Emily Jones – Half-heart

Firenze - 25/03/2017 : 25/04/2017

Il titolo trae origine dalla proposta dello scienziato E.O. Wilson di destinare metà della superficie terrestre alla natura senza esseri umani.

Informazioni

  • Luogo: VEDA
  • Indirizzo: Borgo Pinti 84r - Firenze - Toscana
  • Quando: dal 25/03/2017 - al 25/04/2017
  • Vernissage: 25/03/2017 ore 18,30
  • Autori: Emily Jones
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: su appuntamento

Comunicato stampa

VEDA is pleased to present HALF-EARTH, a solo exhibition by Emily Jones, on view at the gallery from March 25th - May 15th, 2017. HALF-EARTH is a name transferred from scientist E.O. Wilson’s proposition to devote half of Earth’s surface to nature without humans.


Inside, a 1:3 scale ball-jointed doll sits facing the exhibition space. She dangles her legs from the concrete ledge, witnessing the situation, shifting positions over time. Nests made of chewed bread hold onto the plaster walls

A tile mosaic occupies most of the back wall of the gallery; it depicts four fish at its corners and reads, “They were eating out of our hands.” A hole through part of the mosaic exposes another gallery littered with the debris and tiles.


Embracing complexity, Jones’ exhibitions produce visceral impacts, formalize speculative ecologies, and organize scenarios for critical meditation on language and meaning-making. On the evening of the opening, a performance titled Velella, Velella will take place in the outdoor courtyard of the gallery.



Emily Jones (b. 1987) lives and works in London. HALF- EARTH is the third and final exhibition in a trilogy that includes News from Nowhere, Cordova Vienna AT, 2016, and Echolocation Almanac Inn Turin IT, 2016. Jones has exhibited widely in venues including Serpentine Gallery, London; Galerie Andreas Huber, Vienna; Jupiter Woods, London; Arcadia Missa, London; Future Gallery, Berlin; and Andrea Rosen, New York.


***


VEDA è lieta di presentare HALF-EARTH, la mostra personale di Emily Jones che sarà inaugurata il 25 marzo e resterà aperta fino al 15 maggio 2017. Il titolo trae origine dalla proposta dello scienziato E.O. Wilson di destinare metà della superficie terrestre alla natura senza esseri umani.



Dentro, una bambola snodabile in scala 1:3 è seduta di fronte allo spazio espositivo. Lo osserva con le gambe che dondolano dalla soglia di cemento e ogni tanto cambia posizione. All’intonaco dei muri sono attaccati nidi di pane masticato. Un mosaico di tessere di vetro occupa la parete di fondo: agli angoli ritrae quattro pesci e la didascalia recita: “Mangiavano dalle nostre mani”. Il buco su una parte del mosaico rivela un’altro spazio disseminato di rovine.



Le mostre di Jones, che contemplano la complessità, provocano reazioni viscerali, formalizzano ecologie speculative e organizzano situazioni ipotetiche per riflettere in maniera critica sulla lingua e sul processo di creazione del significato. In occasione della serata inaugurale, nella corte della galleria si terrà la performance dal titolo Velella, Velella.



Emily Jones (nata nel 1987) vive e lavora a Londra. HALF-EARTH è la terza e ultima mostra della trilogia che comprende News from Nowhere, Cordova Vienna AT 2016, ed Echolocation, Almanac Inn Turin IT 2016. L’artista ha esposto in diverse gallerie fra cui la Serpentine di Londra, la Galerie Andreas Huber di Vienna, la Jupiter Woods di Londra, l’Arcadia Missa di Londra, la Future Gallery di Berlino e l’Andrea Rosen di New York.