Dorigo per Gilliam

Fiesole - 15/07/2013 : 15/07/2013

Il “Premio Fiesole” ai maestri del cinema, nell'ambito dell'annuale appuntamento con l' “Estate Fiesolana”, verrà attribuito quest'anno al poliedrico regista Terry Gilliam.

Informazioni

  • Luogo: TEATRO ROMANO
  • Indirizzo: Via Portigiani, 3, - Fiesole - Toscana
  • Quando: dal 15/07/2013 - al 15/07/2013
  • Vernissage: 15/07/2013 ore 21.30
  • Autori: Gianni Dorigo, Terry Gilliam
  • Generi: presentazione

Comunicato stampa

Dorigo per Gilliam


Il “Premio Fiesole” ai maestri del cinema, nell'ambito dell'annuale appuntamento con l' “Estate Fiesolana”, verrà attribuito quest'anno al poliedrico regista Terry Gilliam.
L'appuntamento per l'incontro con l'autore è previsto per lunedì 15 Luglio 2013 al Teatro Romano di Fiesole dalle 18.30

La premiazione avverrà alle 21.30: nell'occasione l'artista Gianni Dorigo - la cui poetica è strettamente correlata, da oltre un decennio, proprio alla tematica del cinema - consegnerà al noto regista un suo dipinto realizzato per l'occasione mentre è in corso una sua mostra presso la storica e prestigiosa Villa San Michele di Fiesole - dal 10 al 15 luglio. In esposizione nuove opere ispirate ad alcuni titoli cult del regista statunitense ma inglese per scelta d'adozione, insieme ad una selezione di quelle realizzate su contenitori di VHS - dedicate al cinema in Toscana per la personale ospitata nel 2012 nella Sala delle Colonne del Comune di Pontassieve.
Per l'evento, il Comune di Fiesole, ha realizzato anche una cartella, stampata in cinquanta esemplari, contenente un multiplo ritoccato a mano, numerato e firmato dall'artista.



Gianni Dorigo.
Nato a Ferrara nel 1953, vive a Firenze ed opera come artista dalla fine degli anni Sessanta. Con un’interrotta attività, promossa e seguita da gallerie e firme di rilievo, a 21 anni, nel 1974, tiene la sua prima personale e del 1995 è già la sua prima antologica, nel Palazzo Pretorio di Certaldo ( a cura di Claudio Cerritelli). E’ stato invitato a molte delle più importanti rassegne d’arte sia in Italia che in Europa, tra le quali la “Quadriennale” di Roma. Da oltre un decennio la sua ricerca intesse uno speciale ed originale dialogo tra pittura e cinema che diviene non solo fonte iconografica e d’ispirazione narrativa ma riflesso di memorie ed emozioni personali.
Tra i cicli tematici più recenti si ricordano “Il fiore e il serpente” l’immagine della donna nel cinema orientale (2007, mostra e catalogo a cura di Luca Beatrice, Sala espositiva del Comune di Castelnovo nei Monti, Reggio Emilia); “Il pianeta delle tempeste”, il cinema dell'URSS (2009, a cura di Martina Corgnati, Andrej Tarkovskij, Claudio Carrabba, Galleria “San Gallo Art Station”, Firenze); “Piccola storia del cinema tedesco” (2010, a cura di Sonia Zampini, presentata a Berlino e Karlsruhe); “Oltre l’inquadratura” (2011, a cura di Roberta Fiorini, Museo di San Casciano, Firenze); “Il cielo è rosso” - Immagini di cinema in Toscana (2012, mostra e catalogo a cura di Roberta Fiorini, Sala delle Colonne, Comune di Pontassieve, Firenze). Di seguito è stato invitato ad esporre in personale con “Il cielo è rosso – speciale Acqua Cheta musical” (2012, a cura di Barbara Cianelli, Teatro Politeama, Prato); “Il cielo è rosso” - Immagini di cinema in Toscana. La mostra in Mediateca (2013, a cura di Roberta Fiorini, Fondazione Sistema Toscana-Mediateca Regionale, Firenze); “Fotogrammi. Il cinema dipinto” (2013, SACI - Studio Art Centers International, Firenze); “Gianni Dorigo…al Cinema Azzurri” -Fotogrammi tra cinema e pittura (2013, Centro Multi +, Borgo San Lorenzo). Sue opere sono in diverse collezioni pubbliche private, tra queste quelle di Gillo Pontecorvo, FrancoBattiato, Folco quilici, Mario Monicelli.