Ermenegildo Atzori – Phantasmata

Cagliari - 30/11/2018 : 29/12/2018

Allo spazio di arte contemporanea (In)visibile le nuove opere dell’artista sardo Ermenegildo Atzori.

Informazioni

  • Luogo: (IN)VISIBILE
  • Indirizzo: Via Barcellona 75 - Cagliari - Sardegna
  • Quando: dal 30/11/2018 - al 29/12/2018
  • Vernissage: 30/11/2018 ore 19
  • Autori: Ermenegildo Atzori
  • Curatori: Giacomo Pisano
  • Generi: arte contemporanea, personale

Comunicato stampa

Un mondo immaginario e fantastico ma tenacemente ancorato alla terra, all’aria e agli elementi è quello che trova spazio tra le nuove opere di Ermenegildo Atzori, poliedrico artista sardo che ama sperimentare supporti, materiali e linguaggi sempre diversi. “Phantasmata”, il nuovo viaggio di Atzori che da venerdì sarà ospitato nella galleria cagliaritana (In)visibile di via Barcellona, nel quartiere Marina, mette in mostra opere di grande, medio e piccolo formato create con grafite su supporti in pvc: l’esposizione, curata da Giacomo Pisano, sarà inaugurata venerdì 30 novembre alle 19 e sarà visitabile fino al 29 dicembre



“Ermenegildo Atzori, artista poliedrico in bilico tra la fascinazione per la natura e la decadenza industriale – scrive il curatore della mostra Giacomo Pisano - ci presenta un nuovo concept utilizzando materiali inusuali rispetto ai lavori precedenti con un risultato sorprendente. I supporti plastici segnati dalla grafite e dal pastello sono sovrascritti con linguaggi, cifre, immagini, mondi interi che si dipanano agli occhi di chi osserva. Composizioni aeree, leggere, volatili si affiancano a linee i cui grafismi ricordano planimetrie e progetti in cui fanno possiamo riconoscere, talvolta, architetture ben definite, forme antropomorfe, zoomorfe e fitomorfe. Ed è qui che comprendiamo il senso di ‘Phantasmata’, qualcosa che sfugge all’immagine realmente tangibile, fisica, ma che ne è proiezione fedele e che ci è dato cogliere per qualche attimo prima che scompaia. Phantasmata è il vuoto tra le cose e le figure delle cose, è l’immaginario, il non detto, l’invisibile”.

Ermenegildo Atzori ha esposto i suoi lavori in mostre nazionali e internazionali. Nel suo percorso creativo ha lavorato spesso con materiali inusuali e di recupero, seguendo un percorso che guarda alla materia e agli elementi naturali come conduttori di significati. Oltre che pittore è anche scultore, fumettista e disegnatore.