E-Straordinario for Kids – Vedovamazzei

Fabriano - 08/09/2016 : 08/09/2016

Elica e la Fondazione Ermanno Casoli (FEC) promuovono un nuovo appuntamento di E-STRAORDINARIO for Kids, un ciclo di workshop formativi dedicati ai figli dei dipendenti di Elica, ormai diventato un classico a ridosso della riapertura delle scuole, per ricordare ai più giovani che imparare può essere anche molto divertente.

Informazioni

Comunicato stampa

lica e Fondazione Ermanno Casoli

presentano

Vedovamazzei

SHAPING THE WORLD – Plasmare il mondo

workshop con i figli dei dipendenti di Elica

a cura di Marcello Smarrelli

nell’ambito di

E-STRAORDINARIO for Kids
progetto di educazione all’arte contemporanea

giovedì 8 settembre 2016

Headquarter Elica – Fabriano


Elica e la Fondazione Ermanno Casoli (FEC) promuovono un nuovo appuntamento di E-STRAORDINARIO for Kids, un ciclo di workshop formativi dedicati ai figli dei dipendenti di Elica, ormai diventato un classico a ridosso della riapertura delle scuole, per ricordare ai più giovani che imparare può essere anche molto divertente.
Giunto alla sua quarta edizione, il progetto – che ha visto protagonisti artisti di fama internazionale come Mario Airò, Marcello Maloberti e Elisabetta Benassi – rientra nell’ambito di E-STRAORDINARIO, il programma di formazione che mette l’artista al centro del processo formativo e porta l’arte contemporanea nel mondo dell’impresa, sperimentato con successo in numerose realtà aziendali come valido strumento didattico-metodologico rivolto ai dipendenti, per il quale la FEC ha ottenuto molti riconoscimenti, tra cui il patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e il Premio Cultura+Impresa 2014.

Sarà protagonista di questo nuovo appuntamento ad alto tasso creativo - che si terrà giovedì 8 settembre presso lo stabilimento ELICA di Fabriano - una delle coppie più celebri del mondo dell’arte, il duo Vedovamazzei (Stella Scala e Simeone Crispino), che ha ideato il workshop dal titolo SHAPING THE WORLD - Plasmare il mondo, a cura di Marcello Smarrelli, in cui oltre 70 ragazzi, tra i 6 e i 10 anni, saranno chiamati a ripensare il luogo di lavoro dei loro genitori quale spazio ideale della creazione.

Il workshop sarà diviso in tre momenti: una fase preparatoria durante la quale i partecipanti saranno introdotti ai temi della giornata di lavoro e all’uso del materiale che sarà al centro dell’esercitazione: l’argilla. Successivamente i ragazzi saranno impegnati nella progettazione e nella creazione della loro fabbrica ideale e della divisa più adatta per accedervi. Seguirà un momento conclusivo dedicato all’allestimento della mostra dei lavori realizzati.
Gioco e fantasia prenderanno forma attraverso la manipolazione dell’argilla, il più classico dei materiali “artistici” che accomuna l'arte e l'artigianato.
Il lavoro di Vedovamazzei è fortemente eclettico e vede l’utilizzo di una vasta gamma di materiali, tra cui scultura, pittura, installazioni e fotografia. “Le loro opere – spiega Marcello Smarrelli - danno spesso adito a fraintendimenti letterali, tra cui la traduzione di un film in una scultura, la creazione di una narrativa intorno ad un oggetto fallato, o il ritratto di un capriccio romantico e impossibile. Per questo il loro approccio trasversale, spesso spiazzante e sempre originale, rappresenta un’altra buona occasione per stimolare le nuove generazioni ad assumere punti di vista diversi e nuovi approcci alla realtà, per attivare il pensiero e innescare quei processi innovativi caratteristici del linguaggio artistico contemporaneo”.

