Door to Door / Arte porta a porta

Salerno - 08/10/2011 : 09/10/2011

L’arte contemporanea sposa i siti più antichi della città, con giovani artisti dall’Italia e dall’estero che provano ad entrare nello spirito dei luoghi. Si chiama “Door to Door / Arte porta a porta” ed è il progetto d’arte contemporanea concepito espressamente per il centro storico alto di Salerno dalla Soprintendenza Bsae di Salerno e Avellino, nell’ambito della VII edizione della Giornata del Contemporaneo promossa dall’AMACI e sostenuta dal Mibac.

Informazioni

Comunicato stampa

“DOOR TO DOOR”- L’ARTE URBANA NEL CENTRO STORICO:
IL PROGRMMA, IL PERCORSO E GLI ARTISTI
L’arte contemporanea sposa i siti più antichi della città, con giovani artisti dall’Italia e dall’estero che provano ad entrare nello spirito dei luoghi. Si chiama “Door to Door / Arte porta a porta” ed è il progetto d’arte contemporanea concepito espressamente per il centro storico alto di Salerno dalla Soprintendenza Bsae di Salerno e Avellino, nell’ambito della VII edizione della Giornata del Contemporaneo promossa dall’AMACI e sostenuta dal Mibac

Per tutta la mattinata di sabato 8 ottobre (orario: h.11-13) e per l’intera giornata di domenica 9 ottobre (orario:.h. 10-13 e h. 17-21) i cortili degli antichi palazzi, i balconi e le facciate, i piccoli slarghi dei quartieri antichi della città saranno “visitati” da sculture, animati da proiezioni audiovisive, “vestiti” da pitture e fotografie, e letteralmente “occupati”da installazioni, realizzate espressamente per gli spazi e gli ambienti selezionati.
Il Progetto, ideato dalla Soprintendente Maura Picciau e curato insieme a Maria Giovanna Sessa, è realizzato con le consorelle Soprintendenze per i BAP di SA ed AV ed Archeologica di SA, AV e BN, con l’Amministrazione Comunale di Salerno, la Fondazione “F. Menna”e la Fondazione “Plart,” le gallerie “Tiziana Di Caro” , “Leggermentefuorifuoco” e “Paola Verrengia” e con la collaborazione del critico Renata Caragliano. Si tratta di un percorso, una passeggiata alla scoperta delle opere, per conoscere con rinnovato interesse e stupore la città vecchia ed il suo tessuto urbano, intricato tanto nell’architettura quanto nella trama sociale. Gli artisti coinvolti sono: Maura Banfo, Franco Cenci, Fiorella Corsi, Franco Fontana, Virginia Franceschi, Susie J Lee, Mariangela Levita, Pierpaolo Lista, Domenico Antonio Mancini, Raffaella Mariniello, Rebeca Menendez, Giulia Palombino, Ciro Vitale. L’arte urbana può contribuire in modo sostanziale ad aumentare l’attenzione e l’affezione nei riguardi dell’intera area e di molti dei suoi significati complessi, dal pregio architettonico al vivere sociale, al costituire comunità, al creare relazioni ad un tempo umane e culturali. La vitalità del centro storico di Salerno, insieme all’effervescenza delle sue serate all’aperto, va valorizzata e governata, per una definitiva riqualificazione ambientale. Per questo è stato predisposto un percorso, accompagnato da una cartina. La cartina illustra l’itinerario di riscoperta del centro storico alto che, con i suoi angoli suggestivi, gli slarghi, i balconi, i cortili, sabato e domenica sarà “rivisitato” dagli interventi degli artisti che proveranno a reinventare magicamente i siti loro affidati.
Questo l’itinerario con i rispettivi artisti coinvolti nel progetto:
Largo Montone (artista Franco Cenci); Giardini della Minerva. (artista:Mariangela Levita); Balconcino via Guaimaro IV (artista:Virginia Franceschi Interno Palazzo Copeta, via Trotula de Ruggiero, 27 (artista Giulia Palombino.); Palazzo Martuscelli, Largo Scuola Medica Salernitana (artista: Susie J Lee); Atrio palazzo, via Tasso, 36 (artista Ciro Vitale); Limonaia Soprintendenza Archeologica (artista Fiorella Corsi); Convitto Nazionale T. Tasso (artista:Pierpaolo Lista, Maura Banfo, Raffaela Mariniello, Franco Fontana);Piazza Abate Conforti (artista Domenico Antonio Mancini); Palazzo Conforti (artista:Rebeca Menendez); Museo Diocesano (artista Felix Policastro).