E il Verbo si fece carne….

Mesagne - 08/12/2012 : 06/01/2013

La mostra propone opere di cartapesta e ceramica dell’antica tradizione leccese e grottagliese.

Informazioni

  • Luogo: LE ALI DI MIRNA
  • Indirizzo: Via Manfredi Svevo 126-128 - Mesagne - Puglia
  • Quando: dal 08/12/2012 - al 06/01/2013
  • Vernissage: 08/12/2012 ore 17.30
  • Generi: serata – evento
  • Orari: dal lunedì alla domenica dalle 17.30 alle 20.30
  • Biglietti: ingresso libero

Comunicato stampa

“E il Verbo si fece carne….” : questo è il titolo della Mostra Sacra che si apre l’8 Dicembre 2012 alle ore 17.30 in concomitanza con la festa dell’Immacolata Concezione. La mostra propone opere di cartapesta e ceramica dell’antica tradizione leccese e grottagliese; ha la curatela dell’Associazione culturale “Eterogenea” nell’ambito del Progetto d’Arte “Le Ali di Mirna” ideato da Rita Fasano e Vito De Guido ed è allestita nelle sale espositive della sede dell’Associazione in Via Manfredi Svevo 126-128 a Mesagne. L’evento ha il Patrocinio dell’Amministrazione Comunale ed è inserito nel programma del “Natale 2012 a Mesagne”

Le opere esposte provengono dalla Bottega Mastro di Grottaglie, ceramisti da quattro generazioni la cui produzione ha raggiunto i mercati d’Europa e del Mondo. I famosi “fischietti” di Giovanni Mastro sono conservati nel Museo delle Arti Tradizionali e Popolari di Roma. Altre sue opere sono presenti presso la collezione Majorana di Taranto e presso il Museo Nazionale del Presepe a Roma. Dei figli di Giovanni Mastro, scomparso nel 1977, solo Oronzo, già docente di disciplina pittoriche presso il Liceo Artistico di Novara, e Marcello titolare della bottega, si dedicano all’arte della ceramica; la Bottega del Maestro Emanuele Esposito di Grottaglie, di origini napoletane, è discendente di una genealogia che si innesta alla storia della ceramica di Grottaglie fin dal XVI secolo. Negli anni della sua infanzia apprese l’arte delle mani nella bottega del nonno dal quale impara a modellare la creta. Personalità di artista libero, è unanimemente riconosciuto come custode orale della complessa e ricca cultura popolare di Grottaglie. Le sue sculture maiolicate, così come i celebri presepi, sono conservati in collezioni private, musei e gallerie, in Italia e all’estero, come preziose testimonianze della tradizione ceramica, oggetto di attenzione anche dell’UNESCO; la Bottega di Rosaria Pallara di Lecce, dopo aver conseguito la maturità Tecnica, negli anni ’80 si avvicina con molta passione e creatività all’arte della Cartapesta frequentando le botteghe di maestri cartapestai come Angelo Capoccia e Antonio Malecore. Dopo un lungo periodo di tirocinio apre nel 1991 la proprio bottega nel centro storico di Lecce a due passi dal Duomo. Ha partecipato a varie mostre nazionali, tra le più importanti, il “MACEF” e la “BIT” di Milano, “Salento in Piazza” a Verona, la “Mostra del Presepe” a Roma, Lanciano e Arena di Verona, conseguendo attestati e premi; il Laboratorio di Carmen Rampino, nasce nel 1996 per completare in maniera autonoma il percorso e la ricerca iniziati con la frequenza del Liceo Artistico e l’approfondimento pratico delle tecniche artigianali della cartapesta e della terracotta, effettuato presso laboratori di tradizione. Numerose le mostre a cui ha partecipato; tra le più importanti, “L’Artigianato in Fiera” a Milano nel 1998 e 2010, nel 2012 la mostra itinerante in Italia e in Europa “Centocinquanta mani” in occasione delle celebrazioni per i 150 anni dell’Unità d’Italia conclusasi a Bruxelles presso la sede del Parlamento Europeo.