Donatella Izzo – Family Tree le radici oscure dell’identità

Marina di Pietrasanta - 20/05/2017 : 09/07/2017

Un nuovo complesso progetto fotografico dell'artista milanese Donatella Izzo a cura di Francesco Mutti.

Informazioni

  • Luogo: LABOTTEGA
  • Indirizzo: viale Apua, 188 55045 - Marina di Pietrasanta - Toscana
  • Quando: dal 20/05/2017 - al 09/07/2017
  • Vernissage: 20/05/2017 ore 18,30
  • Autori: Donatella Izzo
  • Curatori: Francesco Mutti
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: merc - gio 15:30 - 19:30 | ven - sab - dom 15:30 - 22:30 / chiusura: lunedì e martedì

Comunicato stampa

Dal 20 maggio in anteprima a LABottega di Marina di Pietrasanta viene presentato FAMILY TREE, nuovo complesso progetto fotografico dell'artista milanese Donatella Izzo a cura di Francesco Mutti:
una serie di lavori che nascono dalla profonda analisi del concetto di anti-canone estetico e della percezione dell’individualità dell’artista, alle prese con la frammentazione oggettiva del proprio essere.

Un'indagine introspettiva sul ritratto e sull'autoritratto concettuale e narrativo, come esplicitazione del rapporto tra esteriorità e interiorità, tra apparenza ed effettiva crisi di contenuti nella società contemporanea

Un diverso ideale di bellezza, indagato attraverso una personale rielaborazione della tematica del ritratto: al cospetto di una realtà forzatamente basata sull'apparire, l’artista procede alla definizione di una nuova estetica dominante, di un'anti-identità, nella quale l'imperfezione diviene qualità, il difetto vita. Immagini reali, crude e taglienti, lacerate, assenti o disilluse, restituite al loro valore familiare, letterario, narrativo, visivo: un diario personale di ricordi per immagini e un'indagine psicologica al contempo, genealogia completa e futuribile del proprio animo. Attraverso la contaminazione stilistica di identità inesistenti comunque plausibili, la Izzo genera dunque una nuova comunità di individui dotati di carattere e relazioni, affetti e insicurezze, soggetti reali come simboli del proprio io - in quanto singolo; e campioni delle aspirazioni altrui - in quanto comunità.

Elegante e ricercato, frutto di un processo oscuro, tortuoso, imprevedibile, spesso violento e incombente, FAMILY TREE è figlio legittimo di Donatella Izzo, autrice inquieta e viscerale nella sperimentazione di tecniche espressive e compositive sempre diverse, dal collage al taglio, dall’abrasione all'intervento pittorico che si fissano indissolubilmente nel DNA dello scatto originale.

Concepito sulle rivelazioni di una anti-identità estetica e sulla personale eredità genetico-emotiva dell'individuo, Family Tree è il secondo intervento espositivo del progetto ORIGINE che la Galleria LABottega di Marina di Pietrasanta propone per la stagione 2017: origine intesa come mutamento, come nuovo stimolo visivo, come base di partenza ma anche come inevitabile epilogo. ORIGINE è infatti osservazione dell'essere umano nell'analisi che egli compie su se stesso, tra capacità creative indiscutibili e inevitabili quanto connaturate dinamiche distruttive. Nella più generale ricerca di un equilibrio difficilmente accessibile, l'intera stagione si concentra sul Tempo - quello dell'uomo e quello del mondo - e sulle regole che lo governano, ponendo l'accento sul rapporto antinomico tra vita e morte, uomo e natura, storia ed eternità.




------------------------

Donatella Izzo (1979) , vive e lavora a Milano. Frequenta l’Accedemia di Belle Arti di Brera e da subito il suo interesse si concentra sulla fotografia elaborata in maniera pittorica, tanto da permetterle di vincere numerosi premi per la pittura tra il 2006 e il 2009. Nel 2010 l’artista si spoglia della manipolazione pittorica fin ora predominante e approda ad una fotografia piu’ pura nella tecnica, sebbene caricata di una forte valenza metaforica. Dal 2011 iniziano le esperienze internazionali con le mostre di Londra, Madrid, Barcellona, Rzeszòw (Polonia) New York, oltre che in numerose mostre in Italia.Le sue fotografie sono state acquisitite da collezioni pubbliche e private, ultima in ordine cronologico nella Collezione del Museo della Fotografia di Senigallia.
Recentemente la rivista inglese Art Reveal le ha dedicato la copertina, mentre è apparsa sulle pagine di Vanity Fair Italia, del Corriere della Sera, La Repubblica, Il Giornale, e su numerose riviste on-line segnalata come una delle artiste italiane emergenti più interessanti. Il prestigioso blog “Collezione da Tiffany” l’ha segnalata come una dei 12 migliori artisti emergenti del 2016 inserendola nel catalogo dell'anno "Collector's catalogue".