Éloge d’un prince daunien

Foggia - 02/04/2014 : 02/04/2014

Éloge d’un prince daunien: mythes et images en Italie méridionale au IVe siècle av. J-C. E’ il titolo del volume dell’archeologa Claude Pouzadoux che sarà presentato nella Sala “Rosa del Vento” della Fondazione Banca del Monte di Foggia.

Informazioni

Comunicato stampa

L’elogio di un principe daunio nel libro di Claude Pouzadoux

La presentazione in Fondazione del saggio dell’archeologa francese

Éloge d’un prince daunien: mythes et images en Italie méridionale au IVe siècle av. J-C.
E’ il titolo del volume dell’archeologa Claude Pouzadoux che sarà presentato mercoledì 2 aprile, a partire dalle ore 18, nella Sala “Rosa del Vento” della Fondazione Banca del Monte di Foggia.
Dopo i saluti iniziali del Presidente della Fondazione Banca del Monte, prof

Saverio Russo, sono in programma gli interventi di Angela Pontrandolfo, Ordinario di Archeologia greca all’Università di Salerno, di Gloria Fazia, Direttrice del Museo civico di Foggia, e di Riccardo Di Cesare, Ricercatore in Archeologia classica del Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università di Foggia. Sarà presente l’autrice.
Nel saggio, viene condotta l’analisi dei vasi monumentali appartenenti ad un corredo di un ipogeo funerario di Canosa di Puglia, attraverso la quale viene messa in luce la cultura profondamente ellenizzata di un principe daunio del IV sec. a. C. Era l’epoca delle vittorie di Alessandro Magno in Oriente e della venuta in Magna Grecia di suo zio, il condottiero e re d’Epiro, Alessandro il Molosso.
Le raffigurazioni degli eroi della storia e del mito -come Dario, Achille, Bellerofonte, Medea, Andromeda, Perseo, Europa o ancora le Amazzoni- presenti sugli oggetti del corredo tombale del principe canosino mirano a celebrare le gesta di un guerriero, ma anche uno dei valori fondanti della comunità civica locale: la concordia.
Claude Pouzadoux è Direttrice del Centre Jean Bérard, istituto di ricerche archeologiche in Magna Grecia e Sicilia che dipende dal Centre National de la Recherche Scientifique e dalla École Française de Rome. E’ Docente Ordinario di Archeologia presso il Dipartimento di Storia antica dell'Arte dell'Università di Paris Ouest-Nanterre-La Défense.