Donatella Spaziani – In Me

Roma - 07/10/2011 : 26/11/2011

Il percorso creativo, pensato per il contesto che lo ospita, si dipana in diverse pagine di un unico racconto; i materiali e le tecniche diversificate (ceramica, disegno, ricamo, fotografia, scultura) sono tutti capitoli di un sentiero che l’artista ci offre per comprendere il suo universo poetico.

Informazioni

Comunicato stampa

Venerdì 7 ottobre alle 18.30, si inaugura a Roma, in via Reggio Emilia 24, presso la galleria
OREDARIA, “In Me” mostra personale di Donatella Spaziani.
Roma è la città che Donatella Spaziani ha scelto, è il luogo dove interrompe il suo frequente
peregrinare nel mondo. Roma è la città dove l’artista ha presentato il suo lavoro in importanti
contesti istituzionali (Quadriennale, Provincia di Roma – Palazzo Valentini, Incontri
Internazionali d’Arte, Casa delle Letterature). Per la prima volta a Roma una sua personale,
nello spazio della Galleria Oredaria


Il percorso creativo, pensato per il contesto che lo ospita, si dipana in diverse pagine di un
unico racconto; i materiali e le tecniche diversificate (ceramica, disegno, ricamo, fotografia,
scultura) sono tutti capitoli di un sentiero che l’artista ci offre per comprendere il suo universo
poetico.
Donatella Spaziani
In Me
Un mondo fatto di figure, presenze costanti in tutti i lavori, che si riconoscono in un
semplice segno. Figure di corpi che narrano con intensità la necessità di cercare un
posto nel mondo. Suggeriscono armonia e serenità ma anche il disagio di una ricerca che
non resta mai ferma nella concitata ricerca di senso . Figure che sembrano galleggiare
nel bianco, della ceramica, della carta o piuttosto di antiche stoffe di cotone ma
ancorate al mondo da un tratto sicuro e continuo del disegno che le compone. E’ nella
scultura che forse si mette in evidenza l’aspetto più complicato della visione dell’artista.
Panche, sedute rivestite in morbida pelle che hanno però delle forme quasi impossibili,
che seguono un andamento ondulatorio più consono a corpi che non ad oggetti di uso
comune. Nell’allestimento un forte legame con la memoria del vissuto personale è
sottolineato dall’uso della carta da parati che rimanda a consuetudini passate.
E’ un percorso leggero e consapevole quello che la Spaziani ci invita a fare, in un cammino
che aspira all’empatia ma che porta con sé, con coraggio, anche le zone più in ombra.
Claudio Libero Pisano
Donatella Spaziani, nata a Ceprano (Fr) nel 1970, si è diplomata in pittura nel 1993 presso l’Accademia
di Belle Arti di Roma. Nel 2001 ha vinto una borsa di studio per “Art Omi, International Residency“,
Hudson River Valley, New York. Nel 2003 ha vinto la borsa di studio “La Seine”, programma di ricerca
per le arti visive dell’École Nationale Supérieure des Beaux-Arts di Parigi. Tra il 2004 e il 2006, sempre
a Parigi, è stata residente nella “Cité Internationale des Arts“ grazie alla borsa di studio avuta da
“Incontri Internazionali d’Arte”. Nel 2008 ha partecipato alla 19° Quadriennale di Roma, mentre nel
2010 è stata invitata a partecipare all’Expo Universale di Shanghai nella mostra “Piazze di Roma”.
Tra le principali mostre personali ricordiamo: nel 2011, “Fleeting Beauty”, Galleria Rusconi, Milano;
nel 2009, “Fuga”, Impronte Contemporary art, Milano; nel 2006, “Ouvres”, Gallerie AP4, Ginevra
e “Sans Titre”, Vitamin Arte Contemporanea, Torino; nel 2002 alla Galleria Umberto di Marino,
Napoli e nel 2001, “La Folie de la Villa Médicis”, Accademia di Francia – Villa Medici, Roma. Tra
le principali mostre collettive dell’ultimo anno segnaliamo: “Cielo”, Incontri Internazionali D’Arte,
Roma; “Anteprima”, Galleria OREDARIA Arti Contemporanee, Roma; “Arte Italiana all’ascolto”,
NCCA, Museo Arte Moderna, Mosca; “Italian artists in New York”, Industria Superstudio, New York;
“TRAIN, Landscapes on the Move “, Mestna Galerija, Ljubljana e “Hear me out”, al CIAC-Castello di
Genazzano, Roma.

