.

Informazioni

  • Luogo: ISOLA DI SAN SERVOLO
  • Indirizzo: Isola Di san Servolo - Venezia - Veneto
  • Quando: dal 20/09/2021 - al 24/10/2021
  • Vernissage: 20/09/2021
  • Autori: Ettore De Conciliis
  • Generi: arte contemporanea, personale

Comunicato stampa

naugura domani alle 13.35 nell’Isola di San Servolo, l’esposizione Ettore de Conciliis Acque e terre, dipinti e land-art alla presenza della Ministra dell’Università e della Ricerca Maria Cristina Messa, del Sindaco di Venezia Luigi Brugnaro, dell’Ambasciatore Umebrto Vattani , presidente di VIU, e dello stesso Maestro de Conciliis,
La mostra è stata prodotta e organizzata in occasione delle celebrazioni dei 1600 dalla nascita di Venezia da Il Cigno GG Edizioni e dalla Venice International University con il supporto di San Servolo Servizi Metropolitani di Venezia e della Fondazione Musei Civici di Venezia e porta nella città lagunare, fino al 24 ottobre 2021, una selezione antologica della produzione del Maestro. Si tratta di opere di grande formato in cui domina il tema dell’acqua, tre delle quali saranno esposte, negli stessi giorni, anche al Museo di Ca’ Pesaro a Venezia.
In occasione dell’esposizione veneziana, curata da Victoria Noel-Johnson e Silvia Mazza, le opere esposte raccontano a tutto tondo l’attività dell’artista incentrata sull’acqua, uno dei quattro elementi della natura essenziali per il ciclo della vita sulla terra in cui abitiamo.
Visto il tema rappresentato, l’esposizione è un omaggio a Venezia, la cui straordinaria storia e impareggiabile bellezza risuona tra gli antichi palazzi e si riflette nelle acque da cui sorge.
La mostra Acque e terre, dipinti e land-art è un momento unico e stimolante per contemplare l’opera di de Conciliis: i suoi lavori esposti – tra cui Notturno a Venezia, 2020 e In speculum translucet imago, 2015-2016 e Il monte Pellegrino a Palermo, la sera, 2010 – e le fotografie in bianco e nero dell’opera Il Memoriale di Portella della Ginestra (1980, prima opera di land-art in Sicilia, immortalata da grandi fotografi di tutto il mondo), raccontano due temi centrali che hanno dominato il lavoro del Maestro fino ad oggi: sebbene tecnicamente diverse, le opere di land-art (tipiche dell’inizio della sua carriera) e quelle a tema acquatico, sono accomunate dalla ricerca della pace attraverso la Natura, tema più che mai attuale nel momento storico che stiamo vivendo