Educational Art

Milano - 14/03/2017 : 18/03/2017

Durante la rassegna di Studi Festiva # 3, dal 14 al 18 marzo, si presenteranno opere e documenti di: ALAgroup, Filippo Berta, Stefano Boccalini, CRAC Centro Ricerca Arte Contemporanea, Valerio Rocco Orlando.

Informazioni

  • Luogo: LAC - LICEO ARTISTICO CARAVAGGIO
  • Indirizzo: Via Luigi Prinetti 47 - Milano - Lombardia
  • Quando: dal 14/03/2017 - al 18/03/2017
  • Vernissage: 14/03/2017 ore 18
  • Generi: arte contemporanea, collettiva
  • Orari: ore 15.00/17.00

Comunicato stampa

Educational Art è un progetto triennale multidisciplinare del Liceo Artistico Caravaggio di Milano, un contributo al dibattito attuale e alle ricerche tra pratiche artistiche e sperimentazioni pedagogiche. L’educazione e l’arte contemporanea sono occasioni d’incontro per lo sviluppo di nuove metodologie didattiche e modelli alternativi di apprendimento; una nuova scienza dell’educazione concepita da filosofi, educatori, pedagogisti con le sperimentazioni più interessanti condotte da artisti internazionali. Portavoce di una cittadinanza attiva che opera sul territorio, Educational Art vuole sviluppare nuove forme di partecipazione attraverso mostre, workshop e conferenze



Educational Art
ALAgroup
Filippo Berta
Stefano Boccalini
Dino Ferruzzi-CRAC
Valerio Rocco Orlando

inaugurazione
14 marzo, ore 18.00/21.00

14/18 marzo 2017
ore 15.00/17.00

Liceo Artistico Caravaggio
via Prinetti 47, Milano

Educational Art è un progetto triennale del Liceo Artistico Caravaggio. Nasce con la consapevolezza di contribuire al dibattito tra le pratiche artistiche e le sperimentazioni pedagogiche che negli ultimi anni si stanno sviluppando in Italia e all’estero. Delineare una mappatura tra l’educazione e l’arte contemporanea è un primo obiettivo per lo sviluppo di nuove metodologie didattiche e modelli alternativi.
Educational Art sviluppa nuove forme di partecipazione per una cittadinanza attiva che lavori in sinergia con le istituzioni e il territorio. L’intenzione del progetto è di riconoscere la centralità degli artisti nel processo educativo praticato nelle “Libere Scuole d’Arte”, in luoghi di apprendimento non comuni fino a giungere alla didattica in piazza. Presentare questi “ambienti di apprendimento”, spazi di discussione e di libertà creativa, pone il progetto in opposizione alla pedagogia mainstream, favorendo la condivisione di idee e pratiche innovative.
Educational Art renderà visibili, attraverso mostre, workshop e conferenze, le teorie di una nuova pedagogia concepita da filosofi, educatori, pedagogisti e le sperimentazioni più interessanti condotte da artisti internazionali.
Durante la rassegna di Studi Festiva # 3, dal 14 al 18 marzo, si presenteranno opere e documenti di: ALAgroup, Filippo Berta, Stefano Boccalini, CRAC Centro Ricerca Arte Contemporanea, Valerio Rocco Orlando.
ALAgroup Accademia Libera Delle Arti presenta l’installazione e il video La Felicità che viene, realizzato con gli studenti e le studentesse del Liceo Artistico Caravaggio che in tre giorni di workshop hanno trasformato lo spazio espositivo in un ambiente domestico e confortevole. Il nuovo allestimento ha immaginato una scuola diversa, la scholè della Grecia antica, dove il tempo libero era dedicato alle cose amate e desiderate, tra cui lo studio, inteso come passione e amore del sapere. L’intervento di ALA, si unisce all’installazione ambientale dei 4000 volumi di arte contemporanea del CRAC, sistemati nell’aula mostre e custoditi temporaneamente dagli studenti e dai docenti del Liceo.
Filippo Berta espone Happens Everyday, una grande foto della performance del 2012 a Sansepolcro (Arezzo). In una classe di una scuola elementare, a un gruppo di adulti viene chiesto di sollevare sopra la testa un banco di scuola; sono piccoli e poco pesanti, ma dopo qualche minuto lo sforzo per sostenerli è eccessivo. Viene quindi istintivo posarli, rimetterli a posto. La performance è un atto di ribellione alle regole, secondo Berta è un’allegoria di come noi tutti “desideriamo reagire alle costrizioni che ci limitano ma, paradossalmente, abbiamo sempre bisogno di regole da rispettare”.
Stefano Boccalini dialoga con i “luoghi” sottolineando il valore delle parole, vero e proprio dispositivo di comunicazione sempre più importante all’interno del sistema sociale del nostro tempo. La parola Affetti è sorta dal dialogo con l’economista Christian Marazzi che l’associa al proprio lavoro e sottolinea l’importante rimando alla dimensione umana del pensiero economico.
Valerio Rocco Orlando presenta un video del 2011, Quale Educazione per Marte?. Il suo lavoro intende "esplorare il senso di identità che deriva da una percezione simbolica della condivisione di un'esperienza". E’ proprio su quest’ultima che si concentra l'attenzione dell'artista che, sulla base di interviste a due voci, costruisce un diario emotivo inteso come indagine sulla qualità del rapporto con l'altro da sé, nel contesto emotivamente significativo dell'istituzione scuola.
CRAC Centro Ricerca Arte Contemporanea, fondato da Dino Ferruzzi e dai docenti del Liceo Artistico Bruno Munari di Cremona, presenta alcuni video che documentano interventi artistici che hanno ampliato gli orizzonti formativi dell’istituto scolastico lombardo, creando rapporti tra la ricerca artistica contemporanea e l’azione educativa compiuta giornalmente nelle aule scolastiche. I video: Let’s Body Talk , Rassegna Internazionale di arte performativa, a cura di Isabella Falbo, artisti: Soren Dahlgaard (DK), Sergio Dagradi (IT), Marc Giloux (FR), Jette Hye Jin Mortensen & Sif Jessen Hymøller (DK), Emanuele Serafini (IT), Mona Lisa Tina (IT); Mona Lisa Tina, Human, performance, 2009; Fabrizio Basso – Silvia Cini, Etica, 2014; Lucia Leuci – Michele Gabriele, Tukatuka, 2014; incontro /workshop con gli studenti, Anna Stuart Tovini e Vincenzo Chiarandà di UnDo.Net, Giuseppe Morandi e Gianfranco Azzali della Lega di Cultura di Piadena.