The Oredaria Gallery in Via Reggio Emilia 22-24, will be hosting “Inside of
me“, a solo exhibition by Donatella Spaziani, 7th October 2011 at 6.30 p.m.
Rome is the city that Donatella Spaziani has choosen, the place where she
stopped her wandering around the world and where she has also shown her
work in several relevant locations such as Quadriennale, Provincia di Roma –
Palazzo Valentini, Incontri Internazionali d’Arte and Casa delle Letterature.
For the first time in Rome she will present her work in a solo show at OREDARIA.
Spaziani’s creative path, expressly considered for this exhibition space, proceeds
as different pages of the same novel. Different materials and techniques (ceramics,
drawings, embroidery, photography and sculpture) can be considered as the chapters
of a path that the artist provides us in order to understand her poetical universe.
Donatella Spaziani
Inside of me
In all her works is constantly presented a universe populated by figures that can be
recognized by a simple sign. Body shapes are able to tell us a need to seek a place in the
world. They convey balance and serenity as well as a sense of discomfort related to a
restless and never-ending inner research.
These figures seem floating on the “white sea” of the ceramics, of the paper, of the old
cotton cloth, but they are anchored to the world by a steady and continuous mark of the
drawing that composes them.
Maybe the artist reveals the most complicated aspect of her point of view in the sculpture.
Benches and chair seats covered with smooth leather characterized by almost unearthly
lines, are more appropriate for human bodies rather than ordinary objects.
In the installations there is a strong connection with the memory of artist’s personal
experiences and this aspect is underlined by the use of the wallpaper that refers to old
habits.
Spaziani invites us to undertake a light and aware route, an empathic path that involves,
with courage, even the darker zones.
Claudio Libero Pisano
Donatella Spaziani was born in Ceprano (FR) in 1970, graduated in painting from “Accademia
di Belle Arti di Roma” in 1993. On 2001 she won the International scholarship “Art Omi Residence”
at the Dena Foundation, New York and on 2003 she attended the postgraduate program at the Ecole
Nationale Supérieure des Beaux-Arts in Paris. From 2004 to 2006, in Paris, she took part of “Cité
Internationale des Arts“, an international scholarship granted by “Incontri Internazionali d’Arte”. On
2008 she participated in the 19th Rome Quadriennale. On 2010 she was invited to show her works in
the group exhibition Piazze di Roma curated by Achille Bonito Oliva at the MOCA Shanghai -Museum
of Contemporary Art during the World Expo hosted in Shanghai.
Among the most relevant solo- shows : 2011, “Fleeting Beauty”, Galleria Rusconi, Milan; 2009, “Fuga”,
Impronte Contemporary art, Milan; 2006, “Ouvres”, Gallerie AP4, Geneva and “Sans Titre”, Vitamin
Arte Contemporanea, Turin; 2002 Galleria Umberto di Marino, Naples and 2001, “La Folie de la Villa
Médicis”, Accademia di Francia – Villa Medici, Rome.
Among group exhibitions displayed during the latest year: “Cielo”, Incontri Internazionali D’Arte,
Roma; “Anteprima”, Galleria OREDARIA Arti Contemporanee, Rome; “Arte Italiana all’ascolto”,
NCCA, Museum Modern Art, Moscow; “Italian artists in New York”, Industria Superstudio, New York;
“TRAIN, Landscapes on the Move “, Mestna Galerija, Ljubljana and “Hear me out”, CIAC-Castello di
Genazzano, Rome.