Elio Talon – Germoglia

Ferrara - 30/04/2016 : 26/06/2016

In mostra oltre sessanta sculture in terracotta, ceramica raku e carta, accompagnate da testi poetici dell’artista: la parola scritta si fa semina, il corpo rappresentato si fa grumo di materia che germoglia ad una visione armonica tra cielo e terra.

Informazioni

  • Luogo: FERRARA OFF
  • Indirizzo: viale Alfonso I d’Este 13 - Ferrara - Emilia-Romagna
  • Quando: dal 30/04/2016 - al 26/06/2016
  • Vernissage: 30/04/2016 ore 19
  • Autori: Elio Talon
  • Curatori: Giulio Costa
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: Ogni mercoledì 16.00-19.00, in concomitanza con le attività dell’associazione e su appuntamento
  • Biglietti: ingresso libero

Comunicato stampa

In mostra oltre sessanta sculture in terracotta, ceramica raku e carta, accompagnate da testi poetici dell’artista: la parola scritta si fa semina, il corpo rappresentato si fa grumo di materia che germoglia ad una visione armonica tra cielo e terra. Le fasi della crescita divengono pretesto per un nuovo incanto dove l’archetipo del femminile viene messo in posizione di centralità. Germoglia rappresenta il movimento concettuale che dal nucleo primario volge altrove, a cercare la propria fioritura: è momento di emancipazione e di libertà


Il seme-concetto si spacca, trova nella propria fenditura la rottura della propria integrità e l’occasione di apertura a nuova vita. Il femminile rinasce a se stesso: è la terra che accoglie il seme, è il solco nella terra, è l’aratura e aratro stesso, è seme che giace e seme che germoglia, è contenimento ed esplosione oltre i propri stessi confini.
La poetica della semina riporta alla fenditura, e della terra e del seme, come metafora della genesi. La ricerca plastica si accompagna ad una esplorazione formale nella scrittura: al pari del campo arato la scrittura si sviluppa per linee, dove le parole deposte si aprono a nuova fioritura, germogliano in forme nuove, un dire poetico che trasborda la struttura formale del linguaggio e della sintassi per esplorare nuove e antiche valenze semantiche dell’esistenza