In questo contesto ludico ma fortemente formativo, nasce SHAPING THE WORLD - Plasmare il mondo, che si terrà presso la sede Elica di Fabriano: centro nevralgico dell’azienda, l’headquarter è stato individuato come osservatorio ideale per permettere ai ragazzi di prendere confidenza con l’ambiente di lavoro dei propri genitori, entrando nel vivo delle loro attività quotidiane.
“L’obiettivo principale della Fondazione è la contaminazione tra l’arte e l’impresa – commenta il Presidente di Elica Francesco Casoli. Siamo convinti, e i risultati ottenuti dai progetti legati alla Fondazione lo dimostrano, che l’arte intesa come forma di creatività sia fonte di innovazione e potente catalizzatore del pensiero e, come tale, svolga un ruolo fondamentale per la formazione e la crescita delle nuove generazioni. Per questo crediamo nel progetto E-STRAORDINARIO for Kids e siamo felici di poter offrire ai figli dei nostri collaboratori un’occasione di creazione e sperimentazione, insieme a due grandi artisti del panorama contemporaneo.”

Lavorare sul futuro è una priorità costante per Elica. Sono molti i progetti dell'azienda che hanno come obiettivo le nuove generazioni, favorendo occasioni di crescita e di sviluppo nelle quali l'arte e la creatività diventano espressione viva dell'eccellenza.
------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Vedovamazzei Stella Scala e Simeone Crispino si sono incontrati negli anni Ottanta al Liceo Artistico di Napoli e hanno proseguito insieme gli studi presso l’Accademia di Belle Arti. Espongono col nome di vedovamazzei dal 2 gennaio del 1991. Vivono a Milano. Oltre alle numerose collettive (Milano, Roma, Perugia, Il Cairo, Firenze, New York, San Marino, Venezia, Bologna, Copenhagen, Torino, Napoli, Pisa, Atene, Trento, Boston, Parigi, Londra, Montpellier, Utrecht, Valencia). Di recente Vedovamazzei ha presentato mostre individuali: Fuori Uso 2016. Avviso di Garanzia, a cura di Giacinto Di Pietrantonio e Simone Ciglia, ex Tribunale di Pescara; Piano City Milano, a cura di Ricciarda Belgiojoso, Pac, Milano; Horizontal, a cura di Exelettrofonica, Casa Italia Rio 2016, Brasile. Inauguration of the new works of art in the Troubleyn/Laboratorium, a cura di Jan Fabre, Antwerpen, Belgio; Ten More Ten_#9 : Vedovamazzei-"Next to normal”,Galleria Umberto Di Marino, Napoli; UN united nothing, Certosa di S. Giacomo, Capri, 2015; The end of a work never made, (Non Basta ricordare), a cura di Hou Hanru, tre giorni di performance al Maxxi, Roma, 2014; Myopia Anthology,Magazzino, Roma, 2014; No Necestitas Suerte, Istituto Italiano di cultura Madrid e Galeria Fucares, Madrid, 2012; Terrible Beauty, Art, Dublin Contemporary, Dublino, 2011; One too many 15 years later, A Palazzo Gallery, Brescia, 2011; Vedovamazzei, Le Temple, Parigi, 2011; Sette Lavori di Vedovamazzei, Magazzino d'Arte Moderna, Roma, 2010; Public At Projects, Art 38 Basel, Basilea, 2007; Greatest hits Vedovamazzei, Museo d’Arte Contemporanea Donnaregina, Napoli, 2006; London under London, Percymiller Gallery, Londra, 2005; Vedovamazzei, Praz-Delavallade, Parigi, 2005;3 Räume 3 Flüsse, Hann Münden, 2000.

La Fondazione Ermanno Casoli nasce nel 2007 in memoria del fondatore di Elica con l’obiettivo di favorire il rapporto tra il mondo dell’arte e quello dell’industria promuovendo iniziative in cui l’arte contemporanea diventa uno strumento didattico e metodologico che contribuisce a migliorare gli ambienti di lavoro, favorendo i processi innovativi. In tutte le attività, la Fondazione Ermanno Casoli assume il ruolo di mediatore garantendo agli artisti piena autonomia e libertà di espressione e all’azienda coerenza e compatibilità delle iniziative con le proprie esigenze e i propri obiettivi.