Enzo Bersezio – Sheer-Wood

Pettenasco - 24/05/2014 : 28/09/2014

L'artista invitato per l’allestimento 2014 è Enzo Bersezio, scultore piemontese che nelle sue opere ha privilegiato l'utilizzo del legno per la sua resistenza e struttura, suggerendo al contempo immagini archetipiche e poetiche con una valenza minimale.

Informazioni

  • Luogo: MUSEO DELLA TORNITURA
  • Indirizzo: Via Vittorio Veneto 10 - Pettenasco - Piemonte
  • Quando: dal 24/05/2014 - al 28/09/2014
  • Vernissage: 24/05/2014 ore 16,30
  • Autori: Enzo Bersezio
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: ore 10.30 – 12.00 e 16.00 – 18.30 tutti i giorni
  • Biglietti: ingresso libero
  • Email: ale.valsecchi@gmail.com
  • Patrocini: L’evento è realizzato con il contributo del Comune di Pettenasco, Fondazione Comunità del Novarese, Compagnia di San Paolo, Fondazione Cariplo, Fondazione CRT.

Comunicato stampa

Inaugura sabato 24 maggio la mostra “Sheer-Wood” di Enzo Bersezio al Museo della Tornitura di Pettenasco. La mostra nasce dalla collaborazione tra l'Associazione Asilo Bianco, il Museo e il Comune di Pettenasco che per il secondo anno coordinano una mostra che unisce la cultura dell'artigianalità del Cusio con l'arte contemporanea.

L'artista invitato per l’allestimento 2014 è Enzo Bersezio, scultore piemontese che nelle sue opere ha privilegiato l'utilizzo del legno per la sua resistenza e struttura, suggerendo al contempo immagini archetipiche e poetiche con una valenza minimale

Il titolo della mostra Sheer-Wood nasce dall’unione di diversi significati: la parola inglese Sheer significa perpendicolare, diafano, mero, aggettivi che ben descrivono le creazioni dello scultore, e wood, il legno, materiale principe nella sua produzione artistica.
Lo spazio museale, dedicato alle tecniche e alla cultura della lavorazione del legname, instaura un dialogo tra artigianalità ed espressione artistica creando un racconto che vede come attori le opere, il contesto spaziale e le figure poetiche che esse evocano come principali attori.

“Il legno, sì, il legno è indubbiamente il primo materiale che ho visto usare”, ricorda l’artista “tagliare, curvare, assemblare. Mio nonno, costruttore di carri e botti, lo adoperava, tagliava, accarezzava, modellava, sino alla seconda metà del novecento. Credo di essere sempre stato affascinato dalle sue fibre e dal suo profumo; ricordo anche gli ultimi cantieri in riva al mare dove il fasciame diafano e scolorito delle barche non era ancora stato sostituito dalla vetroresina.” L’allestimento presenterà sia statue lignee sia i più recenti bassorilievi in un contrasto tra superfici increspate e levigate.

Enzo Bersezio è nato a Lesegno (CN) nel 1943. Dopo gli studi liceali, si diploma in scultura frequentando il corso tenuto dal maestro Sandro Cherchi all’Accademia Albertina di Belle Arti di Torino, città che da quel momento diventa luogo d’arte, di vita e lavoro. La sua indagine artistica rivolta alla scultura con tratti minimalisti, relativi all’osservazione delle forme della natura, lo indirizza alla verifica di più materiali per indagarne la capacità di essere sintassi e sintesi del proprio sentire. Tale percorso lo porta a privilegiare infine il legno, la cui natura di resistente struttura e morbida superficie, suggerisce immagine di archetipo e corpo vivo di poesia. Dalle prime accumulazioni di carta simulanti diari lapidali, attraverso il tempo, si arriva alle ultime diafane alberature abbandonate al vento. Il suo lavoro lo rende partecipe di numerose manifestazioni collettive e personali in Italia ed all’estero (Torino, Roma, Milano, Bologna, Firenze, Parigi, Copenaghen, Glasgow) e ad essere presente alla 54° BIENNALE DI VENEZIA, Padiglione Italia - Torino.

Il Museo dell'Arte e della Tornitura del Legno di Pettenasco è stato recentemente restaurato grazie alla collaborazione tra il comune di Pettenasco e l'Associazione Asilo Bianco. Questa sinergia è nata con lo scopo di riqualificare gli spazi del museo per consentirne una migliore fruizione sia come luogo legato alla memoria e alle tradizioni, sia come spazio a disposizione della comunità per momenti di incontro ed eventi espositivi legati al territorio. Il Museo ha sede nell'antica torneria posta sulla Roggia Molinara. Dopo un accurato e originale intervento di restauro, realizzato con il determinante contributo della Fondazione Comunità del Novarese e della Fondazione Crt, offre al pubblico una pregevole mostra di attrezzi, utensili, macchinari ed oggetti provenienti da vecchie "fabbriche" e laboratori artigianali locali. La produzione di oggetti di legno tornito è stata infatti una caratteristica dell'artigianato cusiano fino agli anni Cinquanta e ancora oggi a Pettenasco alcune ditte propongono prodotti che derivano da tale tradizione. Il museo è parte dell'Ecomuseo del Lago d'Orta e Mottarone.