Esplorando Cantiere del ‘900 – Renato Barilli

Milano - 20/06/2013 : 20/06/2013

Ultimo appuntamento prima dell'estate di "Esplorando Cantiere del '900", ciclo di incontri con gli artisti, i critici d'arte e i collezionisti promosso da Progetto Cultura di Intesa Sanpaolo dedicato alle opere del Novecento in mostra al Cantiere del '900, all'interno del polo museale di Intesa Sanpaolo Gallerie d'Italia - Piazza Scala.

Informazioni

Comunicato stampa

"Esplorando Cantiere del '900"
L'approfondimento dedicato alle opere e agli autori di Cantiere del '900 nell'ambito del Progetto Cultura di Intesa Sanpaolo

GIOVEDI' 20 giugno 2013
"1975-1985: gli anni della citazione"
Incontro con Renato Barilli
Ore 18.30

Ultimo appuntamento prima dell'estate di "Esplorando Cantiere del '900", ciclo di incontri con gli artisti, i critici d'arte e i collezionisti
promosso da Progetto Cultura di Intesa Sanpaolo dedicato alle opere del Novecento in mostra al Cantiere del '900, all'interno del
polo museale di Intesa Sanpaolo Gallerie d'Italia - Piazza Scala



Giovedì 20 giugno 2013, dalle ore 18.30 alle ore 19.30 Renato Barilli sarà ospite per parlare dell'arte italiana negli anni Ottanta,
periodo in cui le banche confluite nel gruppo Intesa Sanpaolo proseguono nell'opera di collezionismo dedicata alle situazioni
emerse fra gli anni Ottanta e Novanta. Per l'occasione Renato Barilli, autore di numerosi studi sull'arte contemporanea e sulla sua
collocazione fenomenologica, svilupperà il tema "1975-1985: gli anni della citazione", nel quale tratterà dei molteplici aspetti
dell'arte italiana di quegli anni, con attenzione ai suoi caratteri di riflessione sulla "tradizione della modernità" e di ripresa di ragioni
espressive, sulla base del principio "postmoderno" di citazione.
L'incontro trae spunto in particolare dall'ultima sala del percorso, nella quale sono raccolte opere dei protagonisti della
Transavanguardia italiana, ma anche di autori affermatisi parallelamente, come Enzo Esposito, Davide Benati, Luciano Bartolini,
Luigi Mainolfi, Gianfranco Maraniello, Paolo Iacchetti, prima della successiva generazione che viene accostata nello stesso
ambiente (con opere di Stefano Arienti, Massimo Kaufmann, Grazia Toderi, Umberto Cavenago, oltre alle presenze di Alberto Garutti
e Remo Salvadori), e accanto alle esplorazioni sul mezzo fotografico e le sue applicazioni narrative e formali (con Franco Vaccari,
Bruno Di Bello, Francesco Clemente, Franco Vimercati, Silvio Wolf, Marina Ballo Charmet, Angelo Candiano).
Renato Barilli, professore emerito dell'Università di Bologna, è stato per anni professore ordinario di Storia dell'arte contemporanea
insegnando Fenomenologia degli Stili nel DAMS, di cui è stato tra i promotori. Protagonista della critica italiana dai primi anni
Sessanta, ha partecipato alle iniziative del Gruppo 63, ha collaborato al "Verri", e svolto attività critica su riviste e giornali come
"L'Espresso", "L'Avanti!", "L'Unità". Nei primi anni Ottanta ha dato sostegno critico a diverse delle situazioni che andavano allora
maturando, sostenendo in particolare il gruppo dei Nuovi-Nuovi e curando la rassegna AnniOttanta (Galleria Comunale d'Arte
Moderna, Bologna e sedi varie, 1985; Mazzotta, Milano, 1985). Altri suoi interventi di quegli anni sono poi confluiti nel volume Il ciclo
del postmoderno.La ricerca artistica negli anni '80 (Feltrinelli, Milano, 1987). I suoi studi, anche recenti, riguardano tanto l'arte
contemporanea, quanto la letteratura (cfr. Storia dell'arte contemporanea in Italia. Da Canova alle ultime tendenze, Bollati
Boringhieri, Torino, 2007 e La narrativa europea in età moderna. Da Defoe a Tolstoj, Bompiani Etas Fabbri Sonzogno, Milano, 2010).


Tutti gli incontri di questo ciclo sono proposti nella forma di dialogo fra l'ospite e Francesco Tedeschi, curatore di Cantiere del '900,
che ha coordinato l'intero ciclo di appuntamenti:
"Abbiamo voluto dare vita a un cantiere proprio con l'idea di un progetto aperto, che miri a scoprire aspetti di una epoca molto
studiata, ma che ancora ci interroga per la vicinanza al nostro tempo, e per gli influssi nella vita e nell'arte di oggi" dichiara
Francesco Tedeschi. "Questo ciclo di incontri, che abbiamo pensato aperto a un pubblico non prettamente di addetti ai lavori, con una
attenzione particolare agli studenti, ci auguriamo possa offrire spunti di conoscenza, di studio e di ricerca ulteriori. Lo stesso
percorso multimediale all'interno delle Gallerie offre migliaia di documenti di archivio, video e cartacei, che ricostruiscono
l'atmosfera di una epoca nelle quali l'arte di questo importante periodo ha raggiunto, in ambito italiano, livelli di eccellenza sul piano
mondiale".

L'incontro è a ingresso libero fino a esaurimento dei posti disponibili e si tiene nel Salone Mattioli delle Gallerie d'Italia, a Milano in
piazza della Scala 6, alle ore 18.30.

Le Gallerie d'Italia - Piazza Scala, a ingresso gratuito, sono aperte da martedì alla domenica dalle ore 9.30 alle ore 19.30, il giovedì
fino alle ore 22.30. Sono annessi bookshop e caffetteria aperti tutti i giorni, dalle ore 8 alle ore 22.30.
Info n. verde 800.167619 www.gallerieditalia.com